Celebrity

DAN WOOTTON: Johnny Depp non è vittima della cultura dell’annullamento

Dopo aver trascinato il mio culo attraverso l’Alta Corte per due anni, che ha provocato una perdita umiliante per lui e una completa vendetta per me, volevo sinceramente non parlare mai più di Johnny Depp.

<

In realtà mi dispiace per l’ex icona di Hollywood che è diventata una patetica scusa per un uomo.

Un essere umano con così tanto: tutti i soldi del mondo, l’accesso alle persone più influenti, i bambini che lo amano, i fan che rimarranno con lui attraverso letteralmente qualsiasi forma di comportamento documentato e dimostrabile, incluso l’abuso di una partner femminile. essere consumato da un desiderio irrefrenabile e incontrollabile di vendetta ad ogni costo.

Dan Wootton con Amber Heard.  La sua segnalazione è stata supportata da una sentenza del tribunale del novembre 2020

Dan Wootton con Amber Heard. La sua segnalazione è stata supportata da una sentenza del tribunale del novembre 2020

Rovinare la sua ex moglie Amber Heard è il suo obiettivo, non importa quanto costa, quante vite distrugge e quanto contamina per sempre la sua stessa reputazione.

Ma dopo aver visto il vile caso giudiziario svilupparsi negli Stati Uniti nelle ultime due settimane, mi sento moralmente obbligato a parlare.

Perché si sta sviluppando una narrativa completamente errata secondo cui Depp è in qualche modo vittima della cultura dell’annullamento, una tendenza vile che si sta diffondendo come una piaga nel mondo occidentale contro la quale deploro e che passo la mia vita professionale a fare campagna.

Il suggerimento è farsesco, dato che tutto questo pasticcio è stato creato da Depp.

Semmai si è cancellato!

Nell’aprile 2018, l’ormai famigerata colonna che ho scritto sul mio ex quotidiano The Sun, che in un titolo online chiamava l’attore una “picchiatrice di moglie”, parlava in realtà dell’ipocrisia di JK Rowling per aver appoggiato Depp su Amber mentre affermava di essere un sostenitore del movimento #MeToo.

Altro da Dan Wootton per MailOnline…

Anche se credevo che fosse un lavoro importante, sarebbe stato presto dimenticato se non avesse insistito nel farmi causa per aver riferito che “sono state presentate prove schiaccianti per dimostrare che Johnny Depp era coinvolto in violenze domestiche contro sua moglie Amber Heard”.

Per me era indiscutibile.

E in una sentenza del novembre 2020, il giudice giudice Nicol, che ha assistito a 16 giorni di prove strazianti presso la Royal Courts of Justice di Londra, inclusi gli stessi Depp e Heard, ha convenuto che ciò che avevo scritto era “sostanzialmente vero”.

In particolare, ha scoperto che 12 dei 14 episodi di violenza domestica commessi da Depp contro Amber si erano verificati.

In una conclusione schiacciante, il giudice Nicol ha scritto: “Prendendo tutte le prove insieme, accetto che sia stata vittima di ripetute aggressioni da parte del signor Depp in Australia”.

Ha aggiunto: “Accetto la sua prova della natura delle aggressioni che ha commesso contro di lei. Devono essere stati terrificanti.’

Fondamentalmente, ha anche respinto le affermazioni di Depp secondo cui Amber è una “cercatrice d’oro”.

Il verdetto è stato così categorico che in seguito a Depp è stato negato l’appello e condannato a pagare le mie spese legali.

Qualsiasi individuo sano di mente avrebbe accettato la sentenza e avrebbe tentato di ripulire il proprio atto e andare avanti con la propria vita, ma Depp ha semplicemente spostato il baraccone negli Stati Uniti.

Si sta sviluppando una narrativa completamente errata secondo cui Depp è in qualche modo vittima della cultura dell'annullamento, scrive Wootton

Si sta sviluppando una narrativa completamente errata secondo cui Depp è in qualche modo vittima della cultura dell’annullamento, scrive Wootton

Sta facendo causa ad Amber per un articolo che ha scritto sul Washington Post in cui dice implicasse che era violento nei suoi confronti, anche se non ha mai incluso il suo nome nella colonna.

Depp punta sulla giustizia delle celebrità perché questo è un processo con giuria, in cui il suo potere da star potrebbe influenzare il verdetto.

E, ancora una volta, completamente contro la sua volontà, Amber è costretta a far sì che i dettagli di una relazione tossica da cui desiderava da tempo abbandonare facessero notizia a livello internazionale per settimane e settimane.

Ma è peggio di quello che sta succedendo in aula.

Amber è stata oggetto di attacchi disumani da parte di un gruppo di individui malati chiamati Deppheads, che hanno condotto una campagna prolungata per screditarla per anni.

So fin troppo bene quanto siano spregevoli questi guerrieri della tastiera perché mi hanno preso di mira senza sosta nello stesso periodo.

Solo un esempio della loro depravazione che ho sperimentato personalmente: i troll di Depp hanno diffuso la menzogna malata secondo cui ero stato violentato da un prete in una scuola vicina alla mia in Nuova Zelanda, rendendomi solidale con Heard perché ero stato danneggiato da abusi sessuali nella mia stessa vita.

Questo tipo di campagna online a cui rimango soggetto anche adesso impallidisce rispetto al tormento che scatenano su Amber – una giovane mamma che rischia il fallimento e la carriera in rovina se perde la causa – ogni singolo giorno.

I cultisti di Depphead, che perseguitano l’aula di tribunale e lanciano regolarmente minacce di morte, hanno visto l’attrice di Aquaman costretta ad aumentare la sua sicurezza personale.

Depp punta sulla giustizia delle celebrità perché questo è un processo con giuria, in cui il suo potere da star potrebbe influenzare il verdetto, scrive Wootton (foto)

Depp punta sulla giustizia delle celebrità perché questo è un processo con giuria, in cui il suo potere da star potrebbe influenzare il verdetto, scrive Wootton (foto)

Questo processo è stata un’esperienza isolante per Amber, di cui viene analizzata ogni espressione facciale e scelta di guardaroba, rispetto a Depp, che tratta le sue apparizioni in tribunale come un concerto rock in cui viene accolto da fan storditi.

I Depphead utilizzano efficacemente i social media, in particolare Twitter e TikTok, per bollare Heard come un pazzo, un sentimento che hanno contribuito a rendere accettabile.

Amber è stata persino attaccata da questi troll online per aver portato gli occhiali in tribunale in segno di narcisismo quando, in realtà, ne ha bisogno per leggere.

L’attivista scozzese Eve Barlow – una delle poche sostenitrici di Amber nei media, che l’ha sostenuta al processo – crede giustamente che la sua amica sia stata nuovamente traumatizzata.

Mi ha detto: ‘Durante il disastroso processo per diffamazione a Depp nel Regno Unito, il mondo ha appreso che aveva promesso ‘umiliazione globale’ per Amber Heard. Dal modo in cui il processo statunitense viene descritto dai media, sembra che abbia mantenuto la sua promessa.

“Non solo il pregiudizio dei media continua ad essere del tutto sbilanciato a favore di Depp, con notevoli omissioni dalla copertura della stampa su prove molto schiaccianti contro di lui, il panorama dei social media è incredibilmente brutale per Amber, con TikTok e Twitter che diventano particolarmente insensibili e piattaforme di semplificazione eccessiva inclini a diffondere disinformazione e odio misogino.

“La trasmissione in diretta di questo processo è altamente disumanizzante e ha portato ogni giorno a smanettare ossessivamente sul guardaroba di Amber e sulle sue espressioni facciali, poiché è soggetta a critiche sproporzionate mentre Depp siede in tribunale sorridendo, scarabocchiando e ridendo con il suo avvocato, supportato da un esercito di fan vocali di Twitter che sono seduti nella galleria pubblica.

“È un evento molto traumatizzante e che ha il potere di colpire altri sopravvissuti agli abusi”.

Ma non sono solo gli amici di Amber ad aver notato l’orrore di ciò che sta subendo di nuovo.

La star del conto alla rovescia Rachel Riley, riferendosi alla perdita in tribunale di Depp contro di me, ha twittato ieri: “C’è già stato un giudizio (così dettagliato che è lungo 129 pagine) che mostrava che Depp è un mostro.

‘Quante persone possono aiutarlo a maltrattare la sua vittima ora è completamente disgustoso. Posso solo immaginare che chiunque lo difenda non abbia letto questo giudizio e spera che nessun altro lo abbia fatto. Nessuno sano di mente potrebbe difendere quest’uomo».

L’ultimo giorno del processo di Depp contro di me nel luglio 2020, Amber ha affermato che vuole solo che le sia permesso di “andare avanti con la sua vita”.

È Depp che le sta rifiutando quell’opportunità.

A proposito, è ridicolo suggerire che il tizio sia stato cancellato; Rimane il volto di Dior’s Sauvage, che è pubblicizzato sui cartelloni pubblicitari di tutto il mondo, continua a essere scritturato nei film e ha girato il mondo ricevendo lodi in numerosi festival cinematografici.

Il fatto che la Rowling alla fine lo abbia abbandonato dal franchise di Animali fantastici aveva più a che fare con il suo imbarazzo per la sua “ipocrisia di Hollywood”, che ho sottolineato per la prima volta quando ho scritto la mia colonna originale.

Johnny Depp non è vittima della cultura dell’annullamento; ne è un sostenitore.

Ha cercato di cancellarmi e ha fallito nei tribunali per diffamazione di Londra, e ora sta cercando di cancellare Amber Heard negli Stati Uniti.

Vergogna su di lui.

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close