Books

Il consiglio del Rapid City School Board ritarda la decisione sulla distruzione dei libri

Un elenco ravvicinato dei cinque titoli di libri che potrebbero essere distrutti se il Rapid City Area Schools Board of Education li dichiarasse come proprietà in eccedenza.

Martedì il Rapid City Area Schools Board of Education ha votato all’unanimità per ritardare la decisione di distruggere cinque titoli di libri che sono stati acquistati per le classi di inglese del 12° grado e chiedere il parere di un consulente legale prima di procedere.

<

Secondo l’elenco delle proprietà in eccedenza del distretto scolastico, i libri “devono essere distrutti”. Includono 185 copie di “How Beautiful Were: A Novel” di Imbolo Mbue, 35 copie di “Fun Home: A Family Tragicomic” di Alison Bechdel, 75 copie di “The Perks of Being a Wallflower” di Stephen Chbosky, 30 copie di “Girl, Woman, Other: A Novel” di Bernardine Evaristo e 30 copie di “The Circle” di Dave Eggers.

Valerie Brablec Seales, direttrice dell’insegnamento, dell’apprendimento e dell’innovazione di RCAS, ha dichiarato al Board of Education che i titoli dei libri sono stati ritenuti appropriati dagli amministratori scolastici

Più di una dozzina di membri del pubblico hanno presentato commenti all’inizio della riunione del consiglio scolastico, con la maggioranza che afferma che i libri controversi non dovrebbero essere distrutti, mentre alcuni membri hanno espresso preoccupazione per il contenuto, vale a dire che alcuni libri sembravano essere pornografici e / o inappropriato per gli studenti delle scuole superiori.

L’elenco delle eccedenze era nell’ordine del giorno del consenso del consiglio, che normalmente viene votato senza discussione a meno che un membro del consiglio non richieda che l’argomento venga ritirato per discussione e votazione separate. Martedì sera, il membro del consiglio scolastico Troy Carr ha chiesto che l’argomento fosse discusso.

“Il motivo per cui ho suggerito che fosse ritirato (è) solo per ulteriori discussioni sul processo di selezione dei libri”, ha detto Carr. “Sono anche d’accordo con la ricerca di altre alternative oltre a distruggere i libri”.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close