Books

L’autrice di “Ten Thousand Doors” Alix E. Harrow parla delle principesse Disney e dell’essere una lettrice disordinata – Orange County Register

Quando ero bambino, se mi avessi detto che un giorno sarei entrato in un negozio di fumetti e mi avrebbero consegnato un sacco di numeri gratuiti per qualcosa chiamato Free Comic Book Day, beh, sai cosa avrei detto?

<

“Accidenti, sembra fantastico!” O qualcosa del genere perché ero un educato idiota che amava i fumetti. Ma a differenza dei jetpack promessi e di altre meraviglie moderne non ancora viste, questa fantasia del futuro si è effettivamente avverata.

Questa preziosa festa per nerd celebra il suo 20° anno nel 2022 e Peter Larsen ha scritto su cosa aspettarsi al ritorno degli eventi di persona. Se non ci sei mai andato, ti consiglio di provarlo. Ho visitato i negozi per la maggior parte degli anni nell’ultimo decennio ed è generalmente divertente se sei paziente e ancora meglio se ti ricordi di acquistare qualcosa anche per supportare il negozio.

Giornata dei fumetti gratuita mi ha anche ricordato un aneddoto preferito di una nostra recente storia che ho curato.

Quando il mio collega Kelli Skye Fadroski ha intervistato lo scrittore fantasy Seanan McGuire l’anno scorso, McGuire le ha detto che Joe Field, il proprietario del negozio di fumetti della Bay Area Fumetti Flying Colors e altre cose interessanti e creatore del Free Comic Book Store Day, si prendeva cura di lei e di altri bambini che avevano bisogno di un posto sicuro dove andare e di accedere ai fumetti anche se non avevano molti soldi:

“Aveva un quarto di scatola, quindi c’erano fumetti a prezzi accessibili per noi bambini”, ha ricordato McGuire. “Non erano necessariamente nella forma migliore, ma erano i fumetti che potevamo permetterci di acquistare se potessimo trovare un paio di quarti sul divano. Quando mi ha visto arrivare, ha spostato un paio di numeri arretrati di “X-Men” nella scatola dei quarti perché sapeva che li avrei trovati immediatamente e che sarei stato il più felice di sempre. Probabilmente ha perso due o trecento dollari con i fumetti in quel modo”.

No, quelle non sono lacrime; Mi sono appena versato qualcosa sugli occhi.

Tuttavia, se vuoi davvero provare le sensazioni su Field, Kelli gli ha parlato di McGuire e ha detto che McGuire gli aveva detto che se fosse cresciuta per diventare una scrittrice di fumetti, il primo posto in cui avrebbe firmato sarebbe il suo negozio.

E lettore, avviso spoiler, ce l’ha fatta, ed ecco cosa ha detto Field a riguardo:

“Amo questo tipo di sogni e li amo di più quando accadono davvero”, ha detto Field. “Seanan ha svolto il lavoro durante tutta la sua carriera per realizzare i suoi sogni ed è una cosa bellissima. Può essere un’ispirazione per molte, molte persone che potrebbero pensare che, per qualsiasi motivo, la loro educazione non sia stata eccezionale o qualunque siano le loro circostanze. La sua storia è un esempio del fatto che se fai il lavoro, puoi arrivarci”.

Field, che voleva un negozio in cui le sue stesse figlie si sentissero a proprio agio, ha parlato dell’etica del suo negozio ed è adorabile.

“Inizialmente, lo slogan di questo negozio di fumetti era che era l’unico negozio di fumetti per tutta la famiglia”, ha detto Field. “I fumetti tendevano ad essere club per ragazzi, ma ho tre figlie che avevano 4, 6 e 8 anni quando il negozio è stato aperto e volevo che potessero crescere in un posto che trattasse tutti con rispetto. So che c’erano dei negozi di fumetti che non trattavano Seanan con rispetto, ma lo abbiamo fatto, ed eravamo solo noi a vivere secondo quella che sarebbe stata la nostra visione di questo posto. È un posto in cui tutti possono venire, sentirsi accettati e trovare qualcosa di cui innamorarsi per tutta la vita”.

Adoro quella storia, dovresti leggerla l’intera cosa – così come la possibilità che qualche bambino possa andare al Free Comic Book Day sabato e trovare ispirazione per fare qualcosa di straordinario – o per essere fantastico con gli altri. O magari vai, divertiti e trascorri il pomeriggio sdraiato per terra a leggere. O semplicemente sentiti accettato.

E hey, anche se non sei un lettore di fumetti, puoi sempre andare in un negozio il sabato e prendere alcuni titoli da condividere con bambini, genitori o famiglie che potresti conoscere. Posso dirtelo per esperienza: anche questo è piuttosto divertente.

Un pannello LitFest Pasadena con gli scrittori Naomi Hirahara, Reyna Grande, Attica Locke e Rachel M. Harper presso la Biblioteca pubblica di Altadena.  (Foto di Erik Pedersen)
Un pannello LitFest Pasadena con gli scrittori Naomi Hirahara, Reyna Grande, Attica Locke e Rachel M. Harper presso la Biblioteca pubblica di Altadena. (Foto di Erik Pedersen)

Parlando di divertimento, ne ho verificati un paio LitFest Pasadena eventi e parlato con alcuni autori che abbiamo trattato qui incluso Natascia Deon, Steph Cha, Antonio Wilson e Joe Ide di sabato. Poi mercoledì sera sono andato alla Biblioteca Pubblica di Altadena per vedere un fantastico pannello (visto sopra) che mostrava Reina GrandeRachel Harper, Naomi Hirahara e Attica Locke. È stata una buona serata e ci sono altri eventi in arrivo.

Quindi, lascerò qui e consegnerò la newsletter all’autore Alix E. Harrow, che ha scritto l’assolutamente meraviglioso “Le diecimila porte di gennaio”, che è un romanzo che piacerà a tutti gli amanti dei libri, e che questa settimana farà le domande e risposte di Book Pages. Sei pronto per una sorpresa.

Fino a quando non ci incontreremo di nuovo, se hai una domanda, un commento o una raccomandazione, inviami un’e-mail a [email protected] e potrei condividerla in future newsletter.

Grazie, come sempre, per la lettura.


Alix E. Harrow parla delle principesse Disney e dell’essere una lettrice disordinata

Alix E. Harrow è l'autore di
Alix E. Harrow è l’autrice di “A Mirror Mended” e “A Spindle Splintered”, nonché del bestseller “Ten Thousand Doors of January”. (Foto e copertina per gentile concessione dell’autore / Tor Books)

Alix E. Harrow lo è l’autore “Le diecimila porte di gennaio”, “The Once and Future Witches” e due romanzi recenti, “A Spindle Splintered” e “A Mirror Mended”. Un ex accademico che ora vive in Virginia con la sua famiglia, Harrow è un vincitore del premio Hugo e il suo feed Twitter vale anche il tuo tempo. È stata così gentile da rispondere alle domande sui suoi libri e fornire alcuni consigli per altro.​​

D. Il tuo debutto “Le diecimila porte di gennaio” è stato un libro sui libri. Puoi parlare un po’ di come scrivere quella storia?

In retrospettiva, scrivere quel libro era una semplice equazione: se prendi un bambino cresciuto sulla classica fantasia dei bambini del diciannovesimo secolo e aggiungi due anni di scuola di specializzazione interrogando quegli stessi testi come fantasie dell’impero, otterrai qualcosa come “Diecimila porte di Gennaio.” È stato il mio tentativo di celebrare tutte le cose che avevo amato dei miei libri d’infanzia – ragazze orfane stravaganti, in fuga, intelligenti che risolvono misteri – mentre esponevo (e si spera sovvertessero) i loro orrori.

D. Le tue nuove novelle, “A Spindle Splintered” e “A Mirror Mended”, raccontano la storia della Bella Addormentata. Eri un grande lettore di fiabe?

Il problema di crescere negli anni ’90 e 2000 è che non potresti essere un grande consumatore di fiabe. La principessa Disney teneva ancora la corte, incontrastata, e il meccanismo relativamente nuovo dell’editoria YA ha riempito i miei scaffali di rivisitazioni. Quante versioni di “La bella e la bestia” avevo visto prima dei 12 anni? Quante volte avevo visto una principessa pungersi il dito, mordere una mela avvelenata, perdere la scarpetta di vetro? È proprio quella sensazione – la natura ricorsiva, ripetitiva, infinitamente iterativa delle fiabe – che stavo cercando di catturare in queste novelle.

D. Cosa stai leggendo adesso?

In realtà sto rileggendo “The Blue Sword” di Robin McKinley in questo momento, cosa che accade almeno una volta all’anno, ma ho appena finito una versione estremamente intelligente e sexy di un romanzo rosa della vita di Mary Wollstonecraft (The Rakess di Scarlett Peckham) e sto iniziando “Babel” di RF Kuang, una storia fantastica, incisiva e meravigliosa.

D. Qual è qualcosa che hai portato via da una lettura recente – un fatto, un frammento di dialogo o qualcos’altro?

Stavo leggendo quello di Amal El-Mohtar bella newsletter, e ha incluso un estratto dalla biografia di Martha Graham di Agnes de Mille del 1991. Agnes avrebbe chiesto una volta a Martha se sarebbe mai stata soddisfatta del proprio lavoro artistico, e la risposta di Martha si è impressa nel mio cervello: “Nessuna soddisfazione in nessun momento”, gridò appassionatamente. “C’è solo una strana insoddisfazione divina, una benedetta inquietudine che ci tiene in marcia.”

D. C’è un genere o un tipo di libro che leggi di più e cosa vorresti leggere di più?

Sono un lettore molto disordinato, in termini di genere. Penso al fantasy come al mio terreno di casa, il luogo in cui mi sento più sicuro, più fluente nei sottogeneri e influenze, aspettative e sovversioni, ma amo anche i grandi scelti da club del libro popolari e i romanzi d’amore indie queer e le novelle di fantascienza. Mi piacciono i thriller polizieschi e Sally Rooney e le graphic novel di livello medio. Il mio genere preferito sono… i libri?

D. Qual è un’esperienza di libro memorabile, buona o cattiva, che vorresti condividere?

Mi sono laureata nel 2009, il momento ideale per prendere una nuova laurea in storia, e ho trascorso l’anno successivo vivendo in furgoni e tende e occasionalmente lavando i miei genitori, come un messaggio fallito in una bottiglia. Da qualche parte lì dentro mi è capitato di leggere “Tutti i graziosi cavalli”, e ho scritto la frase: “cavalcavano allo stesso tempo sbarazzini e cauti, come ladri appena liberati in quell’oscuro elettrico, come giovani ladri in un frutteto luminoso, con la giacca larga contro il freddo e diecimila mondi per la scelta. A quanto pare quella piccola frase, diecimila mondi per la scelta, si è radicata da qualche parte nel profondo del mio cervello ed è emersa dieci anni dopo come un romanzo.


Altre storie su autori, libri e bestseller

Kerri ní Dochartaigh, autore di
Kerri ní Dochartaigh, autrice di “Thin Places” (Foto di Manus Kenny / Per gentile concessione di Milkweed)

“Luoghi”, tutti

L’autrice irlandese Kerri ní Dochartaigh parla del suo acclamato libro di memorie, “Thin Places”. LEGGI DI PIÙ

• • •

Holly Black ha scritto dozzine di libri per bambini e giovani adulti, ma il suo ultimo romanzo fantasy “Book of Night” è la sua prima voce nella categoria della narrativa per adulti. (Foto per gentile concessione di Holly Black/Tor)

Scommetti sul nero

L’autrice Holly Black parla di “Book of Night”, il suo primo libro per adulti. LEGGI DI PIÙ

• • •

Il Free Comic Book Day ritorna sabato 7 maggio 2022, con le fumetterie indipendenti che offrono gratuitamente ai clienti una selezione di 46 diversi titoli quel giorno.  Nella foto ci sono otto titoli, che incrociano generi, fasce d'età e interessi.  (Immagini per gentile concessione di Free Comic Book Day)
Il Free Comic Book Day ritorna sabato 7 maggio 2022, con le fumetterie indipendenti che offrono gratuitamente ai clienti una selezione di 46 diversi titoli quel giorno. Nella foto ci sono otto titoli, che incrociano generi, fasce d’età e interessi. (Immagini per gentile concessione di Free Comic Book Day)

Giornata dei fumetti gratuita

Vuoi saperne di più sull’evento? Dai un’occhiata alla nostra storia su FCBD22. LEGGI DI PIÙ

“Finding Me”, un libro di memorie dell’attrice Viola Davis, è tra le pubblicazioni di saggistica più vendute nelle librerie indipendenti della California meridionale. (Per gentile concessione di HarperOne)

I bestseller della settimana

I libri più venduti nelle librerie indipendenti locali. LEGGI DI PIÙ

• • •

Quali sono le prospettive di “Bookish”

Sul prossimo evento Bookish gratuito il 20 maggio alle 17, la conduttrice Sandra Tsing Loh parla con Don Winslow e Melissa Chadburn.

Leave a Comment