Celebrity

Fred Ward, protagonista di “The Right Stuff”, “Tremors”, è morto a 79 anni

Fred Wardche ha recitato in film tra cui “Henry e June,” “Tremori,” “Le cose giuste” e “The Player”, è morto l’8 maggio, ha confermato il suo addetto stampa Varietà. Aveva 79 anni.

C’era una certa qualità retrò nel personaggio dell’attore che faceva sembrare Ward più simile a Humphrey Bogart o John Garfield (anche se non proprio con il livello di carisma di quegli attori) che ai suoi contemporanei, e non sembrava affatto influenzato. Sembrava essere il tipo di persona che veniva dal South Side di Chicago o da Hell’s Kitchen, ma in realtà era di San Diego.

Altro da Varietà

Ward è apparso di recente nella seconda stagione di “True Detective” della HBO nei panni di Eddie Velcoro, il poliziotto in pensione padre di Det. Ray Velcoro.

È apparso in “ER” della NBC come padre di Abby Lockhart di Maura Tierney nel 2006-2007 e ha partecipato a serie come “Grey’s Anatomy” e “United States of Tara”.

L’attore ha interpretato il presidente Reagan nel thriller di spionaggio della Guerra Fredda del 2009 “Farewell”, diretto da Christian Carion, e ha avuto un ruolo secondario nell’azione del 2013 “2 Guns”, con Denzel Washington e Mark Wahlberg.

In “Escape From Alcatraz” (1979) di Don Siegel, Ward e Jack Thibeau hanno interpretato i fratelli detenuti che hanno collaborato con Frank Morris di Clint Eastwood nell’ingegneria dell’intelligente e audace presunta fuga dalla roccia. (I corpi dei tre uomini non sono mai stati trovati, quindi non è chiaro se siano davvero fuggiti o se siano semplicemente annegati nella baia di San Francisco.) Il film era molto più interessato ai meccanismi della fuga che allo sviluppo dei tre prigionieri come personaggi .

Ward ha portato la sua grinta caratteristica nel suo ritratto del coraggioso e intelligente astronauta Gus Grissom in “The Right Stuff” del 1983, l’epica storia di Philip Kaufman del primo programma spaziale. Forse perché Grissom alla fine perse la vita al servizio della NASA (era pilota di comando sull’Apollo 1, ma prima del suo lancio il 21 febbraio 1967, l’interno del modulo di comando prese fuoco e tutti e tre gli uomini a bordo morirono), il pubblico era particolarmente sensibile a il cartone animato in “The Right Stuff”. Il film raccontava l’incidente della navicella spaziale Project Mercury in cui i proiettili esplosivi di emergenza sono stati sparati dopo lo splashdown e hanno fatto esplodere il portello, provocando l’allagamento della nave. Un’indagine della NASA ha scagionato Grissom dalla colpa dell’incidente, ma il modo in cui è stato ritratto in “The Right Stuff” ha suggerito che il Grissom di Ward fosse andato nel panico e di conseguenza avesse sparato i dardi esplosivi.

Nella commedia horror di Ron Underwood “Tremors”, uno dei numerosi film che hanno dato impulso alla carriera di Ward ed è uscito nel 1990, Ward e Kevin Bacon hanno mostrato un’enorme chimica come coppia di uomini pratici che finiscono per salvare una comunità del deserto del Nevada quando la città è assediato da giganteschi serpenti sotterranei, non diversamente dai vermi della sabbia di “Dune”. “Tremors” ha incassato solo 16 milioni di dollari, ma ha suscitato un enorme affetto da parte degli spettatori via cavo e home video e ha generato quattro sequel. Il Washington Post ha dichiarato: “In quanto tuttofare, Bacon e Ward formano una buona squadra. Ward, che non ha interpretato il ruolo del supereroe Remo Williams, ha l’aspetto rude e il buon umore di un amichevole disperato, mentre Bacon continua ad andare oltre le sue radici da ragazzo glamour e si dimostra un attore.

Nell’eccentrico ma dolorosamente violento veicolo di Alec Baldwin “Miami Blues”, Ward ha interpretato il sergente. Hoke Moseley, il poliziotto che dà la caccia al sociopatico Fred Fringer di Baldwin. Roger Ebert ha scritto: “Gli attori lottano virilmente con i loro ruoli. Baldwin, che è bravo a giocare con l’intelligenza, non è così bravo qui a interpretare un ex detenuto con una vite allentata. Ward fa un lavoro migliore con il sergente di polizia; in film come questo e nel sottovalutato ‘UFO’, si siede e prende tutto e interpreta il cinico che ti infastidirà davvero solo se lo infastidisci davvero”.

Nel corso dell’anno è arrivato “Henry & June”, un film che ha offerto a Ward l’opportunità di crescere come attore in modi che semplicemente non aveva mai fatto prima. Nel film, diretto dal regista di “The Right Stuff” di Ward Philip Kaufman e basato sul libro di Anais Nin, l’attore ha interpretato il romanziere rinnegato Henry Miller, che ha spinto la busta nei suoi scritti di ciò che era accettabile nell’esplorazione della sessualità. Il film descriveva le dinamiche intellettuali e psicosessuali tra Miller, sua moglie June (interpretata da Uma Thurman) e la scrittrice francese impegnata in modo erotico Nin a Parigi all’inizio degli anni ’30.

Varietà ha dichiarato: “Le interpretazioni centrali di Fred Ward, nei panni del cinico e amante della vita Miller, e Maria de Medeiros, nei panni della bella e insaziabile Anais, soddisfano splendidamente la visione del regista”.

I critici e gli spettatori hanno concluso il 1990 con la sensazione che Ward fosse un attore coinvolgente con una portata maggiore di quanto si sospettasse in precedenza.

Successivamente ha recitato nel ruolo del Det. Harry Philip Lovecraft nell’intrigante film della HBO “Cast a Deadly Spell”, ambientato in una Los Angeles noir degli anni ’40 in cui le abilità soprannaturali sono pervasive. Anche David Warner e Julianne Moore hanno recitato nel film, che il Chicago Tribune ha definito “di grande successo”, dichiarando che “lo sceneggiatore Joseph Dougherty ha inventato un ambiente minacciosamente affascinante”.

Nella satira hollywoodiana del 1992 di Robert Altman “The Player”, Roger Ebert ha detto che il regista circonda il Griffin di Tim Robbins “con il tipo di personaggi strani che sembrano rotolare a Los Angeles, come se il continente fosse in tilt: Whoopi Goldberg nei panni di un Pasadena detective della polizia che trova Griffin esilarante, Fred Ward nei panni di un capo della sicurezza dello studio che ha visto troppi vecchi episodi di “Dragnet”, Sydney Pollack nei panni di un avvocato che fa per la legge ciò che Griffin fa per il cinema, Lyle Lovett nei panni di una figura sinistra in agguato i margini di molti raduni”.

Sempre nel 1992 Ward è apparso in “Equinox” di Alan Rudolph.

In “Two Small Bodies” del 1993, un film a due mani diretto da Beth B. e basato su un’opera teatrale, l’intero film si basava sulle interpretazioni di Ward e Suzy Amis. Il New York Times ha dichiarato: “’Two Small Bodies’ è un dramma intenso e ben focalizzato su una donna il cui figlio e una figlia sono scomparsi e il detective che pensa di averli uccisi. Non ci sono molti attori in grado di interpretare un film a due personaggi, ma Suzy Amis e Fred Ward sono tra i pochi che possono. Eileen Maloney e il tenente Brann si impegnano in una danza stilizzata che è antagonista, sessuale e inquietante poiché rivela gli impulsi oscuri sotto i loro ovvi ruoli sociali. La parte migliore del film è guardare Ms. Amis e il sig. Ward, che sono infinitamente affascinanti mentre scoprono le interruzioni emotive e psicologiche sotto la superficie calma dei loro personaggi.

Nel film del 1993 del regista Altman “Short Cuts”, basato sui racconti di Raymond Carver, Ward era tra gli uomini la cui battuta di pesca viene interrotta quando scoprono un cadavere nel fiume.

Ward ha poi interpretato un terrorista intento a far saltare in aria gli Academy Awards in “Naked Gun 33 1/3: The Final Insult” (1994).

Freddie Joe Ward è nato a San Diego. Ha svolto un periodo di tre anni nell’Air Force, dopo di che ha sviluppato un interesse per la recitazione e ha studiato all’Herbert Berghof Studio di New York. Ward è poi andato in Europa, dove ha aiutato a doppiare film italiani in inglese.

Ha debuttato sullo schermo nel 1973 nella miniserie “L’età dei Medici”, diretta da Roberto Rossellini. Ha avuto un piccolo ruolo nel film “Ginger in the Morning” (1974), con Monte Markham, Susan Oliver e Sissy Spacek. Dopo un piccolo ruolo in “Tilt” (1979), con Brooke Shields, Ward ha interpretato il suo primo ruolo cinematografico sostanziale in “Escape From Alcatraz” quello stesso anno.

Ward ha recitato con Powers Boothe e Keith Carradine in “Southern Comfort” (1981) di Walter Hill, che porta un gruppo di arroganti guardie nazionali le cui pistole sono cariche a salve nel bayou della Louisiana, dove infastidiscono i Cajun, che conoscono intimamente il territorio . Nonostante la metafora troppo ovvia del Vietnam, era un thriller efficace.

L’anno successivo ha avuto il suo primo ruolo da protagonista nel classico cult “Timerider”, in cui interpretava Lyle Swann, un motociclista fuoristrada (con una tuta da motociclista in pelle rosso acceso) che è stato accidentalmente rimandato indietro tramite un esperimento scientifico in un vecchio West pieno di cattivi e distrazioni femminili. Il film non ha fatto molto per la carriera di Ward, poiché i suoi fan lo hanno scoperto solo in seguito su cavo e home video.

Recensendo il film del 1982 per DVD Verdict nel 2001, Patrick Naugle ha scritto: “’Timerider’ è pieno di spettacoli colorati e divertenti. Fred Ward è un attore sottoutilizzato e sottovalutato, un uomo qualunque in grado di fornire dialoghi con una nuova inclinazione che funziona per molti dei suoi personaggi. Qui Ward interpreta Swann nei panni di un pilota rilassato, un ragazzo che vuole solo tornare a casa con il minimo disturbo da ciò che lo circonda.

Dopo “The Right Stuff”, ha avuto un ruolo secondario in “Silkwood” nei panni di un impassibile nativo americano “a cui piace raccontare barzellette umilianti sugli indiani”, nelle parole del critico Glenn Erickson, e nel film di Goldie Hawn sulla seconda guerra mondiale “Swing Shift”. ”, in cui interpretava il rozzo proprietario di una discoteca con cui il personaggio di Christine Lahti ha una relazione.

Ward è apparso anche nel film “Off Limits”, con Willem Defoe e Gregory Hines nei panni di investigatori militari a Saigon durante la guerra del Vietnam alla ricerca di un killer sadomasochista. Varietà ha detto: “Fred Ward è particolarmente bravo come superiore dei partner, il sergente maggiore. Dix.”

“Remo Williams: The Adventure Begins” (1985), che è arrivato dopo che “The Right Stuff” era un tentativo di trasformare Ward in una star d’azione, ma è stato criticato dalla critica e l’incasso interno del film è stato di soli $ 14 milioni. Ma anche se non è mai diventato una star d’azione, molti dei suoi ruoli migliori erano ancora davanti a lui.

Ward è stato sposato due volte, con Silvia Ward e Marie-France Ward. Gli sopravvive un figlio, Django, dal suo primo matrimonio.

Il meglio della varietà

Iscriversi per Newsletter di varietà. Per le ultime novità, seguici su Facebook, Twittere Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

About the author

millionaire96k

Leave a Comment