Art

In che modo Web3 sta ridefinendo la narrazione per creatori e fan attraverso NFT

I token non fungibili (NFT) hanno fatto molta strada in un periodo di tempo relativamente breve. Nel 2017 il progetto NFT gatti crittografici Ha fatto notizia come la più grande app decentralizzata sulla rete Ethereum. Mentre CryptoKitties ha costituito una parte notevole del volume delle transazioni di Ethereum nel 2017, gli NFT hanno agito principalmente come partecipazioni digitali orientate alla comunità crittografica.

Non è stato fino a marzo 2021 quando l’opera d’arte di NFT ha iniziato a guadagnare terreno a causa del potenziale finanziario dietro queste creazioni. Lo ha dimostrato l’artista digitale Mike Winkelman, noto anche come ciottolo, Ha venduto il suo pezzo NFT intitolato “Every Day: The First 5.000 Days”, che ha raccolto oltre 69 milioni di dollari tramite Christie’s. Dopo la vendita di Beeple, le opere d’arte di NFT hanno iniziato a diventare più popolari, attirando un pubblico più ampio di creatori e fan.

Web3 consente alla comunità di raccontare storie attraverso NFT

Avanti veloce circa un anno dopo, e l’avvento di Web3 ha offerto ai creatori ulteriori opportunità per creare codici indistruttibili. È utile negli ecosistemi virtuali. Ciò ha anche consentito agli NFT di espandersi oltre le immagini esteticamente piacevoli, costruendo una comunità attraverso nuove forme di narrazione all’interno di diversi mezzi.

Per mettere questo in prospettiva, Yat SeoIl co-fondatore e presidente di Animoca Brands, una società di giochi e capitali di rischio con sede a Hong Kong, ha dichiarato a Cointelegraph che le forme collaborative di narrativa come le storie dei fan e i video di YouTube sono diventate molto popolari con lo sviluppo di Web2. Ciò che mancava, tuttavia, era un modo efficace per condividere gli sforzi collaborativi per il riconoscimento ei vantaggi economici in modo scalabile ed equo. “Il Web 3 può aiutare a cambiarlo”, ha affermato Seo.

Siu ritiene che Web3 abbia consentito a creatori di contenuti come scrittori, artisti, registi e altri di collaborare con individui in vari sforzi creativi. Siu ha condiviso che ciò è in parte dovuto al fatto che i contributi ai contenuti Web3 devono essere tracciati sulla catena:

“Ciò apre molte possibilità per la creatività collaborativa praticamente su tutti i formati multimediali. Immagina storie intrecciate create da innumerevoli utenti finali alla maniera dei contenuti generati dagli utenti, ma con la piena tracciabilità di ogni collaboratore e origine narrativa”.

Dal punto di vista di Siu, un certo numero di progetti Web3 stanno andando a buon fine, che utilizzano NFT tracciabili per consentire ai creatori di progetti e ai fan di collaborare su diverse forme di narrazione. Ad esempio, miliardi di dollari L’industria dei fumetti ha preso Interesse nell’uso degli NFT per la narrazione. Studio Palm NFT di recente Lanciato il progetto NFT Con la DC Comics della Warner Bros. Prodotti di consumo conosciuti come “The Bat Cowl Collection”. Questo progetto presenta 200.000 NFT 3D Batman Cowl unici che consentono ai fan di dare forma alle storie dei futuri romanzi a fumetti.

Josh Hackbarth, Head of Commercial Development per NFT presso Warner Bros. Entertainment, per Cointelegraph Warner Bros. Stava pensando a nuovi modi per dare vita a Batman per i fan, cosa che alla fine ha portato all’esplorazione di Web3: “In qualità di leader nella ‘Bat Cowl Collection’, ero entusiasta di vedere come Web3 potesse avvicinarci ai fan consentendoci loro di collaborare con noi in modi nuovi”. Hackbarth ha aggiunto che ogni NFT sarà poi incorporato nelle future storie DC Comics nel tempo.

Pat Cowell NFT. Fonte: DC Comics

Straith Schreder, Direttore Creativo Esecutivo di Palm NFT Studio, ha dichiarato a Cointelegraph che ogni “Bat Cowl” NFT opera come parte del processo di narrazione:

“Ciò consente ai fan di diventare eroi, il che rende questo progetto eccitante in quanto offre un’opportunità per esperienze condivise e creazioni condivise. I fan vedranno presto il loro bat fez integrato nei progetti futuri della DC Comics. Questa è la promessa del Web3 e dell’arte generativa , in quanto consente ai fan di creare i propri supereroi.” e raccontare le proprie storie.

Per far fluire la creatività dei fan, Hackbarth ha affermato che ogni “Bat Cowl” di NFT presenterà anche temi unici. “Chiamiamo questo un ‘badge’, che consente ai fan di brillare in mondi diversi usando i loro cappucci. Questo aiuterà a creare le storie dietro i vari fez. ” Hackbarth ha inoltre osservato che mentre alcuni fumetti nei primi anni ’90 consentivano ai fan di chiamare l’1-800 per votare su come sarebbero stati i fumetti, Web3 sta finalmente consentendo agli utenti di essere parte integrante del processo di narrazione.

“Non si tratta più di votare anonimo o chiamare il numero 1-800. NFT consente ai fan di diventare un partecipante verificato e certificato nell’intero processo. Questo è ciò di cui siamo entusiasti”.

La DC Comics non è l’unico editore di fumetti a realizzare il potenziale di Web3. HeroMaker Studios – lo studio di fumetti originale di NFT – consente ai fan di creare le proprie storie. Garp Shamus, fondatore di HeroMaker Studios e Comic-Con International, ha dichiarato a Cointelegraph che HeroMakers ha recentemente lanciato un progetto chiamato “Kumite”. Secondo Shamus, questa è la prima serie in franchising della società a presentare la collezione della NFT di 9.600 supereroi e cattivi. “Questi personaggi saranno presenti nei prossimi fumetti, giocattoli e merchandising, ed è tutto guidato dalla nostra comunità”, ha detto Shamus.

L’opera d’arte di Kumite “Rivals” NFT. Fonte: HeroMaker Studios

Shamus ha aggiunto che HeroMakers ha più di 30 personaggi in franchising, sottolineando che Kumite è il primo ad essere rilasciato. “Kumite” è costruito sul retroscena di un torneo di combattimento tra supercriminali e supereroi. HeroMakers sta attualmente scrivendo una storia per “Kumite”, ma il retroscena di questo sarà un fumetto raccontato dai proprietari di NFT.” Shamus crede che sia importante per i fan far parte del processo di narrazione quando si tratta di NFT perché consente di continuare partecipazione:

“Avremo costantemente fumetti per raccontare queste storie. Concetteremo anche ai fan i diritti commerciali per consentire agli utenti di prendere questo concetto e il mondo dietro questi personaggi per creare le proprie storie nell’universo di HeroMakers”.

C’è anche il potenziale per farlo con i modelli cinematografici, televisivi e di gioco in futuro, ha detto Shamus.

Scorso: Decentralizzazione della rete: gli operatori testano le soluzioni Blockchain

Date le capacità di Web3 all’interno dei giochi, Siu ritiene che le preferenze emergeranno dai contenuti generati dagli utenti che ispireranno e informeranno gli sviluppatori di giochi professionisti a creare nuove opportunità narrative per gli studi di giochi indipendenti. “Web3 consente un approccio più collaborativo alla creazione di contenuti. Questo non è molto diverso da ciò che sta accadendo in altre aree come le storie dei fan”.

Oltre ai fumetti e ai romanzi di gioco, Web3 ha dato origine a NFT per le opere d’arte che consentono agli utenti di plasmare le proprie storie visive. Kira Borsky, direttrice e artista di NFT, ha dichiarato a Cointelegraph che le opere d’arte di NFT hanno un enorme potenziale per consentire la costruzione della comunità. “Con gli NFT, ho l’opportunità di creare un mondo che circonda la mia arte. Non vendo questi pezzi solo perché c’è un significato oltre”.

Basandosi su questa convinzione, Bursky ha recentemente lanciato un gruppo NFT chiamato “Magic Mind” per celebrare e aumentare la consapevolezza sulla salute mentale e sulla cura di sé. “Magic Mind significa immergersi in noi stessi e riflettere sul nostro posto nella vita”, ha detto. Per evocarlo, Borsky ha spiegato che ogni opera d’arte nella collezione “Magic Mind” contiene vari tratti mentali che i possessori di NFT possono espandere:

“Ad esempio, un NFT può contenere un tratto ‘ADHD’. Per spiegare il significato dietro questo tratto e altri, abbiamo creato una risorsa chiamata Mindopedia per aiutare gli utenti a comprendere meglio ogni tratto e guidare le proprie esperienze di narrazione. Con mentalità salute, c’è una raccolta di esperienze e ho voluto pensarci per aiutare le persone a raccontare e comprendere meglio le loro storie personali”.

Mind Magic NFT. Fonte: Kira Borsky

Bursky ha preso parte a questo, ha in programma di creare un cortometraggio basato su varie opere d’arte di NFT. “Vogliamo rivitalizzare quest’arte per raccontare una storia sulla salute mentale e la cura di sé. L’obiettivo generale qui è creare una base all’interno della comunità Web3 che incoraggi uno stile di vita sano”.

Magic Mind “Mindopedia” Fonte: Kira Borsky

La condivisione incoraggia i fan a collezionare piuttosto che a vendere

Poiché Web3 ha dato origine a nuovi media per la narrazione, è interessante notare che i collezionisti di NFT potrebbero essere più inclini a detenere token non deperibili piuttosto che venderli a scopo di lucro.

Commentando questo, Hackbarth ha spiegato che “Bat Cowl” della DC Comics ha lo scopo di connettersi con i fan a lungo termine. “L’intento qui non è quello di aumentare i prezzi, ma di far parte della comunità di Batman in un modo che prima non era possibile”. In quanto tale, ha spiegato Hackbarth, Bat Cowl NFT funge da corridoio digitale per una comunità in cui è possibile accedere a diversi tipi di contenuti e i fan possono creare nuove storie.

Schrader, che è dietro lo sviluppo narrativo di “Bat Cowl Collection”, ha aggiunto che il coinvolgimento dei fan porterà a NFT più significativi che i fan apprezzeranno nel tempo, soprattutto perché la narrazione è infinita. “Adoro l’idea che le storie sembrino esponenziali ora e che i finali non siano sceneggiati. È stato soddisfacente come partecipante a questo progetto, che ci permette anche di vedere più possibilità per attirare e creare fan”.

Facendo eco a questo, Schamus ha spiegato che HeroMakers vuole entrare in contatto con i fan a lungo termine attraverso i suoi franchise di personaggi. “L’abbiamo costruito in modo tale che possa funzionare in diverse dimensioni. Ad esempio, esiste un sistema di gioco che condivide il modo in cui funziona il mondo di ‘Kumite’. Il concetto stesso è evergreen, consentendo di raccontare infinite storie”. Shamus ha aggiunto che HeroMakers può pubblicare solo pochi fumetti al mese, ma ora innumerevoli fan avranno l’opportunità di scrivere le proprie storie basate sui personaggi di NFT. Siu riconosce anche che le narrazioni di Web3 persistono a causa della completezza che questi modelli suscitano. “Non importa quanto sia complessa o ‘completa’ un’opera o un’esperienza”, ha detto, “chiunque può sempre scegliere di comporre su di essa per creare un’esperienza nuova, più grande o diversa”.

Scorso: Ripercussioni dell’hack di Ronin Bridge da 650 milioni di dollari per Axie Infinity

Il romanzo Web3 risuonerà con il mainstream?

Sebbene sia degno di nota il fatto che Web3 abbia rivoluzionato lo storytelling in vari media, è importante rendersi conto che questo settore è ancora agli inizi. Pertanto, l’adozione tradizionale potrebbe richiedere più tempo del previsto.

Secondo Siu, l’adozione di massa avverrà solo dopo che il mondo avrà compreso appieno il potenziale e il significato dietro Web3. “Cos’è Web3 e cosa può permetterci di fare dovrebbe anche diventare mainstream. Non ci siamo ancora, ma ci stiamo lavorando tutti”.

In effetti, l’innovazione è chiaramente in corso, con Hackbarth che fa notare di essere ottimista riguardo al futuro. “Cerchiamo di portare le persone dallo spazio NFT e quelle immerse nel mondo dei fumetti. Questa è una delicata corda tesa su cui dobbiamo camminare, motivo per cui dobbiamo assicurarci di soddisfare entrambi i tipi di pubblico. In definitiva, penso che guarderà indietro e vedrà questo momento come trasformativo nel modo in cui le persone vedono i moduli Web3.” Shamus ha aggiunto che crede che gli elementi di narrazione abilitati da Web3 attireranno un pubblico nel tempo:

“La narrazione è al centro di tutto ciò che facciamo. Serve come base per le relazioni che le persone hanno con i nostri personaggi e alla fine diventa un legame emotivo per tutta la vita. Web3 consente alle persone di partecipare attivamente a diversi ecosistemi, il che è un’enorme opportunità”.