Celebrity

Cosa capisce Nicolas Cage sull’essere una star del cinema

Il peso insopportabile del talento massiccio, il film in cui Nicolas Cage interpreta se stesso, sembra il tipo di progetto creato solo per poter diventare “Nicolas Cage”. La storia segue “Nick”, una versione romanzata dell’attore, mentre si reca a Maiorca per la festa di compleanno di un superfan, e offre molte possibilità a Cage di diventare davvero, veramente strano. Viene costretto a spiare il superfan, un uomo di nome Javi (interpretato da Pedro Pascal), per la CIA. Immagina spesso conversazioni con “Nicky”, il suo giovane, Cuore selvaggio–era sé. E trascorre una parte significativa del film scrivendo un film su se stesso e Javi mentre assumeva LSD. Fuori campo, l’attore ha coltivato a lungo una persona più grande della vita: È il ragazzo che possiede due castelli e chiama il suo stile di recitazione “nouveau sciamanico”. Peso insopportabile cerca di liberare allegramente quanto più possibile quel lato di Cage.

<

Ma Cage, nonostante i dirottamenti della trama frenetica, non incarna le sue eccentricità così pienamente come i suoi fan potrebbero aspettarsi. Invece, interpreta Nick come un uomo che vuole semplicemente fare un buon lavoro e fare bene la sua famiglia, e che sembra essere una star del cinema. Potrebbe sembrare una scelta noiosa per l’attore notoriamente intenso. A quanto pare, tuttavia, la sua performance porta alla luce un’osservazione sorprendentemente sfumata su Cage e sulla sua carriera: che per quanto strano possa sembrare, il suo rapporto con il suo pubblico è più strano di qualsiasi contorsione facciale degna di un meme, intervista sbalorditiva o sgargiante ruolo.

Diretto e co-sceneggiato da Tom Gormican, Peso insopportabile avrebbe potuto essere un’ampia parodia o un progetto di vanità. Ma quella barzelletta centrale – che Cage è strano – si sta avvicinando alla data di scadenza; Cage non ha mai evitato di impegnarsi con le proprie idiosincrasie, sia che si tratti di prendersi gioco di se stesso Sabato sera in diretta o da Affrontare il ridicolo sulla stampa. Con una carriera piena di ruoli che svelano l’identità come gli sceneggiatori gemelli in cui ha recitato Adattamentolui è anche un attore capace impallidire alla possibilità di scavare più a fondo nella propria opera.

Rendere Nick il più radicato possibile crea un’affascinante tensione sullo schermo tra le aspettative per la performance di Cage e ciò che finisce per offrire. Sì, la sceneggiatura non è neanche lontanamente così profonda Essere John Malkovich‘S, Per quanto riguarda i film con meta-narrazioni, ma ogni volta che una scena sembra portare a una battuta sulle insolite inclinazioni di Cage, l’attore la immerge in una dolcezza inaspettata. Quando Nicky proclama in modo aggressivo di essere una star del cinema, Cage risponde come un fratello maggiore confuso, stanco ma grato per la fiducia in se stesso da giovane. Quando Nick esegue spontaneamente una canzone per sua figlia nel bel mezzo della festa del suo sedicesimo compleanno, Cage immerge la sequenza nella disperazione e nell’angoscia, iniettando sincerità in un momento assurdo. Questo è Nicolas Cage che fa quello che Nicolas Cage sa fare meglio: rendere interessante il materiale che gli ha dato, anche se a proprie spese.

Pedro Pascal e Nic Cage sull'acqua
(Katalin Vermes/Lionsgate)

Nelle scene al fianco di Pascal, Cage è ancora meglio. Pascal eguaglia la devozione di Cage nel creare un essere umano plausibile in mezzo alla stupidità incessante della trama, e le loro scene scoppiettano con un’energia giocosa. Nick, quando arriva a Maiorca, ha deciso di smettere di recitare, ma Javi lo ispira a continuare a provare. I due iniziano a scrivere una sceneggiatura insieme e, nel processo, spesso recitano scenari esagerati senza preavviso, creando momenti in cui l’impegno di Nick per il suo mestiere viene presentato come una risorsa indispensabile piuttosto che una battuta finale, anche se Javi è il solo uno che apprezza il suo sforzo.

Le esibizioni della coppia aiutano a spostare il film dalla follia di Nick al modo in cui una celebrità e un fan possono dipendere l’uno dall’altro per la convalida, la soddisfazione e la motivazione. Cos’è una star del cinema, dopo tutto, se non ha nessuno che apprezzi le sue stranezze? E chi è Nicolas Cage, in particolare, se non viene visto come “Nicolas Cage, l’eccentrica celebrità di Hollywood”? Cage interpreta Nick come un uomo che brama e detesta quella dinamica, colto alla sprovvista dall’abbraccio sincero di Javi nei suoi confronti. Anche nelle scene che richiamano i film d’azione degli anni ’90 che hanno reso Cage un nome familiare – tutte le sparatorie, gli inseguimenti in auto e gli scontri con pistole – Cage e Pascal sono magnetici da tenere d’occhio per la loro serietà.

Ancora Peso insopportabile chiarisce che tale connessione è anche intrinsecamente tenue, un’adorazione unilaterale che può virare terribilmente vicino all’ossessione. Per Javi, Nick non può sbagliare. (“Aveva ragione,” sospira dopo il loro primo incontro.) Ma Nick capisce che Javi ha un’immagine di lui nella sua mente che è troppo perfetta, troppo facilmente offuscata dal vero uomo. Mentre la posta in gioco della storia aumenta con la rivelazione che Javi è un signore del crimine che Nick deve aiutare la CIA a sconfiggere, Peso insopportabile interroga la fragilità di quel rapporto: Cage trasuda una tranquilla devastazione per la prospettiva di deludere un fan, perché ciò significherebbe perdere una sorta di raro supporto.

I fan della gabbia sono una razza singolare; Restare con lui nel corso della sua decennale carriera ha significato sempre difendere le sue scelte, essere deriso per averlo fatto e tifare per un idolo che spesso ha sfidato la buona volontà che deriva dall’essere una star del cinema. A volte, Cage e Pascal interpretano il legame dei loro personaggi come una storia d’amore, catturando il fandom come una storia d’amore che è elettrizzante e contorta allo stesso tempo. Quando Javi mostra a Nick la sua vasta collezione di accessori legati a Nick, inclusa una sua statua a grandezza naturale Affrontare/Off personaggio, completo delle sue pistole d’oro: Nick osserva la vista con uno sguardo di soggezione e paura. Quando finalmente i due si confrontano sulle loro missioni segrete, Nick sembra angosciato, come se non fosse in grado di esprimere completamente il suo dolore.

Naturalmente, il film continua a raccontare molte battute su Cage, battute che lui prende al passo. Ci sono battute incastonate nelle meta osservazioni sulla carriera di Cage e sullo stato attuale del cinema di Hollywood. Ci sono gag visive e parodia del suo lavoro. Ma l’approccio inaspettato di Cage all’interpretare se stesso tiene insieme il progetto, specialmente quando la trama esagerata e i personaggi secondari dimenticabili minacciano di capovolgerlo. Ha un senso di Nick, abbastanza da aiutare le idee più folli della storia ad atterrare, perché si concentra non sull’eccentricità del suo personaggio, ma sul suo feroce bisogno di accettazione. Nicolas Cage, anche dopo tutti i meme e tutto il ridicolo, sa ancora esattamente cosa fare con il peso della sua intensità unica, compreso quando ricomporre.

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close