Art

La scultura del giubileo dell’albero degli alberi è un altro tumulo di arte pubblica mal giudicata | Rowan Moore

TL’albero degli alberi, un oggetto da erigere fuori Buckingham Palace per il giubileo della regina, è, secondo lo studio del suo progettista, Thomas Heatherwick, una “scultura” che “cerca di porre l’importanza degli alberi e della natura al centro di questo traguardo storico”. Qui passerò dall’abuso delle metafore (le pietre miliari hanno il cuore?) ma non degli alberi, questo è un altro caso della mania di certi designer di raccoglierli, spostarli e metterli dove non vogliono essere .

<

Questa struttura in acciaio alta 21 metri trasporterà 350 alberelli, piantati in vasi di alluminio, che saranno distribuiti in tutto il Paese dopo il giubileo. È approssimativamente a forma di albero, ma questa costruzione goffa e angolare non è molto simile a un vero organismo vivente. È un emoji albero realizzato con ingegneria strutturale. Ha forti vibrazioni del Marble Arch Mound, la disastrosa collina artificiale eretta l’anno scorso. Qui, come là, una versione a cartoni animati della natura è collocata in uno spazio cerimoniale londinese da persone che non sembrano aver pensato molto a ciò che rende gli alberi adorabili.

Quelle parole dello studio si prendono anche delle libertà con l’idea dell’art. Chiamano l’Albero degli Alberi una “scultura”. Boris Johnson potrebbe aver paragonato una volta Heatherwick a Michelangeloma David non lo è.

Trump prende il sopravvento

Pomodori – 'roba pericolosa'.
Pomodori – ‘roba pericolosa’. Fotografia: Helios4Eos/Getty Images/iStockphoto

In altre notizie dal regno vegetale, è emerso che Donald Trump aveva così paura di essere ferito dalla frutta che ha esortato la sua sicurezza ad attaccare i manifestanti. “Puoi essere ucciso con quelle cose” Egli ha detto, in una deposizione a un tribunale di New York. “I pomodori sono cattivi, comunque. Ma è molto pericoloso… ananas, pomodori, banane, roba del genere, sì, è roba pericolosa”.

Difficile non fare un paragone Volodymyr Zelenskiy, l’uomo che Trump una volta ha cercato di convincere a produrre diffamazioni politiche. Il leader ucraino coraggioso ha colpito squadre e bombe a Kiev; l’ex presidente degli Stati Uniti si rannicchia davanti ai pomodori.

Passo falso commemorativo

Il proposto Memoriale dell'Olocausto nel Regno Unito nei Victoria Tower Gardens di Londra, il cui permesso di costruzione è stato annullato dall'alta corte.
Il proposto Memoriale dell’Olocausto nel Regno Unito nei Victoria Tower Gardens di Londra, il cui permesso di costruzione è stato annullato dall’alta corte. Fotografia: Memoriale dell’Olocausto nel Regno Unito/PA

Il mese scorso, l’Alta Corte ribaltato la decisione del governo di concedere il permesso di pianificazione al proposto UK Holocaust Memorial and Learning Centre. Il suo problema era con la posizione nei Victoria Tower Gardens, un piccolo parco classificato di Grado II vicino al parlamento. La corte ha ritenuto che la proposta violasse una legge del 1900 che richiedeva che i giardini fossero mantenuti come spazio aperto. Come è stato chiaro dai tempi di David Cameron annunciato il piano Più di sei anni fa, la portata della proposta sarebbe stata devastante per un giardino piccolo e vulnerabile. Il problema più grande non è il memoriale in sé, ma la decisione di accompagnarlo con un centro didattico, che richiede la costruzione di un corposo edificio recintato.

È straziante che ci sia stato un tale spreco di energia, risorse e buona volontà, attraverso lunghi processi di pianificazione e un’indagine pubblica, per raggiungere quella che avrebbe dovuto sempre essere una conclusione ovvia.

Ma ora c’è la possibilità di creare qualcosa degno della catastrofe che il memoriale dovrebbe ricordare. Il centro di apprendimento potrebbe essere situato da qualche altra parte, ovviamente l’Imperial War Museum, che ha già gallerie eccezionali dedicate all’Olocausto. Possibilmente un memoriale, se costituito da un paesaggio o da uno di più oggetti piuttosto che un edificio, potrebbe ancora essere costruito nei giardini senza violare la legge del 1900.

Venerdì è stato annunciato che il governo ha impugnato la decisione dell’alta corte, che è un peccato. Dovrebbe piuttosto cogliere l’occasione del suo verdetto per applicare l’intelligenza e la sensibilità che avrebbe dovuto dimostrare all’inizio.

Rowan Moore è il corrispondente di architettura dell’Observer

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close