Celebrity

Hailey Bieber sull’avere un ictus e una procedura cardiaca

Per la prima volta da Hailey Bieber ha rotto il suo silenzio sui rapporti che è stata ricoverata brevemente in ospedale per un ictus a marzo, il modello ha dettagliato in un video di 12 minuti cosa le è successo esattamente e tutto ciò che ha passato con i medici per indagare sul perché è successo. Ha portato Hailey a subire una procedura per chiudere un buco nel suo cuore, che si sta riprendendo bene da ora.

<

Con l’ictus, “Ho sentito questa sensazione davvero strana che ha viaggiato lungo il mio braccio dalla spalla fino alla punta delle dita, e ha reso le mie punte delle dita davvero insensibili e strane”, ha ricordato Hailey. E Justin era tipo, ‘Stai bene?’ E semplicemente non ho risposto perché non ero sicuro e poi me lo ha chiesto di nuovo, e quando sono andato a rispondere, non potevo parlare. Il lato destro della mia faccia iniziò a cadere. Non sono riuscito a tirare fuori una frase. Tutto stava venendo fuori, nemmeno confuso, proprio come se non riuscissi a tirare fuori nessuna delle parole. Quindi ovviamente pensavo di avere un ictus, come un ictus in piena regola. Pensava che avessi un ictus. Quindi subito ha chiesto a qualcuno di chiamare il 911 e di chiamare un dottore. Dove eravamo lì, per caso, c’era un dottore lì, un medico lì, che si è precipitato qui e hanno iniziato a farmi domande. Hanno iniziato a testare le mie braccia. Sicuramente il momento più spaventoso della mia vita. Avevo così tante cose che mi frullavano per la testa, la prima cosa era: ‘Sto avendo un ictus. Sono molto impaurito. Non so cosa sta succedendo. Non so perché questo sta accadendo. Avrò problemi permanenti da questo?’ Tipo, tante cose mi passavano per la testa che mi stavano davvero spaventando e davvero, davvero spaventandomi.

Ha continuato: “Il viso cadente probabilmente è durato 30 secondi, forse un po’ di più. Non potevo vedermi, ovviamente, quindi non lo so davvero, ma so che si è calmato abbastanza velocemente e quindi mi hanno fatto delle domande: sai dove sei? Conosci il tuo nome? E sapevo tutte le risposte nella mia testa, ma non appena provavo a dirlo, non riuscivo a tirarlo fuori. Era come se la mia lingua e la mia bocca non potessero formare le frasi e le risposte, quindi ovviamente è stato davvero, davvero spaventoso. Così mi sono alzato, potevo camminare benissimo; a quel punto, era davvero solo il problema del discorso. Sono tornato a casa mia, ho aspettato che arrivasse l’ambulanza, a quel punto il discorso ha iniziato a tornare un po’, sono salito in ambulanza all’ospedale. In realtà c’è stato un momento divertente in cui stavano chiamando in ospedale per spiegare cosa stavano portando e loro dicevano: “Ho una donna di 30 anni” e io ero tipo “Ho 25 anni”. Dovevo assicurarmi che non mi avrebbero invecchiato di cinque anni senza motivo, sai?”

Hailey ha aggiunto che, quando è arrivata al pronto soccorso, era praticamente “tornata alla normalità”. Ha segnato uno 0 sulla lista di controllo dell’ictus una volta arrivata al pronto soccorso, ha detto.

hailey bieber in ospedale

Hailey Bieber in ospedale, in una foto che ha condiviso.

Youtube

Ha detto che i medici dell’ospedale le hanno diagnosticato un piccolo coagulo di sangue nel cervello, chiamato TIA (attacco ischemico transitorio), “un blocco temporaneo del flusso sanguigno al cervello, spesso chiamato ‘ministroke’. Di solito prefigura un ictus, causato da un coagulo o da un blocco nel cervello”. Hailey ha detto che non ha avuto problemi dopo che il suo corpo è stato in grado di risolvere rapidamente il TIA mentre era ricoverata in ospedale durante la notte. “Non avrei avuto problemi permanenti”, ha aggiunto.

Hailey ha detto che l’ospedale l’ha testata ampiamente. L’hanno testata per vedere se avesse un PFO (potente forame ovale), che è “un buco nel cuore che non si chiudeva come avrebbe dovuto alla nascita”. Ma in seguito, si scoprì che Hailey ne aveva uno.

Dopo essere stata dimessa, Hailey ha detto di essere andata all’UCLA per vedere più medici e di essere stata sottoposta a test più approfonditi. “A quel punto, non avevano davvero una risposta o una conclusione sul motivo per cui era successo”. Per quanto riguarda il motivo per cui Hailey ha avuto un coagulo di sangue, ha detto che i medici hanno concluso che tre diversi fattori erano fattori: “Ho appena iniziato a prendere la pillola anticoncezionale, che non avrei mai dovuto prendere perché sono comunque una persona che soffre di emicrania, E non ne ho parlato con il mio medico, quindi, signore, se soffrite di brutta emicrania e avete intenzione di prendere la pillola anticoncezionale, assicuratevi di dirlo al vostro medico, perché avere un ictus è un potenziale effetto collaterale di pillole anticoncezionali. La seconda cosa è che ho avuto di recente il COVID… e poi la terza cosa è che di recente ho fatto un volo molto lungo. Ero volato a Parigi e ritorno in brevissimo tempo [without moving around].”

All’UCLA, hanno fatto un test più approfondito per cercare un PFO e hanno scoperto che Hailey aveva un “PFO di grado 5, che è il voto più alto che puoi avere”. (Era grande tra 12 e 13 millimetri.) La conclusione è che Hailey aveva un coagulo di sangue che è arrivato nel suo cuore e il suo coagulo di sangue è scappato attraverso il buco nel suo cuore nel suo cervello.

Hailey ha poi fatto una chiusura del PFO, “che è dove passano attraverso la vena femorale nell’inguine e viaggiano fino al cuore e hanno messo questo piccolo bottone che chiudeva il lembo nel cuore e alla fine il tessuto cardiaco cresce di nuovo sopra il dispositivo di chiusura e basta. E ce l’hai per sempre e continui con una vita normale”. Fortunatamente, Hailey ha recentemente eseguito la procedura ed è andata “molto bene. Mi sto riprendendo molto bene, molto velocemente. Mi sento benissimo”.

Hailey ha detto che si è sentita “sollevata” dal fatto che i medici siano stati in grado di capire tutto con lei e che sarà in grado di “andare avanti” da una situazione molto spaventosa. Ora sta assumendo un farmaco anticoagulante, che ha esacerbato la sua ansia, “ma sono riuscita a capire la dose con il mio medico e ora mi sento molto meglio”, ha detto.

“È difficile per me raccontare questa storia… ma sentivo che fosse importante per me condividerla perché era già una situazione pubblica”, ha concluso, aggiungendo che voleva aspettare per raccontarla fino a quando tutto fosse finito e era andato liscio. Puoi guardare il suo video completo qui sotto:

Questo contenuto è importato da YouTube. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare ulteriori informazioni sul loro sito web.

Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close