Art

Gli NFT portano a malapena un filo di profitto alle gallerie, un rapporto trova + altre storie

Art Industry News è un riassunto quotidiano degli sviluppi più consequenziali che escono dal mondo dell’arte e dal mercato dell’arte. Ecco cosa devi sapere questo giovedì 21 aprile.

<

BISOGNO DI LEGGERE

Dipinti bloccati in Corea mentre le sanzioni bloccano i voli – Le opere d’arte in prestito dalla Russia alle istituzioni di Seoul sono bloccate in Corea del Sud a causa delle sanzioni occidentali che stanno limitando i voli fuori dal Paese. La mostra “Kandinsky, Malevich, and the Russian Avant-Garde: Revolutionary Art” al Sejong Museum of Art presentava circa 75 opere, tutte in prestito da almeno quattro istituzioni russe, tra cui il Museo statale d’arte di Nizhny Novgorod e il Museo di Ekaterinburg di Belle arti. All’inizio di questa settimana, l’ambasciatore russo in Francia ha annunciato che l’interruzione del viaggio potrebbe “complicare il ritorno” dell’art. (Il giornale d’arte)

Tracey Emin condivide una foto altamente personale su Instagram – L’artista YBA Tracey Emin sta diventando sincera riguardo al suo corpo cambiato da quando ha subito un trattamento aggressivo per il cancro allo stomaco. In un post su Instagram, l’artista ha condiviso un’immagine della sua stomia, un’apertura nell’addome che si collega al sistema urinario e viene deviata fuori dal corpo attraverso una sacca per urostomia. “Questa è la mia stomia. La maggior parte delle persone non ne ha mai visto uno. È qualcosa che dovrei nascondere per sempre”, ha scritto. “Il mio corpo non sarà più lo stesso”. (Indipendente)

Ci sono meno gallerie che vendono NFT di quanto pensassimo – Il mercato NFT potrebbe avere ha superato i 40 miliardi di dollari nel 2021, ma solo l’11% delle gallerie d’arte ha venduto NFTS nell’ultimo anno, secondo l’Artsy Gallery Insights Report del 2022. Circa il 67% degli 870 galleristi intervistati ha affermato che i loro clienti non avevano chiesto informazioni su di loro. Solo circa la metà di coloro che hanno venduto NFT ha affermato che il valore totale delle vendite era di $ 5.000 o meno, mentre un altro 20 percento ha affermato che rappresentava da $ 5.000 a $ 14.999. Solo il cinque percento è riuscito a incassare più di $ 250.000 in NFT l’anno scorso. (Financial Times)

Opera ritenuta ‘impossibile’ da esporre alla Biennale di Venezia – Una stampa del defunto incisore cubano Belkis Ayon, La Consacrazione (1991), che è stato selezionato per apparire nella mostra principale della biennale, “Il latte dei sogni”, dopotutto non è arrivato a Venezia. L’opera è conservata al Museo Ludwig del Museo Statale Russo di St. Louis. San Pietroburgo, ma a causa dell’invasione russa dell’Ucraina, è diventato “impossibile mostrare l’opera”. Un’immagine di esso, tuttavia, è ora in mostra nel punto in cui sarebbe stato installato l’originale. (abbronzatura)

MOVER E Agitatori

Apre a Venezia il club mattutino brutalmente di Hans Ulrich Obrist – Quasi 40 persone hanno raccolto la sfida di alzarsi presto nel terzo giorno di anteprima della Biennale di Venezia per partecipare “brutalmente presto” al salone delle 7 del mattino del direttore della Serpentine Gallery. Il club è stato inizialmente fondato nel 2006 per riunire scrittori e artisti per conversazioni prima che iniziassero la loro giornata. Questa è stata la prima volta che il gruppo, ha tenuto un evento a Venezia. Al centro della discussione sono stati i temi di “Dixit Algorizmi, il giardino della conoscenza”, il padiglione inaugurale dell’Uzbekistan. (comunicato stampa)

Christie’s New York donerà i proventi ad amfAR – I proventi della vendita di 14 opere presenti nell’imminente asta della casa del dopoguerra e della giornata dell’arte contemporanea il 13 maggio andranno all’iniziativa di ricerca dell’amfAR per porre fine all’epidemia di HIV/AIDS. I lavori, compreso quello di LeeLee Kimmel No. 8 ($ 60.000-$ 80.000) e quello di Alex Eagleton Candela come ritratto: ciao ($ 18.000-$ 25.000), sono stati donati dagli artisti. (comunicato stampa)

La Galleria Edouard Malingue di Hong Kong cambia nome – La galleria di Hong Kong fondata dal commerciante Edouard Malingue è stata ribattezzata Kiang Malingue in onore del partner di Malingue, Lorraine Kiang, e per celebrare la loro relazione più che decennale. L’annuncio è arrivato prima della partecipazione della galleria ad Art Basel Hong Kong a maggio. (Instagram)

PER L’ARTE

Un murale di Banksy di Wales Town è stato sostituito da uno di… Michael Sheen? – Mesi dopo che il Galles ha perso il suo primo e unico murale di Banksy, Auguri stagionaliche era rimosso e spedito in Inghilterra, un murale dell’attore gallese Michael Sheen è apparso nella città di Port Talbot, dove un tempo si trovavano i lavori di Banksy. Si dice che sia il primo di numerosi murales dell’artista di graffiti HazardOne. (BBC, Twitter)

Seguire Notizie Artnet su Facebook:


Vuoi stare al passo con il mondo dell’arte? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie, le interviste che aprono gli occhi e le incisive critiche che portano avanti la conversazione.

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close