Music

I pubblici ministeri vogliono usare la musica di Young Thug contro di lui in tribunale

I pubblici ministeri federali sembrano pronti a dipingere Giovane delinquente Come figura chiave in una tentacolare operazione criminale, e per farlo fanno molto affidamento sulla sua musica.

<

Il rapper, vero nome Jeffrey Williams, era uno dei 28 membri o associati del presunto La “banda criminale di strada” di Young Slime Life è stata arrestata lunedì, 9 maggio, a seguito di un atto d’accusa da gran giurì di 56 conte (il collega rapper Gunna, vero nome Sergio Giovanni Cucine, è stato tra gli altri arrestato e incriminato). Williams, che i pubblici ministeri hanno identificato come uno dei fondatori di YSL, è stato colpito con due accuse – violazione della legge RICO e partecipazione ad attività di bande criminali di strada – e sotto quegli ombrelli ci sono una manciata di accuse gravi.

L’accusa contiene affermazioni secondo cui Williams era in possesso di armi rubate e che possedeva con l’intento di distribuire metanfetamina, idrocodone e marijuana. Nella misura in cui Williams era presumibilmente una figura chiave all’interno di YSL, i pubblici ministeri hanno accusato due associati (Christian Eppinger e Antonio Sumlin) di cospirazione per commettere un omicidio “discutendo su come ottenere il permesso di ‘Slime’, AKA Jeffrey Williams, per fare un secondo tentativo di omicidio” Il rapper di Atlanta YFN Lucci mentre era incarcerato. L’accusa più pesante dell’accusa contro Williams risale al 2015, quando è accusato di aver noleggiato un’auto che è stata “usata per l’omicidio di Donovan Thomas, Jr., un membro di una banda rivale”.

Brian Steel, un avvocato della Williams, racconta Rolling StoneSig. Williams non ha commesso alcuna violazione della legge. Combatteremo questo caso in modo etico, legale e zelante. Sig. La Williams sarà autorizzata”.

L’esatta natura delle prove che il governo ha in relazione a queste accuse non è esposta nell’atto d’accusa. Ma durante la scansione del documento, i pubblici ministeri sembravano fare molto affidamento sui post sui social media e sui testi delle canzoni per dipingere Williams come una figura di gang violenta. (Williams non è stata l’unica persona su cui i pubblici ministeri hanno usato questa tattica; le foto sui social media di altri presunti associati della YSL che reggevano i cartelli delle bande e/o indossavano abiti rossi – poiché YSL sarebbe associata ai Bloods – erano disseminate dappertutto.)

In totale, i testi di Young Thug di nove diverse canzoni sono stati elencati nell’atto d’accusa, il primo dei quali è stato “Eww” del 2014 e il più recente è stato “Ski” della collaborazione tra Young Thug e Gunna dello scorso anno. Altri testi nell’accusa provenivano dalla collaborazione di Young Thug del 2018 con Nicki Minaj “Anybody” (“Non ho mai ucciso nessuno, ma ho qualcosa a che fare con quel corpo”); “Just How It Is” del 2018 (“Ho dato all’avvocato quasi due milioni, si occupa di tutti gli omicidi”); e “Take It to Trial” del 2020 (“Per gli slime sai che uccido, processo, l’ho battuto due volte, dichiara, sono imbattuto come se i federali fossero venuti e mi hanno rapito”).

In ogni caso, i pubblici ministeri hanno affermato che i testi di Williams costituivano “un atto palese a sostegno della cospirazione”. I post sui social media di Williams e altri sono stati taggati con la stessa accusa.

Alla domanda sull’uso della musica e dei testi nell’atto d’accusa, il distretto della contea di Fulton, Fani Willis, ha detto in una conferenza stampa: “Questo problema è stato deciso dagli avvocati – sapevo che la domanda stava arrivando. Credo nel primo emendamento, è uno dei nostri diritti più preziosi. Tuttavia, il primo emendamento non protegge le persone dai pubblici ministeri utilizzandolo come prova se è tale. In questo caso, lo mettiamo come atti espliciti e predicativi all’interno del conteggio RICO, perché crediamo che sia esattamente quello che è.

Usare i testi dei rapper contro di loro in tribunale è diventata una tattica popolare tra i pubblici ministeri ed è stata utilizzata contro tutti, dagli artisti di successo agli aspiranti MC o part-time. Ad esempio, nel 2008, un uomo del New Jersey di nome Vonte Skinner è stato dichiarato colpevole di tentato omicidio dopo che i pubblici ministeri hanno usato una serie di vecchi testi come prova. La Corte Suprema del New Jersey ha successivamente annullato tale decisione nel 2014 e in un secondo processo, a la giuria ha condannato Skinner per due capi di imputazione per aggressione aggravata, ma è stato bloccato per l’accusa di tentato omicidio. Ancora più importante, molti si aspettano che il successo del 2017 del rapper della Florida YNW Melly “Murder on My Mind” sia inserito come prova nel suo processo per omicidio di primo gradoanche se la canzone è stata pubblicata un anno e mezzo prima che fosse presumibilmente coinvolto nella sparatoria alla morte di due dei suoi soci.

Uno degli esempi più famigerati di questa tattica che coinvolge il defunto rapper Drakeo the Ruler, che ha trascorso tre anni in prigione mentre i pubblici ministeri hanno cercato di costruire un caso contro di lui per l’omicidio nel 2016 di un uomo fuori da una festa. Drakeo – vero nome Darrel Caldwell – non solo è stato assolto, ma i giudici hanno convenuto fin dall’inizio che non era responsabile dell’omicidio. Tuttavia, i pubblici ministeri hanno portato avanti un caso che sosteneva che la sparatoria mortale derivasse dalla faida di Caldwell con un altro rapper di nome RJ; per fare ciò, hanno introdotto i testi della canzone di Caldwell del 2016, “Flex Freestyle”, per convincere i giurati che Caldwell ha portato soci armati al partito per prendere di mira RJ. Come si è scoperto, RJ non era nemmeno alla festa in cui si è verificata la sparatoria mortale.

“Non pensavo nemmeno che potessero farlo”, ha detto Caldwell Rolling Stone a novembre 2021, non molto tempo prima della sua morte. “Ho sentito dire che lo facevano prima, ma era proprio il modo in cui lo stavano facendo. Come lo stavano usando contro di me. Non aveva senso. È stato semplicemente pazzesco”.

Tuttavia, ci sono stati seri sforzi per frenare l’uso di testi rap come prova. L’anno scorso, i legislatori di New York hanno introdotto il disegno di legge “Rap Music on Trial”, che impedirebbe ai pubblici ministeri di usare testi rap in tribunale. A gennaio, il disegno di legge ha ottenuto il sostegno di a numero di pesi massimi hip-hopincluso Jay-Z, Meek Mill, Big Sean, Fat Joe e Killer Mike. Anche se finora il disegno di legge è passato attraverso i comitati, esso deve ancora essere votato nel legislatore statale.

“I nostri testi sono una forma creativa di autoespressione e intrattenimento, proprio come qualsiasi altro genere”, ha detto Fat Joe Rolling Stone al tempo. “Vogliamo che le nostre parole siano riconosciute come arte piuttosto che essere usate come armi per ottenere condanne in tribunale. Spero che il governatore e tutti i legislatori di New York prendano in considerazione la nostra lettera, proteggano i nostri diritti artistici e prendano la decisione giusta per approvare questo disegno di legge”.

Questa storia è stata aggiornata il 10/5/22 alle 13:33 ET con una citazione di DA Fani Willis sull’uso della musica e dei testi nell’atto di accusa.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close