Movies

Doctor Strange 2: come la Clea di Charlize Theron imposta il futuro del MCU

AVVISO SPOILER: Questa storia discute la scena principale post-crediti in “Il dottor Strange nel multiverso della follia”, attualmente nelle sale.

<

Da quando è nel Marvel Cinematic Universe, Stephen Strange (Benedict Cumberbatch) — ex neurochirurgo geniale diventato maestro delle arti mistiche — ha avuto occhi solo per una persona: il Dr. Christine Palmer (Rachel McAdams). Dopo aver rotto le cose con lei in “Doctor Strange” del 2016, Strange trascorre una notevole quantità di tempo nel suo sequel, “Doctor Strange in the Multiverse of Madness”, arrivando a patti sul fatto che lui e Christine non erano mai stati destinati a stare insieme, in nessun caso. universo.

Si scopre che c’è spazio nell’MCU per un’altra donna nella vita di Strange. E lei è interpretata da Charlize Theron!

Nella scena post-crediti di “Multiverse of Madness” – o, tecnicamente, nella scena dei titoli di coda – vediamo Strange camminare per una strada di Manhattan quando all’improvviso, un Theron dai capelli bianchi e vestito di viola chiama il suo nome. Dice a Strange che i suoi imbrogli da universo hanno causato una “incursione” tra universi, che ci è già stato detto potrebbe fare a pezzi il tessuto del multiverso. Quindi usa una lama di energia per tagliare il tessuto della realtà, esponendo la Dimensione Oscura, come introdotta nel primo film “Doctor Strange”. Chiede a Strange di unirsi a lei per riparare l’incursione. Il terzo occhio di Strange si apre e lui è d’accordo. Fine scena!

In nessun momento il personaggio di Theron si presenta: maleducato! – ma i fan dei fumetti e gli attenti osservatori dei titoli di coda di “Multiverse of Madness” sanno che il suo nome è Clea. Come Strange, Clea è una stregone e viene dalla Dimensione Oscura. Nei fumetti Marvel, ha una storia lunga e complicata con il suo minaccioso signore supremo Dormammu – sua madre è sua sorella, per cominciare – e lei e Strange alla fine entrano in un matrimonio interdimensionale piuttosto non convenzionale.

Non è chiaro quanto o poco della storia dei fumetti di Clea finirà per far parte del retroscena del personaggio all’interno dell’MCU, e certamente non è affatto vicina a un personaggio principale nel canone dei fumetti Marvel. Ma ora è interpretata da un’icona del film d’azione, tra i film “Fast & Furious”, “The Old Guard” del 2020, “Atomic Blonde” del 2017 e soprattutto “Mad Max: Fury Road” del 2015. La Theron è una star, non un attore secondario, e i Marvel Studios non assumerebbero un attore della sua fama, statura e talento se non stesse pianificando grandi cose per lei.

Quanto è grande la domanda.

Non sorprende che Disney e Marvel siano in silenzio radio sui loro piani per Theron e Clea. Ma per lo meno, possiamo ragionevolmente aspettarci che Cumberbatch e Theron siano i titoli del terzo film di “Doctor Strange” – e probabilmente molto prima del divario di sei anni tra il primo e il secondo film. (“Doctor Strange in the Dark Dimension” ha sicuramente un buon suono.) Ma quanto il pubblico dovrebbe aspettarsi che Clea e Theron si impiglino con il resto dell’MCU, nello stesso modo in cui Strange di Cumberbatch ha superato gli ultimi due Film di “Avengers” e “Spider-Man: No Way Home”?

In un’era precedente del MCU, Certo I Marvel Studios sperano di includere Theron e il maggior numero possibile di progetti: Robert Downey Jr. era in nove film MCU dal 2008 al 2019. Dopo “Endgame”, tuttavia, l’orizzonte è molto meno chiaro.

Ecco cosa sappiamo per certo: ad oggi, il capo dei Marvel Studios Kevin Feige non ha ancora mostrato le sue carte su come – o anche se – la suite della Fase Quattro di film MCU e spettacoli Disney+ si unirà a un culmine in stile “Avengers” mega-evento. Jonathan Majors apparirà in “Ant-Man and the Wasp: Quantumania” del 2023 nei panni di Kang il Conquistatore, un grande cattivo dei fumetti Marvel alla pari di Thanos in termini di ambizione minacciosa per l’universo. Strange e Clea non hanno molta storia con Kang nei fumetti di per sé, ma dal momento che la serie Disney+ “Loki” ha stabilito che Kang ha progetti per soggiogare tutto il multiverso, c’è una buona possibilità che la missione di Strange e Clea di prevenire un multiversale l’incursione potrebbe portarli a comparire nel terzo film di “Ant-Man”. (Per prima cosa, Dormammu non ha intenzione di cedere il controllo della Dimensione Oscura a Kang oa chiunque altro.)

Un’altra possibilità: uscite imminenti come “Thor: Love and Thunder” di luglio e “Guardians of the Galaxy Vol. 3” e “The Marvels” – per non parlare del film “Fantastic Four” non ancora datato – sposteranno l’attenzione del MCU dalla Terra al cosmo multiversale, dove Strange e Clea potrebbero trovarsi particolarmente utili, portando a un grande film di squadra che debutterà a maggio 2024.

Insieme a tanti film e titoli Disney+ da gestire ora, tuttavia, è altrettanto probabile che non vedremo affatto un film grandioso e unificante per la Fase Quattro, o almeno come ce li aspettiamo. Considera che la scheda del franchise dance di Theron è già abbastanza piena, tra il ruolo di Cipher in “Fast X” (e, presumibilmente, il suo sequel) e la ripresa del suo ruolo da protagonista come Andy in “The Old Guard 2” e qualsiasi altro sequel oltre. È una star molto richiesta che spesso produce il proprio materiale, quindi dedicare anni della sua carriera alla realizzazione di film dei Marvel Studios potrebbe non essere possibile.

Sembra quasi che, scegliendo un attore troppo grande e impegnato per consegnare la sua carriera all’ingrosso al MCU, la Marvel stia segnalando (intenzionalmente o meno) che l’era dei grandi film di squadra è finita. Ma sia che la Theron intraprenda una carriera importante nel MCU o una minore, la Marvel – e il pubblico – saranno felici di averla.

Leave a Comment