Art

Cose divertenti da fare a New York questo maggio 2022

Cerchi qualcosa da fare a New York? Andate a vedere l’Asian Comedy Fest allo Stand Up NY e Caveat o il cantante britannico Nilüfer Yanya alla Webster Hall. Porta i bambini alla nostra prima fiera d’arte, come parte di NADA New York. Oppure puoi ancora vedere “Hangmen” a Broadway e il blockbuster di Jacques-Louis David al Metropolitan Museum of Art.

<

venerdì alle 18, 20 e 22 presso Stand Up NY, 236 West 78th Street, Manhattan; standupny.com. sabato alle 18, 20 e 22 presso Caveat, 21A Clinton Street, Manhattan; caveat.nyc

Per il terzo anno consecutivo, Ed Pokropski, scrittore e produttore di NBCUniversal, produttore e comico Kate Moran hanno riunito dozzine di artisti per questo festival e, come l’anno scorso, sono proprio in tempo per festeggiare Mese dell’eredità americana del Pacifico asiatico. Saranno presenti i sei spettacoli Julia Shiplett, Michael Cruz Kayne, Usama Siddiquee, Karen Chee con la burattinaia Kathleen Kim, i podcaster di “Sentirsi asiatico”, e Yuhua Hamasaki da “La corsa di resistenza di RuPaul”. La scaletta di venerdì alle 20:00 include forse l’artista più vivace del festival: Jes Tom, un comico trans non binario che recita insieme nella nuova commedia romantica di Hulu “Crush”. (Anche Tom sarà il titolo il proprio spettacolo il 14 maggio alla Bell House.) I biglietti partono da $ 25 per spettacolo ($ 65 per un pass per tutta la notte) e sono disponibili presso asiancomedyfest.com. SEAN L. McCARTHY

Musica classica

venerdì e sabato alle 19:30 presso National Sawdust, 80 North Sixth Street, Brooklyn; live.nationalsawdust.org.

L’iterazione di quest’anno dell’annuale scoppio di musica contemporanea noto come MATA Festival è stata programmata dal compositore e sassofonista contralto Dario Jones. Per le ultime due serate del festival, Jones ha messo insieme una serie di opere di artisti più giovani venerdì e una delle sue sabato. Il concerto di venerdì vedrà la partecipazione di artisti importanti come Travis Laplante, che dovrebbe suonare il suo sassofono tenore solista opus “Il luogo ovvio”. E la performance di sabato offrirà la prima mondiale del pezzo di Jones “Colored School No. 3″, che fa riferimento a un edificio di Brooklyn un tempo utilizzato come scuola segregata per bambini neri all’inizio del XX secolo. I biglietti per ogni notte costano $ 25. SETH COLTER PARETI

Pop rock

Sabato alle 19:30 presso Webster Hall, 25 East 11th Street, Manhattan; websterhall.com.

Sebbene da adolescente sia stata scelta per far parte di un gruppo femminile formato da Louis Tomlinson degli One Direction, Nilüfer Yanya ha scelto un percorso autodeterminato rispetto alla prospettiva della celebrità del pop. L’album di debutto della cantante britannica, del 2019, conteneva note di jazz e indie pop, ma si appoggiava prevalentemente all’alt-rock, mettendo in mostra le note di chitarra che aveva affinato da quando aveva preso in mano lo strumento all’età di 12 anni. Il secondo lavoro di Yanya, pubblicato a marzo, segue l’esempio ma riduce il suo suono alle componenti essenziali: melodie ondeggianti, ritmi nitidi, lavoro di chitarra tortuoso ricorda i Radiohead. Ironicamente intitolato “Painless”, l’album è pieno di spine, i suoi testi affrontano gli effetti collaterali arbitrari e dannosi del desiderio. Sabato, Yanya è a capo di un cartellone che comprende anche altre due cantanti-chitarriste: Ada Lea e Tasha. I biglietti partono da $ 25 e sono disponibili a axs.com. OLIVIA CORNO

giovedì dalle 16:00 alle 20:00; venerdì e sabato dalle 11:00 alle 19:00; domenica dalle 11:00 alle 17:00 presso NADA New York, Pier 36, 299 South Street, Manhattan; newartdealers.org.

Mentre la New Art Dealers Alliance si è sempre occupata dei membri più giovani dell’azienda, sarebbe difficile trovare espositori più giovani di alcuni che si sono presentati alla fiera di quest’anno NADA New York esposizione. Sono gli imprenditori fino a 12 anni a cui partecipano La nostra prima fiera d’artepresentato dall’alleanza e dal Museo delle arti per bambini. Qui i ragazzi espongono e valutano le loro creazioni, ricevendo tutti i proventi. I piccoli artisti che hanno mancato la scadenza per la presentazione di aprile possono comunque contribuire con un contributo un modulo obbligatorio e consegnandolo, insieme al loro lavoro, alla fiera. Sabato dalle 14:00 alle 16:00 parteciperanno anche gli educatori museali, fornendo materiale artistico e aiutando con gli ingressi dell’ultimo minuto. Ciò che non si vende va alla collezione permanente del museo, una distinzione non da poco. Passa la NADA a partire da $ 40; sono gratuiti per i bambini. LAUREL GRAEBER

In corso al Film Forum, 209 West Houston Street, Manhattan; filmforum.org.

Hai visto quello di Brian De Palma “Spegnere”? “Diva” è il Altro film principale del 1981 (uscito negli Stati Uniti nel 1982) che coinvolge un protagonista con una registrazione audio di patate calde, o tecnicamente due: Jules (Frédéric Andrei), postino e fan dell’opera, registra segretamente una cantante stella, Cynthia Hawkins ( il soprano nella vita reale Wilhelmenia Wiggins Fernandez), che si impegna a cantare solo dal vivo, in un’esibizione a Parigi. Poco dopo, entra inconsapevolmente in possesso di un altro nastro che potrebbe rivelare un’operazione internazionale di traffico di droga e sesso.

Ma le folli convoluzioni della trama non sono certo il punto. “Diva”, diretto da Jean-Jacques Beineix, che morto a gennaio, è forse il film più identificato con una tendenza in Francia che divenne nota come il cinéma du look, film per i quali lo stile visivo e l’atteggiamento hanno lasciato le impressioni prevalenti. In una stampa proiettata al Film Forumle sfumature di blu sono abbaglianti e anche un elaborato inseguimento attraverso la metropolitana di Parigi è emozionante. BEN KENIGSBERG

venerdì e sabato alle 19; lunedì alle 18:30 presso Sky Rink, 61 Chelsea Piers, Manhattan; chelseapiers.com.

Dopo perno sul marciapiede durante la pandemia, l’Ice Theatre di New York torna al suo vero ambiente, che è anche un luogo adatto per riflettere sul cambiamento climatico. Come parte della sua stagione casalinga, la compagnia presenterà la premiere di “Of Water and Ice” del coreografo Jody Sperling, che attinge la sua ricerca nell’Artico ed è musicato da DJ Spooky. Ad esso si aggiungeranno in programma altre 10 opere, molte delle quali anche nuove, con colonne sonore che vanno da Philip Glass a Rachmaninoff a Madonna. Tuttavia, non aspettarti una serie di prodezze acrobatiche simili a Nathan Chen; L’azienda, fondata nel 1984, è radicata nell’arte della danza sul ghiaccio, che unisce il etica del ballo da concerto con la velocità, lo slancio e la forza del pattinaggio su ghiaccio. Due dei più famosi praticanti della forma, i campioni britannici Jayne Torvill e Christopher Dean, saranno onorati alla performance di gala di lunedì. I biglietti partono da $ 25 e sono disponibili a icetheatre.org. BRIAN SCHÄFER


Scelta della critica

Fino al 18 giugno al Golden Theatre di Manhattan; hangmenbroadway.com. Durata: 2 ore 20 minuti.

In Martin McDonagh, vincitore dell’Olivier Award, ambientato negli anni ’60, un minaccioso mod londinese (Alfie Allen di “Game of Thrones”) entra in un cupo pub dell’Inghilterra settentrionale gestito da un ex boia (David Threlfall). Segue una commedia nera come la pece. Diretto da Matthew Dunster, questa produzione è stata un successo prepandemico in centro. Leggi la recensione.

Fino al 26 giugno all’Hudson Theatre, Manhattan; plazasuitebroadway.com. Durata: 2 ore 40 minuti.

Matthew Broderick e Sarah Jessica Parker si divertono nella commedia fisica mentre interpretano due coppie sposate e una coppia di fidanzati di una volta nel primo revival a Broadway del trio di farse in un atto di Neil Simon, un successo alla sua prima nel 1968. John Benjamin Hickey dirige. (Sul palco dell’Hudson Theatre. La tiratura limitata termina il 1 luglio.) Leggi la recensione.

Scelta della critica

Fino al 10 luglio al Circle in the Square, Manhattan; americanbuffalonyc.com. Durata: 1 ora e 40 minuti.

Laurence Fishburne, Sam Rockwell e Darren Criss si alleano per la tragicommedia verbalmente esplosiva di David Mamet, ambientata in un rigattiere di Chicago, dove una coppia inetta di piccoli criminali e il loro sfortunato giovane lacchè tramano il furto di un raro nichelino. Neil Pepe dirige. Leggi la recensione.

Al Winter Garden Theatre, Manhattan; musicmanonbroadway.com. Durata: 2 ore 45 minuti.

Hugh Jackman, alias Wolverine, torna sul palco nei panni del ciarlatano Harold Hill al fianco di Sutton Foster nei panni di Marian la bibliotecaria nell’attesissimo revival di Jerry Zaks della classica commedia musicale di Meredith Willson. È un biglietto caldo e uno degli spettacoli più stratosferici di Broadway. (Sul palco al Winter Garden Theatre.) Leggi la recensione.

Scelta della critica

Fino al 15 maggio al Metropolitan Museum of Art, 1000 Fifth Avenue, Manhattan; 212-535-7710, metmuseum.org.

Disegnatore Radicale”, Una mostra importante e seria, raccoglie più di 80 opere su carta di questo primo motore del neoclassicismo francese, dai suoi giovani studi romani ai suoi intransigenti anni giacobini, in prigione e poi nel gabinetto di Napoleone, fino al suo esilio finale a Bruxelles . È un’impresa accademica, con prestiti da due dozzine di istituzioni e scoperte mai viste prima da collezioni private. Attirerà gli specialisti che vogliono mappare il modo in cui David ha costruito le sue robuste tele a partire da schizzi preparatori e studi sui tendaggi. Ma per il pubblico, questo spettacolo ha un’importanza più diretta. Questo spettacolo ci costringe – e giusto in tempo – a riflettere attentamente sul vero potere dei film (e dei creatori di immagini) e sul prezzo della certezza politica e culturale. Cosa è bello e cosa è virtuoso? E quando abbraccia il terrore, a cosa serve davvero la bellezza? Leggi la recensione.

Scelta della critica

Fino al 5 giugno al Jewish Museum, 1109 Fifth Avenue, Manhattan; 212-423-3200, thejewishmuseum.org.

Rifugiato lituano sbarcato a New York nel 1949, Jonas Mekas è diventato uno dei fondatori della Film-Makers’ Cooperative, Film Culture rivista e Anthology Film Archives. Ha anche realizzato decine di film “diari” simili a collage. “The Camera Was Always Running” è la prima indagine museale di Mekas negli Stati Uniti e la sua curatrice, Kelly Taxter, ha affrontato l’arduo compito allestendo una retrospettiva ad alta velocità proiettata su una dozzina di schermi indipendenti.

La maggior parte dei film in mostra è suddivisa in pezzi proiettati contemporaneamente, così che il programma completo di 11 dura solo tre ore. Molti sono film di diari: registrazioni astratte caleidoscopiche di Mekas, suo fratello Adolfas, anche lui regista, e i bohémien di SoHo e i trapianti lituani della loro cerchia. Dal momento che lo scopo di tutto questo, ancor più che documentare la varietà della vita di Mekas in particolare, è catturare la magica incongruenza della vita in generale, la messa in scena ispirata di Taxter potrebbe persino rendere le opere più efficaci. Leggi la recensione.

Scelta della critica

Fino al 5 giugno al New Museum, 235 Bowery, Manhattan; 212-219-1222, newmuseum.org.

La prima retrospettiva locale di Ringgold in quasi 40 anni presenta le figure dell’artista nato ad Harlem, le tecniche artigianali e la narrazione in combinazioni innovative. E chiarisce che ciò che ha consegnato Ringgold a una traccia anomala mezzo secolo fa la mette in primo piano e al centro ora. La mostra inizia con un gruppo di dipinti di figure meditabondi e accarezzati degli anni ’60 chiamati “American People Series”. Tutte le immagini riguardano le gerarchie di potere; le donne sono a malapena presenti. Ringgold definì questo primo lavoro diffidente “super realista”.

Negli anni ’80, un’elaborazione sulla forma della trapunta dipinta, chiamata “trapunta di storie”, ha portato l’attenzione di Ringgold sia all’interno che all’esterno del mondo dell’arte. È il veicolo per il progetto di pittura più formalmente complesso e vivace di Ringgold, “The French Connection”. Nel complesso, sembra, nel tono, molto diverso dalle foto di “American People”, ma c’è anche la politica all’opera nei dipinti francesi. Leggi la recensione.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close