Books

Incontra i nuovi collezionisti di libri antichi

Alla fine del mese scorso, durante la New York International Antiquarian Book Fair presso l’armeria di Park Avenue, Rebecca Romney ha ritirato una copia di “Howl, Kaddish, and Other Poems” di Allen Ginsberg dalla vetrina del suo stand. Lo ha fatto non per recitare dalle sue pagine ma per sfoggiare la scritta a margine.

<

Amy Winehouse aveva messo a punto i testi di una canzone non registrata insieme alle battute di Ginsberg. “Vedi il suo processo artistico”, la Sig. ha detto Romney. “Ed è proprio accanto all’arte di qualcun altro che stava consumando mentre creava qualcosa di nuovo.” Il testo di Ginsberg è il fulcro di Ms. La collezione di 220 libri di Winehouse, che la Sig. La società di Romney, Type Punch Matrix, vicino a Washington, DC, è in trattative per la vendita come unità per $ 135.000. “Mostra una vita vissuta attraverso i libri”, ha detto.

SM. Romney è un venditore affermato noto ai fan di “Pawn Stars” come esperto di libri rari dello show. Ma a 37 anni, rappresenta un’ampia e crescente coorte di giovani collezionisti che vengono al mestiere da molti ceti sociali; proprio dall’altra parte del corridoio, Luke Pascal, un ex ristoratore di 30 anni, presiedeva un caso di lettere di Abraham Lincoln e George Washington.

Michael F. Suarez, direttore della Rare Book School dell’Università della Virginia, ha affermato che in questi giorni i suoi studenti sono più giovani e meno maschi rispetto a dieci anni fa, con quasi un terzo che frequenta borse di studio complete.

“Il mondo dell’archivio è in realtà considerato piuttosto alla moda”, ha detto.

Naturalmente, la maggior parte dei collezionisti entry-level non può spendere centinaia di migliaia di dollari per una prima edizione. Ma frequentando le vendite immobiliari e le librerie dell’usato, perlustrando eBay alla ricerca di gemme nascoste e imparando a individuare il valore in tutti i tipi di oggetti, gli appassionati tra i 20 ei 30 anni hanno accumulato collezioni che riflettono i propri gusti e interessi.

Il loro lavoro è stato premiato da organizzazioni e venditori come Honey & Wax a Brooklyn, che riconoscono gli sforzi per creare “le collezioni più ingegnose, ponderate o originali”, rispetto alle più preziose, ha affermato il professor Suarez. Di conseguenza, stanno contribuendo a plasmare la prossima generazione di hobby e un commercio rarefatto.

Diversi giovani partecipanti si sono distinti tra gli abiti da lavoro elibro-nucleo folla alla fiera, in particolare Laura Jaeger, una minuta 22enne con una ciocca di capelli rosa. Sua madre, Jennifer Jaeger, possiede Ankh Antiquarian Books a Chadstone, in Australia, specializzata in libri sull’antico Egitto; Laura è in procinto di diventare un partner nell’azienda.

Ha in programma di espandere la sua collezione per riflettere i suoi interessi, ha detto, come la metafisica e la fotografia. “Ma conosco ancora davvero i miei libri rari greci, romani ed egizi, veramente bene”, ha detto. “Sono in grado di valutare i libri da alcuni anni ormai.”

Anche Kendall Spencer, 30 anni, spera di lasciare il segno nel mondo dei libri di antiquariato. Laureato in giurisprudenza a Georgetown che si è innamorato dei libri rari mentre faceva ricerche su Frederick Douglass, lavora come apprendista presso DeWolfe & Wood Rare Books mentre si prepara a sostenere l’esame di avvocato del Massachusetts.

“Se cammini qui intorno, non c’è nessuno dietro un banco che assomigli a me”, ha detto il sig. Spencer, che è nero.

L’Antiquarian Booksellers’ Association of America, un gruppo commerciale con più di 450 membri, spera di vedere questo cambiamento. Il gruppo ha avviato un’iniziativa sulla diversità nel 2020 per “incoraggiare e promuovere la partecipazione di LGBTQ+, BIPOC e gruppi sottorappresentati nel mondo del collezionismo e del commercio di libri”, ha scritto in una e-mail Susan Benne, direttrice esecutiva dell’organizzazione. Il gruppo ha anche introdotto un programma di tirocinio retribuito che colloca i partecipanti presso le aziende associate.

“Voglio vedere più persone come me interessarsi”, Mr. Spencer ha detto: “e penso che inizi con qualcuno che invita le persone a entrare”.

All’inizio, la maggior parte dei collezionisti si concentra su libri usati e vintage che contano per motivi personali, acquistati da negozi dell’usato, librerie usate e altri appassionati dilettanti.

Thomas Gebremedhin, 34 anni, vicepresidente ed editore esecutivo di Doubleday, ha iniziato ad acquistare tascabili dai negozi dell’usato poco più che ventenne mentre si iscriveva all’Iowa Writers Workshop, come un modo per leggere autori di colore fuori stampa, come Gayl Jones . Al giorno d’oggi, può permettersi libri rari molto più costosi, anche se acquista anche copertine rigide della prima edizione per meno di $ 10 in una libreria “segreta” a Brooklyn.

“Puoi trovare le prime edizioni ovunque”, ha detto il Sig. Gebremedhin, la cui collezione comprende migliaia di titoli. “Dovrebbero fare uno spettacolo TLC. Hai presente quel programma di coupon? Sento che dovrebbe esserci un equivalente per gli acquirenti di libri”.

Camille Brown, 30 anni, ha iniziato a collezionare libri all’età di 23 anni e ha lavorato presso la Archivio lettere a San Francisco. “Ho iniziato a postare su Instagram sulle cose che stavo digitalizzando, il che poi ha portato a postare sulla mia collezione personale”, ha detto, che include libri sulla lavorazione del legno e la falegnameria. (Suo padre è un appaltatore.) Presto, le persone hanno iniziato a chiederle suggerimenti per reperire.

“Mi ha mostrato che c’era più interesse per il mercato di quanto pensassi”, ha detto la sig. ha detto Brown. Ora è una venditrice di libri amatoriale sulla piattaforma e cura libri vintage per boutique di abbigliamento, acquistando la maggior parte dei suoi materiali da biblioteche e vendite immobiliari.

SM. Romney ha iniziato a collezionare libri rari all’età di 23 anni, quando è stata assunta da Libri rari Bauman a Las Vegas – un lavoro per il quale ha preso la laurea in studi classici e linguistica non si sarebbe qualificata. Ma scoprì che l’unico vero prerequisito era la “librezza generale”; chiunque sia abbastanza nerd, curioso e parsimonioso potrebbe entrarci.

Ha detto che il collezionismo può essere “un esercizio di autobiografia”, un modo per vedere i volti della propria esperienza rifratti attraverso lo specchio della vita di un altro. Ad esempio: Margaret Landis, 30 anni, è un’astrofisica che raccoglie testi relativi alle scoperte cometarie di Maria Mitchell, la prima astronoma donna negli Stati Uniti. E Caitlin Gooch, la fondatrice di a no-profit di alfabetizzazione nella Carolina del Nord, raccoglie saggistica relativa ai cavalieri neri.

SM. Il padre e lo zio di Gooch avevano documentato la “storia da cowboy” della famiglia, ha detto, prima che suo zio morisse e la collezione andasse perduta. “Non sappiamo dove siano quelle foto e quei video”, ha detto, “quindi per me, trovare questi libri, anche se non riguardano direttamente mio storia, significa che sarò in grado di condividere le informazioni da loro.

Al di là del legame che offrono con il passato, i collezionisti si sentono attratti da titoli ed edizioni che hanno un bell’aspetto. Ecco perché, come ha detto Jess Kuronen, la sovraccoperta di un libro gioca un ruolo significativo nel prezzo.

SM. Kuronen, 29 anni, è proprietaria di Left Bank Books a Manhattan, che si rivolge a quelli che lei chiama collezionisti “entry-level”. Nel suo negozio, una prima edizione di “On the Road” senza la sovraccoperta ha un prezzo di $ 500. Una prima edizione “quasi perfetta” con la giacca recentemente venduta per quasi $ 7.000.

Alla Rare Book School, ha detto il professor Suarez, gli studenti “imparano a leggere i codici grafici, le illustrazioni e i codici sociali” per comprendere “la vita di quel libro nel tempo in varie comunità”.

“Ci sono sicuramente persone che vogliono acquistare libri usati rispetto a libri più recenti”, ha affermato Addison Richley, 28 anni, proprietaria di Des Pair Books nel quartiere di Echo Park a Los Angeles. Una volta terminato un libro che le piace, cerca in Internet “una copia più bella o un’edizione più interessante”. Di recente, un cliente ha rifiutato di acquistare una nuova copia di un libro vintage che aveva visto sull’Instagram del negozio.

“Mi hanno spiegato che un libro usato è più speciale perché ha carattere”, ha detto la Sig. ha detto Richley.

Brynn Whitfield, una pubblicista tecnologica di 36 anni, ha iniziato a collezionare libri di scacchi antichi cinque anni fa. “Ricevo sempre più complimenti per avere questi oggetti in casa mia”, ha detto. “La gente pensa che sia più bello dei tipici libri da tavolino.”

Sebbene le vendite di libri usati prosperino online, la maggior parte dei venditori crede che ci sia una fortuna che solo la navigazione di persona può offrire.

“Ai nostri tempi, così tanto è cercare di venderti ciò che la macchina pensa che tu voglia già”, ha detto Josiah Wolfson, il 34enne proprietario di Aeon Bookstore, un negozio sotterraneo a Lower Manhattan. “Non voglio presupporre ciò che tutti cercano, anche se stanno raccogliendo una cosa specifica”.

A volte il libro che salta non è affatto quello che un collezionista avrebbe pianificato di acquisire. Ma, come il sig. Per dirla Gebremedhin, la “logica emotiva” di una copertina vintage finisce per parlare al collezionista.

“Ho appena ricevuto una prima edizione di ‘Naked and the Dead'”, ha detto. Non è un fan di Norman Mailer, il suo autore. Ma: “È una bellissima copertina”.

Il mercato dei libri usati e rari è un sistema circolare di materiali e idee, e molti giovani collezionisti, tra cui Mr. Wolfson, considera i loro scaffali come “fluidi”. Raccoglie spesso la sua collezione personale di titoli spiritualmente flessi per azioni di Eone, un processo che paragona alla divinazione. Se un libro non gli interessa più, ha detto, “qualcun altro dovrebbe davvero trarne vantaggio”.

Sig. Gebremedhin sta valutando la possibilità di donare la sua collezione alla Columbus Public Library in Ohio, dove è cresciuto. Ha regalato 500 libri prima di trasferirsi in un nuovo appartamento a Brooklyn. “Molti dei libri che entrano in casa mia alla fine trovano qualcun altro”, ha detto. “È un po’ la bellezza di leggerli e condividerli”.

SM. Brown, che vende libri tramite Instagram, ha affermato che “l’accessibilità” è un impulso guida nel suo lavoro. Internet, ha detto, “apre le porte a questi oggetti che vivono molte più vite che non avrebbero vissuto altrimenti”.

Di ritorno in fiera, Jesse Paris Smith, 34 anni, e sua madre, la cantautrice Patti Smith, stavano guardando un libro scritto da Charlotte Brontë quando aveva 13 anni. Per loro due, studiare testi e copertine è stata una fonte di legame. (Patti ha iniziato a collezionare libri all’età di 9 anni, quando ha acquistato “A Child’s Garden of Verses” in un bazar della chiesa per 50 centesimi; oggi vale $ 5.000.)

“Jesse ha creato libri e io li ho venduti”, ha detto Patti. “Ho fatto l’inventario, li ho imballati, incartati dei regali, li ho addebitati”.

Anche gli Smith regalano regolarmente libri. “È doloroso, ma cerchiamo di rimettere al mondo quelli che non stiamo leggendo”, ha detto Jesse.

“Ma non i nostri libri speciali!” ha detto Patti.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close