Books

Il manga del libro sui racconti di guerra delle donne sovietiche affascina i lettori giapponesi

Un adattamento manga del libro di un premio Nobel sulle esperienze delle donne che hanno prestato servizio nella campagna dell’Unione Sovietica contro la Germania nella seconda guerra mondiale sta fornendo un successo tempestivo tra i lettori giapponesi che cercano di comprendere meglio la guerra durante l’invasione russa dell’Ucraina.

<

La serie a fumetti è basata e condivide il suo nome con il titolo giapponese del libro di saggistica del 1985 della vincitrice del Premio Nobel per la letteratura Svetlana Alexievich “The Unwomanly Face of War”. Ha intervistato oltre 500 donne per raccontare le loro storie in prima linea e il manga le racconta attentamente per sfidare la percezione della guerra.

Molte storie sono state raccontate in Giappone sulle esperienze di fronte interno delle donne, ma il libro presenta attentamente, pannello per pannello, i dettagli della vita delle donne in prima linea per fornire un senso sfaccettato della realtà della guerra.

“Le storie orali di donne che andarono in guerra compilate nel libro originale sono piene di fatti sconosciuti che scuotono la percezione giapponese del conflitto”, afferma Kentaro Ogino, che dirige la produzione del manga con il titolo tradotto in giapponese, “Senso wa Onna no Kao o Shiteinai.

Le vendite dell'adattamento manga del libro di saggistica del 1985 di Svetlana Alexievich
Le vendite dell’adattamento manga del libro di saggistica del 1985 di Svetlana Alexievich “The Unwomanly Face of War” sono aumentate con l’invasione russa dell’Ucraina. | KYODO

La sua arte è di Keito Koume e Rasenjin Hayami supervisiona la serie. Dal 2020 sono stati pubblicati tre volumi, che finora ha venduto un totale di 400.000 copie in formato cartaceo e digitale, secondo il suo editore, Kadokawa Corp.

Le sue buone vendite sono aumentate notevolmente con l’invasione russa dell’Ucraina e l’azienda ha ascoltato i lettori che hanno espresso come dimostra che l’umanità è sostanzialmente invariata dal tempo della campagna dell’Unione Sovietica e dell’attuale guerra in Ucraina, e che “è un lavoro da leggere ora.

Le donne ritratte dal manga hanno una sorta di innocenza a occhi spalancati, che rende la crudeltà del campo di battaglia in cui si perde l’umanità delle persone ancora più pronunciata per il lettore.

Tra le sue storie c’è un gruppo di donne assegnato a un reparto che fa il bucato che perde le unghie a causa del sapone usato, mentre in un altro, un cecchino ricorda: “In guerra, tutto è completamente nero. Il sangue è l’unico altro colore.

Kengo Tomoda, vicedirettore del negozio di punta Marunouchi della catena di librerie Maruzen, spera che possa ispirare ulteriori letture, dicendo: “Sebbene lo stile artistico attragga i lettori giapponesi, il contenuto ritrae la durezza della guerra. Spero che coloro che leggono il fumetto cerchino il libro originale e approfondiscano l’argomento”.

Il fumetto acquisisce anche nuovi lettori in modo atipico, dice Ogino. “Normalmente, un manga si diffonde attraverso amici o altre connessioni orizzontali, ma questa serie ha percorsi di raccomandazione più verticali, come genitori a figli o figli a genitori o nonni. Offre molte opportunità per discutere di guerra”.

Ogino menziona anche l’interesse suscitato dalla guerra in Ucraina, dicendo: “Il libro è stato creato per avere un’idea della guerra in tempo di pace quando il concetto è difficile da comprendere. È triste che stia attirando l’attenzione così com’è ora. Non possiamo cambiare il passato, ma possiamo agire nel presente. Spero che il manga porti più lettori possibile a questa conclusione”.

Svetlana Alexievich è una giornalista e scrittrice nata in Unione Sovietica in Ucraina nel 1948 da padre bielorusso e madre ucraina.

Oltre al suo debutto nel 1985 “The Unwomanly Face of War”, i suoi altri lavori famosi includono “Chernobyl Prayer”, in cui parlava ai residenti, alle persone coinvolte nella pulizia e ad altri per comunicare gli effetti del disastro nucleare del 1986. Nel 2015 è stata insignita del Premio Nobel per la letteratura.

In un momento di disinformazione e di troppe informazioni, il giornalismo di qualità è più cruciale che mai.
Iscrivendoti, puoi aiutarci a realizzare la storia nel modo giusto.

ISCRIVITI ORA

GALLERIA FOTOGRAFICA (CLICCA PER INGRANDIRE)

.

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close