Art

Ecco cosa è stato venduto il giorno di apertura dell’Independent Art Fair, dai fantastici dipinti di anime alle ceramiche figurative

La domanda repressa e l’entusiasmo per l’acquisto dei collezionisti d’arte sono stati in mostra questa settimana al Fiera d’arte indipendente a New York, che è tornata agli Spring Studios di Tribeca dopo un soggiorno di una volta nel centro di Manhattan lo scorso autunno.

<

Il tema non ufficiale della presentazione multipiano? Pittura, pittura, pittura.

Riflettendo l’attuale fervore per tutto ciò che è figurativo ed esagerato in modo cartoonesco, i rivenditori che hanno aperto un negozio hanno impegnato tutto da piccoli lavori su pietra a esempi su larga scala che avevano un serio “potere del muro”, come potrebbe dire un banditore.

Allo stand tutto esaurito per la Peres Projects, con sede a Berlino, che mostrava i grandi dipinti di Paulo Salvador di animali e umani in pose insolite e spesso ambigue su sfondi da giorno, Artnet News ha persino sentito un aspirante acquirente supplicare di essere aggiunto alla lista d’attesa della galleria.

“Abbiamo visto acquisizioni sicure in ogni categoria, dal materiale storico nella gamma di oltre $ 100.000, ad artisti viventi con un prezzo di $ 80.000 e meno”, ha detto Elizabeth Dee, che ha fondato la fiera nel 2010, ha detto ad Artnet News.

Zoé Blue M., Kachi-Kachi (2022).  Immagine per gentile concessione dell'artista e di Page-NYC.

Zoé Blue M., Kachi-Kachi (2022). Immagine per gentile concessione dell’artista e di Page-NYC.

L’imperdibile stand di Page NYC ha presentato cinque grandi dipinti di Zoé Blue M. con le sue tipiche ragazze dispettose ambientate in scene fantastiche e mitiche. Tutte e cinque le immagini sono state vendute prima dell’apertura a un prezzo compreso tra $ 20.000 e $ 30.000 ciascuna.

Nel frattempo, Jack Hanley ha portato opere della pittrice Emma Kohlmann e del ceramista Roger Herman, mentre la galleria Kasmin ha mostrato articoli di vanessa german che avevano descrizioni lunghe e stravaganti dei media. Un’opera è stata realizzata in parte da “grani di preghiera a forma di guarigione del cuore spezzato, disperazione, fuga, piccolo libro blu con la parola LAZY sulla copertina e anche un cagnolino nero.

Alla fine della giornata, la galleria aveva venduto nove opere tedesche a prezzi compresi tra $ 30.000 e $ 45.000.

Forse sorprendentemente, non c’era praticamente nessuna arte digitale in mostra, con il notevole eccezione della Galleria Allouche Benias con sede ad Atene, che ha dato il suo stand, strategicamente posizionato in un angolo che si affaccia sulla strada, all’editorialista e artista di Artnet News Kenny Schachter, che ha riempito gli spazi con un’installazione sfacciata.

vanessa tedesca, A volte penso di essere te (2022). Immagine per gentile concessione dell’artista e Kasmin, New York.

Nel frattempo, il commerciante Chris Sharp ha venduto tre dei dipinti su piccola scala di Altoon Sultan, noti per le loro raffigurazioni dell’industria, resi con linee pulite e una tavolozza vivace. Ogni opera aveva un prezzo di $ 14.000.

“Abbiamo trascorso una giornata fantastica”, ha detto Sharp ad Artnet News. “Non solo sono state ottime vendite, ma ho avuto molte conversazioni lunghe (per una fiera) con curatori, direttori istituzionali e scrittori, che generalmente sono stati felici di scoprire il lavoro del 73enne Sultan. Questa fiera sembra sicuramente un punto di svolta per lei.

Ulala Imai, Stranieri (2021).  Immagine gentilmente concessa dall'artista e dalla Karma Gallery.

Ulala Imai, Stranieri (2021). Immagine gentilmente concessa dall’artista e dalla Karma Gallery.

La galleria Karma era in fermento con una folla di spettatori che osservavano i dipinti di tre artisti: Andrew Cranston, Reggie Burrows Hodges e Ulala Imai, ognuno dei quali aveva la propria presentazione a parete abilmente installata. Imai, a cui si ispira vita familiare e cultura popolare, era anche un’attrazione l’artista Maurizio Cattelan, che è stato avvistato mentre osservava il suo lavoro.

Un altro favorito della folla era lo stand di White Columns, dove i punti rossi “venduti” abbondavano solo poche ore dopo il giorno dell’anteprima. Matthew Higgs, che gestisce lo spazio, stava mostrando dipinti e relative opere fotografiche dell’artista ghanese-americano Lloyd Foster.

Veduta dell'installazione di Ruby Sky Stiler presso Nicele Beauchene presso l'Independent.  Foto di Eileen Kinsella.

Veduta dell’installazione di Ruby Sky Stiler presso Nicele Beauchene presso l’Independent. Foto di Eileen Kinsella.

Alla Nicele Beauchene Gallery, un’altra attrazione animata è stata una serie di opere a tecnica mista di Ruby Sky Stiler che evocano sia l’abbagliante Op Art che la scultura classica. Quattro venduti a $ 25.000 ciascuno.

Se lo spettacolo è un indicatore, non c’è dubbio che le fiere siano pronte a tornare ruggenti. Come ha detto il mercante d’arte Chris Sharp ad Artnet News, il giorno dell’anteprima di Independent è stato semplicemente “pieno”.

Seguire Notizie Artnet su Facebook:


Vuoi stare al passo con il mondo dell’arte? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie, le interviste che aprono gli occhi e le incisive critiche che portano avanti la conversazione.

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close