Movies

Il regista di “No Time to Die” Cary Fukunaga è stato accusato di avances sessuali inadeguate da più giovani attrici

Il regista di “No Time to Die” Cary Joji Fukunaga è stato accusato di avances sessuali inappropriate da almeno tre giovani attrici.

<

In una serie di post online la scorsa settimana, l’attrice Rachelle Vinberg (Betty della HBO) la scorsa settimana ha accusato Fukunaga di aver approfittato della loro differenza di età di due decenni, sostenendo di aver iniziato a spingerla in una relazione romantica subito dopo che aveva compiuto 18 anni. sono diventati “completamente intimi” diversi anni dopo, prima che lui la interrompesse quando lei aveva 21 anni.

Nel frattempo, le due attrici gemelle Hannah e Cailin Loesch (Maniac di Netflix) hanno affermato di aver sopportato la simultanea ricerca romantica del regista nei confronti di entrambe, con richieste per un “triangolo” e un incontro l’anno scorso nel suo attico di New York City durante il quale hanno detto ” ha preso [Cailin] e l’ha tirata sopra di sé, Hannah è ancora lì” – il che ha lasciato Cailin “terrorizzata”. (Dopo che i gemelli si sono rifiutati di fare sesso con lui, dicono che il regista “ci ha invitato entrambi a ‘lasciare cadere l’acido’ e fare molly a casa sua nel nord dello stato quel fine settimana.”)

Un rappresentante per Fukunaga, che lo scorso autunno è stato accusato di aver sparato L’attrice Raeden Greer, durante le riprese della prima stagione di “True Detective” della HBO dopo essersi rifiutata di apparire in topless davanti alla telecamera, ha rifiutato di commentare le ultime accuse.

Le accuse online sono emerse dopo che Fukunaga la scorsa settimana ha pubblicato una storia su Instagram sulla prospettiva della Corte Suprema degli Stati Uniti di ribaltare Roe v. Wade e ha detto: “Nel frattempo in America la corte suprema sta per spingerci un passo più vicino alla guerra con noi stessi legittimando una guerra contro i diritti delle donne”.

Il post ha fatto infuriare la pattinatrice e attrice 23enne Vinberg, che ha fatto uno screenshot del post di Fukunaga e ha risposto: “Mi fa incazzare perché non gli importa letteralmente delle donne. Li traumatizza solo. Ho parlato con molte ragazze. F— tu Cary.

Venberg ha quindi condiviso un selfie che ha scattato con Fukunaga e lo ha accusato di “curare” donne adolescenti vulnerabili per incontri sessuali, sebbene non abbia fornito prove dirette del fatto che si fosse impegnato in comportamenti criminali. “Ho passato molti anni a temerlo”, ha scritto. “Mans è un toelettatore e lo fa da anni. Attenti alle donne”.

In un serie di azione supplementare Post su Instagram, Vinberg ha affermato che Fukunaga, che ora ha 44 anni, l’ha perseguitata romanticamente cinque anni fa quando aveva appena compiuto 18 anni dopo che la coppia aveva lavorato insieme a uno spot pubblicitario Samsung. “Sì, ero legale”, ha detto, aggiungendo che la loro relazione è durata fino all’età di 21 anni. “Ma è giusto? No.”

“Una cosa davvero strana in lui era che mi diceva di fingere di essere sua cugina, nipote o sorella di fronte ad altre persone, come se volesse che mentissi su chi ero”, ha detto di Fukunaga, aggiungendo che è in terapia da un anno e le è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico. Ha aggiunto: “Ho deciso di smascherarlo perché sento di dover rappresentare le donne e non sarei mai in grado di vivere con me stessa. Questo ragazzo era in roaming, libero di farlo.

I post di Vinberg hanno spinto le sorelle gemelle Hannah e Cailin Loesch a farlo fatti avanti tramite Twitter con rivendicazioni simili. Le sorelle hanno detto di avere 20 anni nel 2018 quando hanno incontrato Fukunaga mentre le dirigeva in quattro episodi della serie Netflix “Maniac”, che aveva co-creato. “Nei prossimi tre anni, saremmo stati tutti e tre coinvolti in una relazione calda e fredda che speravamo si sarebbe trasformata in una delle due categorie: un semplice trio di amici o una relazione romantica tra uno dei noi e Cary”, dissero le sorelle.

Invece, hanno detto che Fukunaga si sarebbe presentata alla casa di famiglia della sorella in Pennsylvania e avrebbe fatto pressioni su di loro per una relazione romantica a tre. “Tornati a casa, siamo tutti scivolati nella vasca idromassaggio della famiglia, dove ci ha chiesto se fossimo vergini e quali sono i nostri pensieri sui rapporti a tre”, hanno scritto. “Quando gli abbiamo detto che non avremmo mai partecipato a uno, ci ha ricordato che ‘lo fanno sempre nei porno’ e ha persino suggerito che l’incesto va bene ‘se tutte le parti sono d’accordo'”.

Quando Fukunaga ha invitato le sorelle nel suo attico a New York City l’anno scorso per proiettare una stampa di lavoro di “No Time to Die”, hanno detto che ha cercato di fare sesso con entrambe: “è stata una festa in tre nel suo letto. ” Dopo che le sorelle hanno rifiutato, hanno detto che le aveva invitate a “‘lasciare cadere l’acido’ e fare Molly a casa sua a nord”.

La mattina seguente, una delle sorelle ha inviato a Fukunaga un messaggio di testo dicendo: “Non ce la facevamo più, il flirtare con noi due”. Fukunaga ha chiesto a una sorella se “sapeva ‘quanto sarebbe brutto’ se la storia fosse uscita sulla scia del movimento Me Too?”

Le sorelle hanno detto di non aver mai più visto Fukunaga nonostante “un messaggio finale a Hannah, sostenendo che l’intera faccenda era un grosso malinteso e che non aveva ‘nient’altro che rispetto’ per noi due”. Hanno anche sottolineato che “hanno flirtato indietro” con Fukunaga, “sono andati via attraverso porte aperte” e non vogliono iniziare una “caccia alle streghe” contro il regista. “Non siamo stati violentati, licenziati da un lavoro o costretti a fare qualcosa di fisico contro la nostra volontà”, hanno scritto.

Le affermazioni arrivano sulla scia di Fukunaga che ha licenziato Raeden Greer da “True Detective” dopo aver rifiutato la richiesta di Fukunaga di andare in topless per una scena. Greer ha detto La bestia quotidiana lo scorso ottobre che aveva un cavaliere senza nudità nel suo contratto ed è stata rassicurata in più occasioni che il ruolo di voce non avrebbe incluso la nudità.

“E’ stato sconfortante. È stato brutto”, ha detto alla pubblicazione Greer, che aveva 24 anni al momento della produzione. “Non puoi trattare le persone come se fossi solo un paio di tette, è molto doloroso.”

Un individuo vicino alla produzione ha detto a TheWrap che Greer è stato assunto per interpretare una ballerina esotica in uno strip club e che una delle scene prevedeva che il personaggio apparisse sul palco con altri ballerini. Greer ha detto che il ruolo è stato infine ridimensionato e dato a una comparsa che ha accettato di fare la nudità.

Quando Greer è arrivata sul set a seguito di un casting locale che la fonte di produzione ha affermato essere stato probabilmente eseguito online, le è stato presentato l’accordo standard SAG (Screen Actors Guild) e un nudity rider. Quando Greer ha informato i produttori che era a disagio con la nudità, è stata pagata per cortesia, ha detto l’insider. Quindi hanno riformulato la parte.

Come per le ultime accuse, Greer ha detto di aver parlato dopo che Fukunaga ha rilasciato una dichiarazione pubblica sui problemi delle donne – nel suo caso, i suoi sforzi per portare James Bond in un mondo post-#MeToo. “Cary è qui fuori a parlare dei suoi personaggi femminili – è come un altro schiaffo in faccia ancora e ancora e ancora”, ha detto. “Sì, ha avuto una carriera illustre: è stato un protagonista per lui, e cosa è successo a me? A nessuno importa.”

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close