Entertainment Home

La scaletta del concorso di Cannes contiene solo tre film di registe donne, il che è molto al di sotto degli obiettivi di parità di genere

Il raccolto di registi di quest’anno in Festival di Cannes Non rappresenta un nuovo standard in termini di diversità di genere.

<

Da quando è diventato il primo festival internazionale a firmare il Gender Parity Pledge nel 2018, Cannes non è riuscito a fare molti progressi nell’aumentare la rappresentanza delle registe nel concorso, che è ancora dominato dai registi uomini.

Altro da Varietà

Lo ha detto il regista di Cannes Thierry Frémaux diverso La scorsa settimana, mirava a “si spera” di avere una “presenza più forte di registe” nel 2022. Ma finora non sembra aver raggiunto quell’obiettivo.

A questo punto ci sono solo tre film di registe donne su 18. La percentuale è alla pari con l’anno scorso, quando quattro titoli su 21 erano registi donne. Ciò ha eguagliato il precedente massimo di quattro cineaste dall’uscita del 2019.

La competizione di quest’anno presenta una manciata di famosi registi veterani come Kelly Richart, che era nell’ultima competizione con Wendy e Lucy e presenterà Encore, un altro film di Michelle Williams. L’attrice italo-francese, diventata leader, Valeria Bruni Tedeschi con “Forever Young” e l’attrice veterana Claire Denis con “Stars at Noon”. Potrebbe esserci un’altra regista donna che si unisce alla competizione.

È interessante, tuttavia, notare che, sebbene le registe donne siano sottorappresentate nella competizione, negli ultimi anni hanno ampiamente superato le loro controparti maschili in termini di premi, ad eccezione della Palma d’Oro. Questo particolare premio è stato vinto solo da due donne nei 74 anni di storia del festival, con “Titane” di Julia Docornau nel 2021 e “Piano Lesson” di Jane Campion (condivisa con “Farewell to Concubine” di Chen Cage nel 1993. Nel 2019, ha vinto Tre delle quattro donne in concorso hanno premi: Mattie Diop ha vinto il primo premio con “Atlantique”, Celine Siama ha vinto la migliore sceneggiatura per “Portrait of a Lady on Fire” e “Little Joe” di Jessica Hausner ha vinto la migliore attrice per Emily Beacham. .

Vale anche la pena notare che le donne hanno vinto il primo premio in tutti i principali festival durante lo scorso anno. Insieme a DuCournau a Cannes, Audrey Dewan ha vinto il Leone d’Oro a Venezia per “È successo”, mentre Jane Campion ha vinto il Leone d’argento come miglior regista per “Il potere del cane”. A Berlino, Carla Simon ha vinto il primo premio con “Alcarràs” e Dennis ha vinto l’Orso d’argento per “Both Sides of the Blade”. Anche altri grandi festival, come Toronto e Sundance, hanno visto Maids vincere i primi premi rispettivamente con “Uni” di Camila Andini e “The Nanny” di Nichiato Jusso di Camila Andini.

Cannes non è stata la sola a non aver promosso più film di cineaste. Anche la maggior parte dei principali festival in Europa non è riuscita a dimostrare la parità di genere nelle loro formazioni concorrenti. Gli organizzatori di Cannes hanno spiegato il divario nella rappresentanza dicendo che potrebbero non esserci abbastanza registe donne dello stesso lignaggio delle loro controparti maschili, un argomento che ha fatto arrabbiare molti nella comunità creativa. Tuttavia, sono sempre di più i film di registe donne in selezione ufficiale negli ultimi anni, in particolare nell’ambito di Un Certain Regard, dedicato in gran parte a registi emergenti.

Vista l’intera selezione ufficiale, anche il progresso delle registe donne è insufficiente. Nonostante l’elenco si sia ampliato negli anni, la rappresentanza delle donne leader non ha seguito lo stesso percorso. C’erano 14 registi su 47 film nella selezione ufficiale nel 2019, rispetto ai 28 film su 64 del 2021 e finora solo nove titoli su 49 quest’anno.

Miglior assortimento

firma per Newsletter Varie. Per le ultime novità, seguici su FacebookE TwitterE Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close