Music

Jessie J condivide un messaggio di ispirazione per gli altri che sperimentano un aborto spontaneo

Jesse J sta aprendo ulteriormente le sue porte dopo aver rivelato il mese scorso di aver avuto un aborto spontaneo poche ore prima di essere pronta per apparire sul palco a Los Angeles.

“Ho postato sulla perdita del mio bambino poche ore dopo che mi è stato detto”, ha sottotitolato il post di giovedì mattina, insieme a un video di lei che canta davanti al pubblico. “Ho reagito in modalità di lavoro. È sicuro dire che a volte dedico più energia alla creazione di un processo malsano del mio dolore davanti alla telecamera di quanto ammetterei dietro la telecamera in tempo reale”. mentalità prima che lo faccia l’umano dentro di me.

Ha continuato: “Devo giustificare al pubblico il mio spettacolo di domani e spiegare al mondo perché potrei essere un po’ fuori posto, è stata la prima cosa a cui ho pensato”. “Devo trasformarlo in ispirazione, sapendo che starò bene, momento forte, perché è su questo che ho ragione? La verità è che avevo solo bisogno di piangere e cadere tra le braccia di qualcuno e piangere. Ma in quel momento ho ero solo, non ho elaborato nulla. Inoltre, non avevo idea di cosa stavo per passare non solo emotivamente ma anche fisicamente dopo questo spettacolo”.

La cantante ha aggiunto che ora capisce perché le donne hanno bisogno di parlare “canditamente” degli effetti emotivi dell’aborto.

“Ora ho imparato che ciò che la gente sa sull’aborto spontaneo (me compreso prima delle ultime due settimane) è a meno che non l’abbia sperimentato personalmente”, ha detto. “Quello che la gente pensa in realtà non è un vero riflesso di ciò che è veramente. Come possono le persone essere di supporto quando non lo sanno?”

“Non ho mai sentito dolore fisico e trauma e non mi sono mai sentita così sola”, ha continuato. “Questo mi ha cambiato per sempre. In un modo molto straziante, ma bellissimo. Mette la vita in prospettiva in un modo che non è mai stato prima. “

“Sono molto dispiaciuta se l’hai affrontata da sola o meno, o se la stai attraversando ora in qualsiasi fase della gravidanza”, ha concluso. “Perdere tuo figlio è uno dei peggiori sentimenti del mondo. Ti do male. Se posso portarti del cibo, trattenerti attraverso il dolore fisico, so che in questo momento è necessario più di un semplice messaggio di ‘resta forte’.”

“Credo di essere qui per dire a chiunque non sia stato detto questo, ti è permesso rompere. Ti è permesso piangere. Ti è permesso essere debole. Ti è permesso essere esausto per il dolore, il sanguinamento e il dolore che a malapena riesce a contenersi. Ti è permesso farlo ma devi farlo. A volte la vita ci chiama solo per essere umani. Sappiamo che ci sarà il sole, ma non possiamo evitare la pioggia.

La cantante di “Price Tag” ha inizialmente dato la notizia a novembre, pubblicando una foto di lei che faceva un test di gravidanza. Pensando che il post fosse stato rimosso, ha notato nella didascalia: “Ieri mattina stavo ridendo con un amico dicendo ‘Seriamente, continuerò a lavorare a Los Angeles domani sera senza dirlo a tutto il pubblico. Io sono incinta. A mezzogiorno di ieri, temevo l’idea di superare la festa senza crollare”.

Jesse, che ha rotto con l’ex fidanzato Channing Tatum l’anno scorso, ha chiarito di aver deciso di avere un bambino da sola, perché è tutto ciò che vuole e “la vita è breve”.

“La gravidanza è stata un miracolo in sé e un’esperienza che non dimenticherò mai e so che vivrò di nuovo”, ha scritto nel post ora rimosso. “Sono ancora sotto shock, la tristezza è opprimente. Ma so di essere forte e so che starò bene. So anche che milioni di donne in tutto il mondo hanno sentito questo dolore ed è peggiorato molto .Mi sento connesso a chi conosco e a chi non conosco di te. È più solo nel mondo”.

“Quindi ci vediamo stasera a Los Angeles”, ha concluso. “Potrei fare meno battute ma il mio cuore sarebbe nella stanza.”

La cantante ha parlato pubblicamente in passato del suo desiderio di essere madre. La sua canzone, “Four Letter Word”, infatti, racconta i suoi sogni di diventare madre.

Jesse ha già parlato del suo desiderio di essere madre Scrivi il percorso “una parola di quattro lettere” sulle sue aspirazioni patriarcali. Nel 2018, ha parlato sul palco di come le era stato detto che non sarebbe stata in grado di portare un bambino biologico, il che ha ispirato la canzone sulla maternità.

“Quattro anni fa, mi è stato detto che non potevo avere figli, e andava bene, avrei avuto figli, credetemi”, ha detto al pubblico durante un concerto alla Royal Albert Hall di Londra nel 2018. Quando il dottore me l’ha detto, la mia reazione è stata: “Oh, niente”. Volevo scrivere questa canzone per me stesso in un momento di dolore e tristezza. Ma anche per dare a me stesso gioia e dare agli altri qualcosa che possono ascoltare in quel momento in cui diventa davvero difficile”.

Leave a Comment