Celebrity

Il celebre chef Mario Batali è stato assolto per cattiva condotta sessuale

Il celebre chef Mario Batali, 61 anni, non è colpevole aggressione indecente e percosseha stabilito martedì un giudice di Boston.

<

Il giudice James Stanton ha pronunciato il verdetto presso la corte municipale di Boston dopo un giorno e mezzo di testimonianze processuali, principalmente da parte di Natali Tene, 32 anni, che ha affermato che il sig. Batali l’ha baciata con la forza e l’ha afferrata durante una sessione di selfie a tarda notte in un bar di Boston nell’aprile 2017. “Non sono mai stata toccata prima in quel modo”, ha testimoniato, “come stringermi tra le gambe, stringere la mia vagina per tirare più vicino a lui, come se fosse un modo normale per afferrare qualcuno.

Il giudice ha dichiarato: “È un eufemismo dire che il sig. Batali non si è coperto di gloria nella notte in questione. Ma ha aggiunto che la sig. Tene “ha notevoli problemi di credibilità”.

Sig. Batali, 61 anni, ha sorriso e annuito quando il giudice lo ha assolto dalle accuse. Sig. Batali non ha testimoniato e la sua squadra di difesa non ha chiamato testimoni. Se fosse stato dichiarato colpevole, avrebbe rischiato fino a due anni e mezzo di carcere e gli sarebbe stato richiesto di registrarsi come molestatore sessuale.

Nelle sue argomentazioni conclusive, il suo avvocato, Tony Fuller, ha detto: “Ha mentito per divertimento e ha mentito per soldi”, riferendosi alla causa la sig. Tene ha presentato istanza contro il sig. Batali.

Sig. Batali, un tempo conduttore del talk show diurno della ABC “The Chew”, è uno dei tanti chef e ristoratori di spicco Colpito da accuse di molestie sessuali e molestie nel settore della ristorazione che hanno iniziato a diffondersi nell’autunno del 2017 come parte del movimento #MeToo in città come New York, San Francisco e New Orleans. È l’unico ad aver subito un’accusa penale.

Solo due testimoni testati durante il processo, entrambi per l’accusa. SM. Tene, 32 anni, che lavora nel settore del software, ha trascorso la maggior parte della prima giornata allo stand, spiegando il suo incontro con Mr. Batali una sera tardi al Towne Stove and Spirits, un bar nel quartiere Back Bay di Boston che da allora ha chiuso.

Sig. Batali l’ha vista scattare di nascosto una sua foto da alcuni posti al bar, poi l’ha invitata a venire a fare delle foto con lui, ha detto. Quando è iniziata la sessione fotografica, ha testimoniato, così come i baci e i palpeggiamenti forzati.

L’unico altro testimone chiamato era un’amica della Sig. Tene, Rachel Buckley, 37 anni. Ha detto che la sig. Tene le ha mandato una foto di Mr. Batali la notte del loro incontro, insieme a messaggi che lo descrivevano come estremamente ubriaco ma non menzionavano che l’avesse afferrata. Dettagli del brancolare e dei baci di Mr. Batali è emerso nelle conversazioni successive, la sig. Buckley ha testimoniato.

Gran parte delle prove nel processo provenivano da due anni di Ms. I messaggi di testo di Tene, che a volte mostravano il suo essere irriverente nel vendere le foto o nel ricevere denaro da Mr. Batali. Hanno rivelato incidenti in cui ha mentito per uscire da un abbonamento a una palestra e ha detto a un altro tribunale che era chiaroveggente come un modo per cercare di evitare il dovere di giuria. Il giudice ha notato quelle bugie e le foto della notte al bar che la mostravano sorridente dopo il suo primo incontro con Mr. Batali. Tre minuti dopo, ha fatto altri selfie con lo chef.

“La sua reazione o la sua mancanza alla presunta aggressione è eloquente”, ha detto.

Sig. Gli avvocati di Batali hanno prelevato i messaggi dal suo telefono, che un giudice le ha ordinato di consegnare nell’ambito di una causa intentata contro il sig. Batali nel 2018. Sia i pubblici ministeri che il suo avvocato hanno combattuto per impedire l’analisi forense del suo telefono.

Nelle argomentazioni conclusive, il sig. Fuller ha detto che le immagini del suo telefono con fotocamera di quella notte mostrano “un incontro del tutto consensuale tra i due”.

“Nel suo mondo, la verità è un concetto flessibile”, ha detto. “Non esiste davvero. Dirà qualunque cosa l’aiuti in un momento”.

I pubblici ministeri hanno ribattuto affermando che le immagini non mostravano l’intera interazione o dove il sig. Le mani di Batali erano sotto la cornice. Testi tra amici che facevano battute su Mr. Batali o il possibile pagamento per le immagini dopo l’incidente erano proprio questo, hanno detto – battute. E la signora I sorrisi di Tene nei selfie non significavano che non fosse stata aggredita. Erano tentativi goffi per ridurre l’escalation della situazione, ha detto Nina Bonelli, l’assistente del procuratore distrettuale della contea di Suffolk nelle sue argomentazioni conclusive.

“I baci, i tiri, i palpeggiamenti – non li ha mai richiesti”, ha detto la sig. ha detto Bonelli. “Non ha mai voluto e non ha mai acconsentito. Tutto quello che voleva era un selfie”.

Se il caso riguardasse solo i soldi, ha aggiunto, la sig. Tene non avrebbe aspettato così tanto dopo quella notte per fare causa. E la signora Tene ha raccontato la sua storia alla pubblicazione Eater solo quando si rese conto che altre donne si stavano facendo avanti.

“Questo non è stato un incidente isolato”, ha detto la Sig. ha detto Bonelli. “Questa è stata un’aggressione sessuale che è successa a lei e forse ad altri”.

Trish Nelson ha aspettato il sig. Batali e ha descritto episodi di molestie sessuali e aggressioni allo Spotted Pig, il parco giochi preferito di Mr. Batali e una serie di altri famosi chef, musicisti e star dello sport. L’abuso lì sono stati rivelati in un articolo del New York Times nel 2018.

Ha detto che non era sorpresa del verdetto. “In questo paese le donne devono fondamentalmente essere sulla via della santità per essere prese sul serio e autorizzate a parlare male dei comportamenti abusivi di un uomo, specialmente se potenti”, ha detto.

Racconti del sig. Le feste notturne tra ubriachi e il comportamento brutale con le donne di Batali circolavano da anni, ma sulla scia delle indagini Harvey Weinstein e altri come il Lo chef di New Orleans John Besh, diverse donne si sono fatte avanti pubblicamente e hanno accusato il sig. Batali di molestie sessuali sul lavoro e altre forme di abuso sessuale.

Accuse sul sig. Il comportamento di Batali è venuto alla luce per la prima volta nel dicembre 2017, quando quattro donne ha detto a Eater che li aveva toccati in modo inappropriato come parte di un modello di comportamento che loro e altri hanno detto abbracciato almeno due decenni.

All’epoca, il sig. Batali si è scusato. “Il mio comportamento era sbagliato e non ci sono scuse. Mi assumo la piena responsabilità”. Era allegato a una newsletter che includeva anche una ricetta per involtini di pasta per pizza alla cannella che era ampiamente deriso.

Molto è cambiato negli anni successivi. Il dipartimento di polizia di New York ha indagato su tre denunce di violenza sessuale contro il sig. Batali, ma un funzionario del dipartimento lo ha confermato nel 2019 aveva chiuso quelle indagini per mancanza di prove e per prescrizione.

Nello stesso anno, il procuratore generale dello Stato di New York, Letitia James, ha affermato che le imprese costruite dal sig. Batali e un ex partner, Joe Bastianich, hanno rivelato una cultura sessualizzata così piena di molestie e ritorsioni da violare le leggi statali e cittadine sui diritti umani.

Come parte di un accordo, i due uomini e l’azienda che un tempo possedevano insieme, hanno pagato $ 600.000 da dividere tra almeno 20 donne e uomini che hanno subito molestie sessuali mentre lavoravano nei ristoranti di Manhattan Babbo, Lupa o Del Posto, che , fino a è chiuso in modo permanente Aprile 2021, è stato il gioiello della corona tra le partecipazioni maschili.

Catherine McGloin ha contribuito con i reportage da Boston.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close