Game Changers

“È così facile essere classificati quando sei una regina di bellezza terrorizzata.”

cambi di gioco è una serie di interviste video su Yahoo Entertainment che mette in evidenza i diversi creatori che hanno causato interruzioni a Hollywood e i pionieri che hanno aperto la strada.

Vanessa Williams sorride quando racconta di essere stata incoronata la prima Miss Black America nel 1984.

“Mi sono presa la responsabilità di qualcosa che non avrei mai pensato sarebbe successo in vita mia”, ha detto a Yahoo Entertainment. “Non pensavo che sarebbe successo, e il fatto che sia successo ha fatto sì che la mia strada significasse qualcosa e questo è molto fedele a me perché ho fatto un cambiamento nel mio piccolo”.

Questo titolo finirebbe per rilasciare foto di nudo non autorizzate che una fotografa le ha scattato anni fa. Dopo che le foto sono state pubblicate, la Williams è stata costretta a dimettersi con sei settimane rimaste sul suo regno. Aveva solo 21 anni.

“Non avevo idea che ciò stesse accadendo fuori dalle mie spalle fin dall’inizio per fare soldi. Mi sono sentito così tradito e, naturalmente, sbalordito e umiliato”, ricorda Williams.

Nel 2016 Miss America mi scuso Alla Williams per il modo in cui è stata trattata nel 1984. Guardando indietro, la nativa di New York può vedere gli enormi ostacoli che ha dovuto affrontare all’inizio della sua carriera a causa dello scandalo. Dice che ci sono voluti anni per guadagnare terreno mentre lottava con le percezioni del pubblico su chi pensavano che fosse.

“È molto facile essere etichettati quando sei una miss. È così facile essere etichettati quando sei una reginetta di bellezza in preda al panico”, dice Williams.

Miss America Pageant 1984 Nella foto: la vincitrice di Miss America Vanessa Williams (Foto: NBC/NBCU Photobank)

Miss America Pageant 1984 Nella foto: la vincitrice di Miss America Vanessa Williams (Foto: NBC/NBCU Photobank)

Trovare il successo richiederà una strategia, ma ha comunque affrontato gli oppositori. Williams ricorda di aver fatto un’audizione per sostituire Twiggy nel musical di Broadway il mio unico. Era entusiasta della prospettiva di recitare al fianco di Tommy Tony e pensava di averlo “ucciso” in un’audizione. Williams ricorda persino che il regista Mike Nichols ha dato il pollice in su mentre lasciava il palco. Tuttavia, non ha ottenuto il lavoro e quando ha visto Nichols anni dopo, le ha detto che era dovuto a un commento di Lee Gershwin, la vedova di Ira Gershwin e il capo della sua tenuta.

“Ha detto, ‘Sul mio cadavere, quella cagna apparirà nel mio show'”, ricorda Williams.

“Non appena me lo ha detto, tutto è scattato. Wow, non aveva nulla a che fare con il talento, aveva a che fare con la percezione e la sua visione di ciò che vedeva di me in quel momento”, dice.

Nel 1988, Williams ha pubblicato il suo album di debutto tipi correttiseguito dal suo secondo album, Zona di comfort 1991. Nel 1994, Williams ha finalmente avuto la possibilità di mostrare i suoi talenti sul palco quando ha sostituito Chita Rivera in uno spettacolo di Broadway. bacio della donna ragno.

bacio della donna ragno Era, può cantare, ballare e recitare ed è una tripla minaccia e un vero affare”, afferma Williams. Per me è stata un’opportunità per mostrare chi sono veramente. “

Hollywood ha iniziato a chiamare e Williams ha interpretato il dottor Lee Cullen una gomma, Un film d’azione ad alto budget con protagonista Arnold Schwarzenegger che le ha permesso di “giocare con ragazzi grandi”. Lo ha seguito con ruoli indimenticabili Cibo dell’anima E teppista. Sul piccolo schermo, Williams ha interpretato il personaggio iconico di Wilhelmina Slater nel 2006, la bella e spietata presidente. La brutta Betty.

Dopo una carriera durata più di 38 anni, Williams vede l’importanza di creare un cambiamento reale e sostenibile per gli artisti di colore. Dopo l’omicidio di George Floyd, lei e altri leader del teatro nero hanno fondato Black Theatre United (BTU), la cui missione è sostenere, diversificare e cambiare la scena teatrale.

“Non solo più programmazione per vedere più spettacoli neri, ma anche mentori, sindacati, mani del podio, personale, team creativi, registi, produttori, attori e membri del consiglio. Tutte queste cose sono presentate in termini di cambiamento e inclusione e noi “Sono davvero felice di poter fare una dichiarazione così forte e potente e cambiare durante i nove mesi in cui siamo stati insieme”, afferma Williams.

Parte della missione del BTU è sollevare cause e abrogare le politiche che prendono di mira ingiustamente i neri. Per aumentare la consapevolezza e il denaro, il gruppo è appena stato lanciato Difenditi per il cambiamento, una canzone scritta da Phil Galdston che ha scritto alcuni dei più grandi successi di Williams (Best for Last, Sweetest Days) insieme a Dave Schroeder. Nel video musicale, Williams è stato raggiunto da altri membri BTU e anziani sul palco come Audra McDonald, Billy Porter, LaChanze, Norm Lewis e Wendell Pierce.

Black Theatre United (BTU) pubblica la nuova canzone e il video, “  Sostieni il cambiamento, ”  In collaborazione con il Republican Records Action Committee (R2AC).  Immagine gentilmente concessa: Black Theatre United.

Black Theatre United (BTU) sta pubblicando il nuovo singolo e video, “Stand for Change”, in collaborazione con il Republican Records Action Committee (R2AC). Immagine gentilmente concessa: Black Theatre United.

“Penso decisamente che le persone stiano ascoltando ora”, dice Williams. “Riguarda tutto il cambiamento che ha avuto luogo nel mondo e ciò che intendiamo fare come nostra eredità”.

Molto è stato detto sulla mancanza di diversità a Hollywood e Williams ha notato di aver visto un “cambiamento significativo” nel corso degli anni in termini di diversità. Dall’osservazione di persone di colore in vari lavori sul set, al materiale vario sulle piattaforme di trasmissione, le narrazioni nere qui sono sempre più visibili. Williams crede che questo sia un passo nella giusta direzione ed esorta i creatori neri a continuare a coinvolgere gli altri nella conversazione. “Quello che mi piacerebbe vedere è più tutoraggio… il che significa dietro le quinte piuttosto che dietro le quinte”, dice.

“Mi piacerebbe vedere le persone prendere attivamente altri giovani talenti neri sotto le loro ali per insegnare loro le basi”, dice Williams. “Tutte queste cose possono essere aiutate con il tutoraggio perché è lì che succede tutto. Insegnamento e istruzione”.

Prodotto da Jane Kochak e montato da Jon Santo.

Leggi di più da Yahoo Entertainment

Leave a Comment