Movies

La complessa malvagità del ‘Dott. Strano nel multiverso della follia’

Avvertimento spoiler

È stato detto che le aspettative elevate possono portare a un accordo. Sam Raimi potrebbe averlo avuto in mente in anticipo Il dottor Strange nel multiverso della follia. Nelle interviste, lo ha sottolineato Multiverso della follia è meno di un film Raimi completo che una continuazione delle sensibilità consolidate e in gran parte stereotipate del Marvel Cinematic Universe. Getta il fatto che Dottor Strano Il regista Scott Derrickson inizialmente ha abbandonato il sequel “differenze creative”, E l’apparente deferenza di Raimi nei confronti dell’MCU aveva sufficientemente temperato il brusio tra i fan del regista di culto.

<

Ma mentre Multiverso della follia Ha le caratteristiche tipiche di un film MCU, la personalità di Raimi riesce ancora a brillare. Avendo già dimostrato il suo supereroe in buona fede Uomo nero e il guidato da Tobey Maguire Uomo Ragno trilogia, Raimi impiega ancora una volta le tecniche perfezionate nei film horror schlocky e ad alta energia che per primi lo hanno messo sulla mappa. All’interno della rigidità del MCU, Raimi forma un salto nell’universo che a volte è grottescamente spaventoso e perversamente divertente, uno che presenta il tipo di zoom vertiginosi, inquadrature POV maligne e salti sfacciati che non sembrerebbero fuori posto nel Evil Dead trilogia o Trascinami all’inferno. Ancora Multiverso della follia Funziona anche perché Raimi era disposto ad adattare il suo stile per adattarsi alla narrativa tentacolare del MCU. In effetti, è il lavoro di base lungo anni stabilito dal MCU attraverso i suoi film e spettacoli Disney+ che consente a Raimi di scatenare Multiverso della follia‘ temibile fattore X: Scarlet Witch.

All’inizio del film, Stephen Strange incontra America Chavez, un’adolescente con la capacità di viaggiare tra universi diversi, solo che non può controllare quando vuole. L’America è perseguitata in tutto il multiverso da un avversario sconosciuto che le invia mostri usando la stregoneria, incluso un nemico tentacolato che devasta le strade di New York. (Nota a margine: non sono sicuro del motivo per cui qualcuno dovrebbe ancora scegliere di vivere in città quando è il punto zero per i combattimenti di supereroi.) Dopo aver sconfitto il mostro, Strange cerca Wanda Maximoff, che sta vivendo una vita di solitudine in un frutteto. Ma mentre Strange descrive la sua situazione difficile, Wanda tende la mano, rivelando che conosce l’America per nome prima che lui lo dica. Detto questo, Wanda tira indietro il sipario: il frutteto è un’illusione e ha pienamente abbracciato i suoi poteri di Scarlet usando il Darkholdun antico libro di magia nera che potrebbe anche essere il Necronomicon.

Per Wanda, i poteri dell’America le avrebbero permesso di vivere in un universo alternativo con i suoi figli, Tommy e Billy, che hanno cessato di esistere in seguito al tragici eventi di Wanda Vision. Ma prendere quei poteri significherebbe anche uccidere l’America, qualcosa con cui Strange non potrebbe mai sentirsi a proprio agio. interattivo, Wanda offre a Strange un ultimatum: consegna la ragazza in modo che Wanda possa riunirsi ai suoi figli, o affrontare l’ira di Scarlet. Ovviamente, Multiverso della follia non avrebbe molta trama se Strange acconsentisse alle richieste di Wanda, e così il film prende il sopravvento quando si scatena attraverso il multiverso per rintracciare l’America. È la configurazione perfetta per la carneficina in stile Raimi che segue.

La misura in cui Wanda semina il caos e accumula un numero di morti è sorprendente, se non altro perché l’MCU raramente si impegna in momenti legittimamente inquietanti che potrebbero, o almeno Dovrebbe— spaventare il pubblico più giovane. Ma dopo essersi posseduta in un altro universo attraverso un’abilità nota come camminare nei sogni, un processo deliziosamente inquietante dal punto di vista dei posseduti, Wanda elimina brutalmente i supereroi dell’universo alternativo che le ostacolano. Stiamo parlando di smembramento, rottura del collo ed essenzialmente implosione della testa del star vergognosa della serie ABC di breve durata Negli umani. Vedere i supereroi, inclusi alcuni interpretati da attori famosi in cameo che potrebbero ripagare nel futuro del MCU, gettati nel proverbiale tritacarne è un piacere raro, il tipo di mossa che può accadere solo perché la presunzione del multiverso consente allo studio di agitarsi il danno via lungo la strada. (Questa è la barra più bassa per la Marvel, ma almeno il film l’ha cancellata.) È una delle violenze più deliziosamente esplicite messe in atto nell’MCU, e la moschea dei supereroi PG-13 termina con il maglione bianco di Wanda intriso di sangue, Scarlet Witch sempre determinata a catturare la sua preda terrorizzata. Nelle mani di Raimi, la crociata di Wanda sembra uscita da un film slasher.

Pur avendo familiarità con il viaggio di Wanda nell’MCU, non è necessario divertirsi Multiverso della follia, avere quella conoscenza aggiunge una certa profondità emotiva al suo giro nodoso. Dopo aver subito così tante perdite – suo fratello Pietro, Vision, i suoi figli – Wanda è arrivata a un punto in cui è così sopraffatta dal dolore che non le importa quanti danni infligge agli altri per superarlo. (La violenta escalation del personaggio ha qualche precedente per chiunque abbia visto Wanda Visionin cui ha effettivamente imprigionato un’intera città e prima ha messo le mani sul Darkhold.) La situazione di Wanda suscita simpatia, ma allo stesso tempo non è meno formidabile per questo. È il marchio di un grande cattivo, che rimane decisamente raro nel MCU, ed Elizabeth Olsen apprezza l’opportunità di rompere completamente il male.

Per tutte le giustificabili critiche mosse al MCU, un film del genere Multiverso della follia evidenzia come l’approccio della Marvel possa essere coinvolgente quando il franchise non fa affidamento in modo stucchevole sulla nostalgia per stupire il pubblico. Il film è un vero spasso perché Raimi è davvero nella sua borsa e i Marvel Studios hanno avuto il buon senso di lasciare che un regista di talento cucini. Dato il suo passato da blockbuster, Raimi ha chiaramente un debole per i supereroi che lo accettano un grande potere deriva da una grande responsabilità, ma è altrettanto attratto dai personaggi che ne vengono sedotti. Prima di Wanda, c’era Norman Osborn (Uomo Ragnoe Otto OttavioSpider-Man 2), quest’ultimo trasformato nel malvagio Doc Ock in a scena memorabilmente orribile in cui i suoi arti robotici hanno squarciato un’intera stanza di medici e infermieri. L’arco di Wanda Multiverso della follia segue le orme di Norman e Otto: un viaggio intriso di dolore, spargimento di sangue e, infine, tragedia.

Resta da vedere se Scarlet o Raimi tornino al MCU davanti e dietro la telecamera. (Raimi, da parte sua, ha espresso interesse nel fare un altro film Marvel.) In ogni caso, Multiverso della follia è stato il miglior risultato possibile per un regista di talento che ha iniettato la sua stravagante sensibilità nel franchise e l’emergere di un potente cattivo con quasi un decennio di lavoro. È facilmente il film Marvel più emozionante del post-Fine del gioco landscape, e direi che è una delle migliori (le migliori?) voci del MCU in assoluto. Andando avanti, la Marvel dovrebbe seguire l’esempio del regista e della star emergente del film e abbracciare la follia.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close