Celebrity

Analisi: i reali cercheranno di riportare il principe Andrea nella vita pubblica?

Una versione di questa storia è apparsa nell’edizione del 29 aprile di Royal News della CNN, un settimanale che ti offre la traccia interna della famiglia reale britannica. Iscriviti qui.

<


Londra
CNN

La causa per violenza sessuale contro il principe Andréj è stato risolto, ma è ancora molto sotto processo presso il tribunale dell’opinione pubblica – e gran parte della Gran Bretagna ha già raggiunto il verdetto.

L’ultimo giudizio schiacciante contro il secondo figlio della regina è stato emesso dai consiglieri della città di York, nel nord dell’Inghilterra, che mercoledì hanno votato all’unanimità per privare il principe della sua libertà della città.

Questo onore gli è stato conferito nel 1987 e la sua rimozione invia un messaggio forte: Andrew, il duca di York, è indesiderato nel luogo da cui prende il titolo reale.

La mossa è stata sostenuta da partiti di tutto lo spettro politico. Il gruppo più numeroso del consiglio, i Liberal Democratici, ha dichiarato in una dichiarazione: “Abbiamo chiarito che non è appropriato che il principe Andréj rappresenti York e i suoi residenti. La rimozione di questo titolo invia il messaggio giusto che noi come città siamo con le vittime di abusi”.

Il principe Andréj non è stato ritenuto colpevole di alcun crimine; ha evitato un processo completo da stabilirsi in via extragiudiziale con il suo accusatore, Virginia Guiffre, che ha affermato che Andrew l’ha abusata sessualmente in proprietà di proprietà del ricco molestatore sessuale Jeffrey Epstein. Andrew ha ripetutamente negato di aver commesso un errore.

Nonostante la conclusione della causa civile, la lunga associazione di Andrew con Epstein ha rovinato la sua reputazione di anziano reale.

Il consigliere di York Darryl Smalley disse il prossimo passo logico “sarebbe per il principe Andrea fare la cosa giusta e rinunciare al suo titolo di duca di York.”

Quel titolo era un regalo di nozze della regina e per revocarlo sarebbe stato necessario un voto al parlamento britannico. Nessuno ha ancora presentato una tale mozione. Ma se lo fanno, e passa, Elizabeth dovrebbe firmarlo in legge nel suo ruolo di capo di stato. Questa sarebbe l’ultima indegnità per il principe, che ha già dovuto accettare di smettere di usare il titolo di “Sua Altezza Reale” dopo essere stato privato dei suoi doveri reali e dei suoi patrocini da sua madre.

Andrew ha accompagnato la regina lungo il corridoio al servizio funebre di suo padre.

Potrebbe non arrivare a quel punto. Il membro del Parlamento di York Central, Rachael Maskell, ha suggerito che Andrew potrebbe rinunciare volontariamente al suo titolo.

Non vi è alcun suggerimento dal principe Andrew che abbia intenzione di farlo. Se lo facesse, il suo ultimo titolo rimasto sarebbe “Principe”, che è un diritto di primogenitura per qualsiasi figlio del monarca. Ancora una volta, per toglierlo sarebbe necessario un atto del Parlamento.

Andrew è stato privato dei suoi titoli militari e dei suoi patrocini di beneficenza a febbraio. Una fonte reale ha detto alla CNN all’epoca che non avrebbe più utilizzato lo stile “Sua Altezza Reale” in qualsiasi veste ufficiale, aggiungendo che la decisione è stata “ampiamente discussa” tra la famiglia reale.

Né Buckingham Palace né il portavoce personale di Andrew hanno avuto commenti da fare sul voto del consiglio a York, ma il fatto che il principe continui a fare notizia prima delle celebrazioni del giubileo di platino della regina a giugno sarà frustrante per coloro che sono coinvolti nell’accumulo.

E resta da vedere se la famiglia reale sia propensa a cedere alle pressioni nei confronti di Andrea, oppure prendere la strada opposta tentando di reintrodurlo gradualmente alla vita pubblica.

Anche se non ha più un ruolo ufficiale, fa ancora parte della famiglia. Ecco perché abbiamo visto Andrew al servizio funebre del principe Filippo, che è stato trasmesso in televisione ma è stato principalmente un evento familiare. Le sopracciglia si alzarono quando Andrew emerse, accompagnando sua madre lungo il corridoio fino al suo posto, per ricordare che la rabbia pubblica non detterà ogni decisione presa dal palazzo.

La famiglia valuterà ora se o come integrare Andrea negli eventi giubilari. Il pensiero attuale è che non sarà coinvolto nei procedimenti più formali e ufficiali, ma potremmo vederlo quando la famiglia farà la sua tradizionale apparizione sul balcone di Buckingham Palace.

Il principe Edoardo e Sophie, contessa di Wessex, hanno visitato una scuola superiore a St.  Lucia il 28 aprile 2022.

Un altro duro tour reale nei Caraibi.

Il principe Edoardo e Sophie, la contessa di Wessex, sono diventati la seconda coppia reale nel giro di poche settimane ad affrontare domande imbarazzanti sul posto della monarchia nel mondo durante un tour nei Caraibi.

Il primo ministro di Antigua e Barbuda ha detto alla coppia che la nazione vuole “diventare un giorno una repubblica” in un incontro faccia a faccia lunedì, mesi dopo che le Barbados hanno fatto il passo e tagliato i legami formali con la regina.

Edward, il figlio più giovane della regina Elisabetta, ha riso nervosamente in risposta ai commenti, secondo l’agenzia di stampa britannica PA Media, che era in viaggio.

Il primo ministro Gaston Browne ha anche sollevato la questione del risarcimento per la schiavitù, una questione che è emersa spesso nelle proteste negli ultimi mesi.

Edward e Sophie hanno affrontato piccole ma consistenti dimostrazioni ai margini dei loro impegni ufficiali durante il tour multinazionale. A S. Lucia, un piccolo gruppo di forse ha picchettato una passeggiata reale. Un manifestante ha detto ad PA: “Vogliamo riparazioni ora. La regina d’Inghilterra deve scusarsi per la schiavitù”.

La coppia ha già cancellato una tappa del loro tour all’ultimo minuto, annunciando bruscamente la scorsa settimana che non avrebbero visitato Grenada. Non è stato fornito alcun motivo per il rinvio.

I tour reali hanno attratto da tempo, ma il tono di queste manifestazioni è cambiato negli ultimi mesi poiché il concetto di repubblicanesimo è entrato nel regno della realtà in alcune nazioni.

Una volta sarebbe stato straordinario per un leader del Commonwealth dire ai reali anziani, davanti alla stampa, che vogliono lasciarsi alle spalle la monarchia. Ma Edward e Sophie devono essersi aspettati che il problema sarebbe emerso questa volta.

Sophie ed Edward posano a un'esibizione a St.  Lucia.

Segue il loro viaggio un disastroso tour ai Caraibi dal principe William e Catherine, duchessa di Cambridge a marzo. Quella visita è stata deragliata dalle grandi proteste e dalle goffe foto-op della coppia. Sebbene la visita dei Wessex non abbia provocato lo stesso contraccolpo, mostra le complesse preoccupazioni che i reali devono affrontare quando visitano il Commonwealth.

I legami della famiglia reale con la schiavitù risalgono al XVI secolo. Secondo un articolo negli archivi nazionali del Regno Unito, la regina Elisabetta I fornì al mercante di schiavi John Hawkins la sua nave “specificamente allo scopo di catturare gli africani sulla costa dell’Africa occidentale”. I successivi membri della famiglia reale investirono molto nella tratta degli schiavi e molte delle grandiose dimore signorili in Gran Bretagna oggi furono costruite sui profitti della schiavitù e dello sfruttamento coloniale.

Il principe William ha affrontato l’argomento durante il suo viaggio di marzo, discutendo del ruolo storico della Gran Bretagna nella schiavitù nel suo unico discorso durante la sosta della coppia in Giamaica, denunciando la pratica “ripugnante” ed esprimendo il suo “profondo dolore”.

Ma alcuni manifestanti chiedono una risposta più concreta, come scuse formali da parte dei reali, o risarcimenti ai paesi colpiti.

In alcune parti del Commonwealth, l’eredità della schiavitù rimane al centro e, poiché queste domande persistono, la portata globale della monarchia potrebbe retrocedere ulteriormente.

La regina è tornata a Windsor.

Elisabetta II era di umore allegro quando tornò al Castello di Windsor dopo una vacanza di una settimana nella sua tenuta di Sandringham. La regina ha incontrato giovedì il presidente della Svizzera e potrebbe partecipare all’apertura statale del parlamento tra due settimane, prima delle sue celebrazioni giubilari all’inizio di giugno. Gli osservatori saranno sollevati nel vederla tornare al lavoro. Nei mesi scorsi la Regina ha sofferto di Covid ed è stata costretta a ritirarsi dai servizi pasquali per problemi di mobilità.

La regina ha ricevuto giovedì il presidente della Svizzera al castello di Windsor.

Charles saluta in Ucraina.

“Sei incredibile, ma non può essere facile.” Questo è ciò che il principe Carlo ha detto ai giornalisti della BBC Lyse Doucet e Clive Myrie, che hanno trascorso diverse settimane in Ucraina per seguire l’invasione della Russia, mentre visitavano giovedì il quartier generale dell’emittente a Londra. Era lì per brindare al 90° anniversario del BBC World Service e ha elogiato i giornalisti per aver fornito la “verità imparziale” dalle zone di conflitto. “Ci vuole un sacco di coraggio”, ha aggiunto parlando con Doucet. Il futuro della BBC, e in particolare la sua produzione globale, è stato messo in discussione sin dal Il governo britannico ha tagliato i fondi alla rete a gennaio.

I pupazzi di Ed Sheeran e Corgi si iscrivono per tifare la Regina.

Stanno emergendo dettagli sul festival pubblico che segnerà il giubileo di platino della regina a giugno – e suona come uno spettacolo eclettico. Un tributo musicale di Ed Sheeran farà parte del Platinum Jubilee Pageant da 15 milioni di sterline, è stato confermato martedì. Anche un branco di marionette corgi sarà al centro della scena, in quella che secondo gli organizzatori sarà una scena di “caos umoristico” su The Mall fuori Buckingham Palace. Altri momenti salienti includono il cantante Cliff Richard, un artista aereo sospeso sotto un gigantesco pallone ad elio, un gruppo di ballerini di palo di maggio e una torta nuziale commovente che suonerà successi di Bollywood. Ci riserviamo il giudizio fino al grande giorno.

Hannah McKay/WPA Pool/Getty Images

Ultime notizie: il principe Carlo e Camilla si cimentano nella trasmissione dal set di BBC News a Londra. Charles ha detto di aver visto i giornalisti “tremare sui tetti” durante i loro reportage dall’Ucraina.

“Difendiamo coloro che hanno bisogno di essere difesi. Il servizio e il sacrificio sono nel nostro sangue e non dimenticarlo mai”.

il principe Harry

Il principe Harry ha tenuto un potente discorso ai concorrenti per chiudere gli Invictus Games nei Paesi Bassi. Il torneo da lui fondato è stato rinviato due volte a causa della pandemia e ha finalmente tenuto la sua quinta edizione questo mese all’Aia.

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close