Anniversary Party

La star di Hook, Dante Pasco, rivela perché Dustin Hoffman lo ha trattato come un “antagonista” nel set di canzoni di Steven Spielberg del 1991.

Ottenere un ruolo da protagonista in una scena di grandi dimensioni per Steven Spielberg a soli 15 anni è già abbastanza stressante. Immagina quanto sarebbe più stressante se una delle suddette star del cinema sembrasse odiare le tue viscere. Questa è la posizione che ha trovato Dante Basco sul set di Spielberg Peter Pan Continuazione, gancioche ha debuttato nelle sale 30 anni fa, l’11 dicembre 1990. L’attore filippino-americano è scelto per interpretare Rovio, il nuovo leader dei Lost Boys, che si imbatte alternativamente nell’adulto Peter (interpretato da Robin Williams) e il Capitano James Hook ( Dustin) L’eterno vecchio di Hoffman e il male irreversibile.

Come ha detto Pascoe a Yahoo Entertainment, Hoffman è stato piuttosto cattivo con lui durante le prime settimane di produzione. “È passato molto tempo dall’ultima volta che mi è stato così ostile… molto ostile”, rivela l’attore 46enne. E ricordo di aver detto: “Sono nervoso! Questo ragazzo è Dustin Hoffman. Perché è così bellicoso nel mio orecchio! Diceva cose e io dicevo: ‘Perché me lo dici? sto solo cercando di essere un bravo attore.'” (Guarda la video intervista sopra.)

Alla fine, l’allenatore di recitazione di Pascoe all’epoca ha chiarito all’adolescente sbalordito che c’era un modo per la follia di Hoffman: in particolare la laurea La star era un attore di metodo. “Il mio allenatore ha detto: ‘È Capitan Uncino e tu sei Rovio. Sei il suo avversario e ora sta mettendo in questa dinamica in modo che quando è il momento per lo spettatore di lavorare con te, non sta giocando. È serio, tu sapere?'”

Dustin Hoffman nei panni del Capitano James Hawke nel film Hawk di Steven Spielberg del 1990 (Foto: TriStar Pictures/ cortesia Everett Collection)

Dustin Hoffman nel ruolo del Capitano James Hook nel film di Steven Spielberg del 1991, gancio. (Foto: TriStar Pictures/Collezione Everett)

L’allenatore di Pascoe ha anche dato al suo allievo il segreto per navigare intorno allo stile cinico di Hoffman, scatenando il suo architetto cinematografico interiore. Ha detto: “Fai quello che ha fatto James Dean con Montgomery Clift e Marlon Brando: può semplicemente seguirli e fare loro domande. Quindi sarò sul set”. [with Dustin] E io dico: “Ho appena visto lenny Ieri sera’, o ho iniziato a parlarne cowboy di mezzanotte E comincerà a guardarmi e a capire: “Oh, quel ragazzo lo è l’attore! “

L’approccio di Pascoe ha sicuramente dato i suoi frutti. Quando è arrivato il momento di filmare la grande scena della morte di Rufio, si è rivolto al suo ex avversario fuori dallo schermo (e assassino sullo schermo) per chiedere aiuto. “È diventato il mio insegnante di recitazione per quei giorni in cui era sul set”, ricorda ora. “Le abbiamo letteralmente sparato per due o tre giorni, e ogni singolo giorno lui era lì a guidarmi attraverso una scena di morte. Quando agisci così da vicino con uno dei tuoi eroi, è fenomenale”.

Ed ecco la cosa più pazza: Rovio non è quasi morto. Secondo Basco, a un certo punto, il piano era di permettere a un guerriero Mohawk di sopravvivere alla battaglia finale con Capitan Uncino in modo da poter recitare in Lost Boys. Programma televisivo separato. “Avevamo dei contratti… e l’ordine non è stato eseguito”, dice, aggiungendo che per molto tempo non era sicuro di aver effettivamente firmato la condanna a morte di Rovio, bloccando la firma del contratto del programma televisivo. “Ma anni dopo, ho parlato con [Hook screenwriter] Jim in Hart, che ha detto: “Ho sempre voluto che Rovio morisse, perché rappresenta l’oscurità e il pericolo dell’Isola che non c’è. Affinché Peter Pan possa dire, ‘Ho bisogno di portare i miei figli fuori dall’Isola che non c’è,’ ci deve essere qualcosa di orribile.

E ai milioni di giovani telespettatori che sono cresciuti con loro gancioÈ difficile essere più pericolosi che guardare lo sconsiderato Rovio morire tra le braccia di Peter. “Un’intera generazione di ragazzi è andata fuori di testa”, dice Pascoe con orgoglio. “Ma penso anche che sia una delle cose che rende Rovio così iconico. La morte di Rovio gli ha rafforzato quella cosa che ricordi sempre. Sono una copia della mamma di Bambi!”

Dante Pasco ha interpretato il suo ruolo da protagonista come Rovio al fianco di Peter Pan Robin Williams nel personaggio preferito di Steven Spielberg del 1991, Hawk (Foto: TriStar Pictures/Everett Group)

Dante Pasco ha interpretato il suo ruolo da protagonista nel ruolo di Rovio al fianco di Peter Pan di Robin Williams nel film preferito della famiglia di Steven Spielberg del 1991, gancio. (Foto: TriStar Pictures/Collezione Everett)

Rispetto a Hoffman, Pascoe dice che recitare al fianco di Williams è stato un gioco da ragazzi. “Robin è stato molto affettuoso nei miei confronti”, dice del compianto attore, ricordando come si sono legati al loro comune amore per la cultura e il cibo filippini. (La seconda moglie di Williams, Marsha Garces Williams, è in parte filippina.) Aveva un modo di metterti un braccio attorno ed esprimere come, ‘Benvenuto alla festa.

A proposito di feste, ricorda Basco gancioLa famosa scena della lotta per il cibo era reale, specialmente quando Rovio e Peter combatterono la famosa Battaglia dell’Insulto. “Ho fatto esattamente quello che hanno scritto perché sono il tipo di attore che ha solo bisogno di sapere [my lines]Dice. Williams, invece, ha avuto un approccio diverso. Stava facendo ciò che era stato scritto in modo così magistrale, poi guarda Stephen e dice: ‘Posso [improvise] una linea?’ E poi andrà!

“Quando agisci con esso, hai praticamente tre opzioni”, continua Pascoe. “Puoi dire le tue battute e poi rimanere bloccato. Oppure puoi provare a improvvisare con lui, ma è come Marlon Brando dall’improvvisazione! Oppure puoi dire: ‘Lo lascerò parlare e poi lo interromperò.'” “Ho provato molte strategie diverse, ma ero solo un quindicenne che cercava di tenere il passo con uno dei professori! Ma era un ragazzo straordinario: è sicuramente uno spettacolo memorabile e qualcosa di cui la gente vuole parlare tutto il tempo. Quando sono alle conferenze, vogliono che scriva questo. “La roba sulle scatole dei Funko, sai? Una pianta di scoreggia, melma di lumaca, vomito di gatto, tutta quella roba.”

Video prodotto da Jane Kochak e montato da Jimmy Rhee

gancio Attualmente in streaming su Sling TV.

Leave a Comment