Art

$ 800.000 per gli skateboard: i collezionisti cinesi della Gen Z migliorano il mercato dell’arte

Carson Guo era un diciassettenne con una passione per lo streetwear urbano quando ha deciso di unirsi ai grandi campionati del mondo dell’arte. Suo padre, dirigente di un importante conglomerato cinese, collezionava maestri moderni come Picasso, ma il giovane Mr. Guo si sentiva pronto a riscuotere da solo. Un giorno, durante la pausa pranzo scolastica, ha fatto l’offerta vincente di $ 800.000 per un set di 248 tavole da skateboard Supreme da Sotheby’s.

<

Il fatto che un’adolescente abbia vinto ha scioccato la dirigente di Sotheby’s Patti Wong tre anni fa, ma oggi ha detto di studiare i diversi gusti artistici del padre e figlio. “Questi giovani collezionisti sono cresciuti frequentando fiere d’arte e aste, e sono esperti di digitalmente e ben informati”, ha detto la Sig. ha detto Wong. “Stanno scoprendo nuovi artisti e persino trovando artisti trascurati dalle generazioni più anziane”.

Questa settimana, mentre le principali case d’aste di New York danno il via a una serie di vendite primaverili di due settimane che mireranno a vendere $ 2 miliardi di opere d’arte, i giovani collezionisti di mezzo mondo in Cina sono pronti a stabilire il ritmo mentre competono a distanza per qualsiasi cosa, dagli orologi di fascia alta ai manufatti di dinosauri fino ad Andy Warhol.

Il collezionista Carson Guo aveva solo 17 anni quando ha vinto questo set completo di 248 tavole da skateboard Supreme da Sotheby’s per $ 800.000.


Foto:

Sotheby’s

Sig. Guo fa parte di quest’ultima ondata di esperti collezionisti cinesi che si uniscono alle alte sfere del mondo dell’arte. Questi nuovi arrivati ​​sono giovani, spesso istruiti in Occidente e arrossati dalle fortune fatte da sé o familiari nel settore bancario, tecnologico o immobiliare. Molti in questa coorte di età inferiore ai 40 anni hanno iniziato in piccolo facendo offerte online durante la pandemia, ma le case d’aste affermano che stanno iniziando a cercare articoli con biglietti più grandi e rimodellando i gusti globali in base ai propri. Di conseguenza, le case si stanno affrettando a modificare le loro offerte per adattarle, da orologi e borse di fascia alta a scarpe da ginnastica da collezione e opere d’arte taglienti.

Poiché i blocchi legati alla pandemia hanno impedito ad alcune case come Phillips di spedire in anteprima i momenti salienti delle loro imminenti vendite a Hong Kong o Shanghai, la casa ha affermato di aver invece organizzato chat video e inviato video di realtà virtuale a potenziali offerenti lì.

Non si sa come reagiranno i collezionisti di Hong Kong o della Cina continentale se il governo cinese seguirà i suoi piani mettere in pausa la sua recente repressione delle aziende tecnologiche, che avevano incluso piani per limitare il tempo che i giovani potevano trascorrere sui loro telefoni cellulari.

I collezionisti in Cina hanno fatto di Javier Calleja, all’estrema sinistra, una superstar globale, il cui “I Hope You Don’t Mind” è stato venduto il mese scorso per $ 850.727 da Sotheby’s Hong Kong. Visualizzato accanto a Mr. Il pezzo di Calleja all’anteprima della vendita: Opere di Edgar Plans e Hilary Pecis.


Foto:

PETER PARKS/Agence France-Presse/Getty Images

I rivenditori affermano che il nuovo afflusso che entra nel mercato dell’arte vuole mostrare il loro stile di vita colto sui social media e oltre, e stanno colpendo il mercato dell’arte a frotte. Sotheby’s ha detto che vende opere d’arte ad almeno 4.000 collezionisti asiatici di età inferiore ai 40 anni, il doppio rispetto a tre anni fa.

Sostenuto in parte dalla loro esuberanza, lo scorso anno le vendite complessive di opere d’arte in Cina sono cresciute del 35% a 13,4 miliardi di dollari, secondo un rapporto sul mercato dell’arte pubblicato dalla fiera svizzera Art Basel e

UBS

due mesi fa

Carson Guo aveva solo 17 anni quando ha vinto un set di tavole da skateboard da $ 800.000 da Sotheby’s.


Foto:

Carson Guo/Sotheby’s

David Chau, un collezionista di 37 anni di Shanghai e fondatore della fiera Art021 di quella città, è probabilmente un anziano statista del set millenario. Sig. Chau ha iniziato a scambiare carte sportive e fumetti dopo che i suoi genitori lo avevano mandato in un collegio canadese all’età di 9 anni. Quando era una matricola del college a Vancouver, stava acquistando $ 2.000 opere su carta di Dayu Wu, un predecessore degli anni ’20 del maestro moderno Zou Wou-Ki che da allora ha goduto della propria ondata di mercato.

Sig. Chau ha detto che in seguito ha raccolto una piccola somma rivendendo i suoi primi acquisti, e ha detto che vede la stessa energia speculativa tra i collezionisti emergenti della Cina oggi. (Ha detto che non vende più opere d’arte dalla sua collezione, ora parte della sua CC Foundation che finanzia l’arte.)

“I collezionisti più giovani ottengono le loro informazioni dai social media, ma lavorano sodo e stanno lavorando di più ora per raccogliere”, ha detto.

Tenere conto Yayoi Kusama, l’artista giapponese noto per dipingere pois sulle zucche e creare stanze immersive con specchi pieni di luci scintillanti. SM. Wong da Sotheby’s ha detto che i millennial della Cina continentale e di Hong Kong hanno recentemente individuato la possibilità di fare affari allontanandosi dalle zucche per acquistare invece i dipinti più vecchi di Kusama, “Infinity Net” della fine degli anni ’50. Quattro anni fa, la tariffa corrente per un dipinto “Netto” del 1959 era inferiore a $ 6 milioni. Ora, tali pezzi sono stati venduti fino a $ 8 milioni da Sotheby’s Hong Kong, secondo il database delle aste

Artnet.

Negli ultimi due anni a Hong Kong, l’imprenditore e collezionista di marketing della moda Federico Tan ha detto di aver visto i collezionisti locali mettersi in fila per acquistare dipinti di personaggi giocosi di diversi artisti spagnoli nelle gallerie e nelle aste di Hong Kong e Shanghai.

L’imprenditore e collezionista di orologi Daniel Sum ha detto che “è stata una rivelazione” quando ha incontrato altri giovani collezionisti che condividevano il suo hobby. Oggi gestisce un podcast e un gruppo di comunità con sede a Shanghai per gli appassionati di orologi.


Foto:

Daniele Somma

Oggi, alcuni di questi artisti come Javier Calleja ed Edgar Plans sono star dell’arte internazionale, che vendono rispettivamente fino a $ 1,5 milioni e $ 690.000 all’asta. Nel 2019, le case d’asta della Cina continentale vendevano Mr. I pezzi di Calleja per circa $ 30.000, lo stesso importo Mr. I lavori di Plans erano in vendita nell’autunno del 2020. Mr. Tan vede lo stesso set di creatori di gusti allinearsi ora attorno al Kasing Lung di Hong Kong, noto per aver disegnato personaggi simili a mostri.

“Sembra quasi ogni giorno di sentire parlare di un altro giovane artista che sta per esplodere,” Mr. Tan ha detto, “e le persone qui a Hong Kong sono alimentate dalla FOMO”, o dalla paura di perdersi.

Il fatto che i collezionisti globali possano prendere spunto per l’acquisto di opere d’arte dai collezionisti di Hong Kong segna un importante cambiamento rispetto a 15 anni fa, quando i gusti di New York dominavano la scena artistica globale e le case d’asta spesso inviavano arte occidentale a Hong Kong. Eppure Justin Sun, il 31enne creatore dell’exchange di criptovalute Tron, si è detto incuriosito tanto dai neolaureati quanto lo è dalla scultura “Naso” di Alberto Giacometti da 78,4 milioni di dollari che ha vinto a Sotheby’s lo scorso autunno. Prendendo atto, le case d’asta ora portano potenziali star dell’arte a Hong Kong e Shanghai per vedere come se la cavano all’inizio.

La scorsa settimana, durante le vendite primaverili di Sotheby’s a Hong Kong, che hanno venduto 496 milioni di dollari in opere d’arte, i millennial asiatici e i collezionisti della Gen-Z, o persone sotto i 30 anni, hanno rappresentato un terzo delle offerte, ha affermato la casa. Phillips ha tenuto una vendita “New Now” a Londra più o meno nello stesso periodo in cui i millennial della Cina continentale e di Hong Kong hanno vinto pezzi degli artisti emergenti Georgia Dymock, Caleb Hahne e Tala Madani.

Un giovane collezionista in Cina ha anche vinto il pezzo del 2021 di Tala Madani, “Rollercoaster”, per $ 4.815 in una recente vendita di Phillips a Londra.


Foto:

Philips

“I giovani collezionisti qui hanno un enorme potere d’acquisto e stanno rifiutando i gusti dei loro genitori perché si fidano dei loro”, ha affermato Jonathan Crockett, presidente dell’Asia di Phillips.

Altre categorie di collezionismo stanno già godendo di una certa approvazione da parte del gusto cinese: orologi di FP Journe e Patek Philippe, borse Hermès, sigari vintage, libri della prima edizione, vino e figurine di giocattoli.

Mark Cho, un giovane collezionista di orologi di Hong Kong, ha affermato che i suoi colleghi sono “senza paura” quando si tratta di acquistare opere d’arte.


Foto:

Sam Wong

Mark Cho, un collezionista di 38 anni che divide il suo tempo tra Hong Kong, Londra e New York, ha detto che molti dei suoi amici in Cina hanno iniziato a collezionare opere d’arte durante la pandemia mentre erano bloccati a casa. “Hanno conosciuto solo un mercato in rialzo, quindi non hanno paura”, ha detto il sig. Cho, che gestisce una boutique di abbigliamento maschile chiamata The Armoury.

Sig. Cho ha iniziato a collezionare fotografie e orologi nei suoi primi anni ’20 come attività solitaria, ma l’anno scorso ha avviato un gruppo di collezionisti di orologi a Hong Kong in parte per poter incontrare altri come lui. Circa 20 persone ora si presentano regolarmente nello spazio del club privato del suo amico in città per parlare di orologi. Sig. Cho ha detto che in genere si presenterà indossando uno dei suoi modelli Patek degli anni ’30 e ’40. Tali modelli si sincronizzano con il suo stile in tweed.

“Gli orologi sono un buon inizio di conversazione”, ha detto. “Ho finito di parlare del tempo.”

Jaclyn Li, una ventiquattrenne originaria di Harbin, nel nord della Cina, che attualmente studia economia e psicologia ad Harvard, ha detto che la raccolta funziona nella sua famiglia. Crescendo, ha visto suo nonno raccogliere francobolli e dipinti di pergamene mentre suo padre collezionava vecchie Jeep e accendini Zippo. Da adolescente, la sig. Li ha iniziato a collezionare scarpe da ginnastica, a un certo punto pagando $ 3.000 per un paio di Nike SB Paris Dunk Lows che, secondo lei, ora valgono circa $ 100.000.

La collezionista di orologi Jaclyn Li è ancora una studentessa universitaria, ma sta costruendo una collezione blue chip che include di tutto, da un Patek Philippe 3970P a un Patek del 1926 a un Cartier Santos-Dumont con quadrante color salmone.


Foto:

Jaclyn Li

Lo scorso autunno, la sig. Li ha pagato quasi $ 500.000 per un orologio FP Journe da Phillips Hong Kong, parte di una collezione di 30 orologi di fascia alta che ha accumulato negli ultimi due anni, principalmente Cartier e Patek vintage. “Ho questo orologio Patek del 1926”, ha detto, “e anche se non conosco il proprietario originale, mi piace immaginare cosa sia sopravvissuto per poterlo indossare. Questo hobby è molto emozionante per me”.

Lung Lung Thun, una 32enne che sovrintende alla propria intermediazione mobiliare a Hong Kong, l’anno scorso ha avviato un podcast per collezionisti di orologi chiamato “The Waiting List” con la sig. Li e un altro collezionista, Daniel Sum. Sig. Sum è noto per aver avviato la Shanghai Watch Gang, un popolare gruppo di comunità per i fan degli orologi il cui Instagram è pieno di orologi al polso. Thun ha detto che non può competere con i collezionisti di pesi massimi che acquistano opere delle dimensioni di una parete Jean-Michel Basquiat. A causa delle dimensioni ridotte di alcuni appartamenti in città come Hong Kong, ha affermato che i collezionisti spesso si limitano ad acquistare oggetti fisicamente piccoli come orologi, gioielli, libri e borse. Anche i videogiochi sono un oggetto da collezione. “Tutto ciò che possono sfoggiare fuori casa è più popolare”, ha detto, per ora.

CONDIVIDI I TUOI PENSIERI

In che modo i giovani collezionisti d’arte cinesi daranno forma al futuro del settore?

Copyright ©2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close