Celebrity

L'”emancipazione” di Will Smith si sposta al 2023, Apple Eyes New Date After Slap (ESCLUSIVA)

Non aspettarti un “Emancipazione” per il vincitore dell’Oscar Will Smith nel 2022. Originariamente previsto per il circuito dei festival autunnali entro la fine dell’anno, il prossimo film dell’attore di Melae co-prodotto dalla sua società di produzione Westbrook Studios, ha in programma di ritardare l’uscita del film nel 2023.

<

Diretto da Antoine Fuqua (“Training Day”), il film sarebbe stato la prima uscita successiva per Smith il suo assalto al comico Chris Rock durante il 94esimo Oscar. Di conseguenza, lo era vietato di partecipare agli Oscar e altri eventi legati all’Accademia per 10 anni.

Altro da Varietà

Sebbene lo studio non abbia ufficialmente datato “Emancipation”, quest’anno avrebbe dovuto essere il prossimo potenziale progetto di premiazione dello streamer dopo aver vinto il miglior film per “CODA”. Sebbene Apple non abbia condiviso una data ufficiale, una fonte che ha familiarità con la situazione ha affermato che “è la verità non detta” che il film d’azione non arriverà sulla piattaforma nel 2022. Tuttavia, la stessa fonte ha anche rivelato che ci sono state discussioni interne in corso tra Apple dirigenti e registi su come potrebbe muoversi un’uscita in autunno, ma sembra altamente improbabile.

Nelle settimane che hanno preceduto gli Oscar di quest’anno, il clamore di “Emancipazione” stava già crescendo. Lo ha detto un regista, che ha chiesto di rimanere anonimo Varietà prima degli Academy Awards che hanno visto le prime riprese del film: “Will vincerà uno dopo l’altro”. A quel tempo, la citazione si riferiva alla sua imminente vittoria come miglior attore per “King Richard”.

L’alterco di Smith con Rock sarebbe stato un argomento dominante sulla promozione del film, indipendentemente dal fatto che Smith fosse coinvolto o meno. Sebbene la controversia sullo schiaffo sia un fattore importante nel cambiamento previsto, più fonti hanno condiviso che Fuqua è ancora in fase di post-produzione e potrebbe non essere pronto in tempo per un inchino del 2022. Il film ha subito numerosi ritardi a causa dello spostamento della produzione dalla Georgia alla Louisiana in segno di protesta contro le leggi statali sulle restrizioni al voto, la distruzione causata dall’uragano Ida e la pausa dovuta ai casi di COVID nell’agosto 2021.

Un altro elemento che contribuisce è una lista piena per Apple nella seconda metà dell’anno. Molti dei suoi film potrebbero essere commercializzati per una sostanziale spinta ai premi.

La società ha il vincitore del Sundance Film Festival Audience Award “Cha Cha Real Smooth”, con Dakota Johnson, in uscita il 17 giugno, prima di svelare il film d’animazione “Luck” dalla sua Skydance Animation di recente acquisizione il 5 agosto. Inoltre, Apple ne ha diversi senza data film attesi, in particolare “The Killers of the Flower Moon” di Martin Scorsese con Leonardo DiCaprio e Jesse Plemons. Anche il regista premio Oscar di “The Departed” è ancora in sala di montaggio con la collaboratrice di lunga data Thelma Schoonmaker. Scorsese è noto per il lungo processo di completamento dei suoi film e, nonostante la conclusione a settembre 2021, l’adattamento cinematografico da 200 milioni di dollari potrebbe anche affrontare un possibile trasferimento nel 2023.

Sempre atteso quest’anno dalla Apple c’è “Raymond & Ray” di Rodrigo Garcia, con Ewan McGregor ed Ethan Hawke, e “The Greatest Beer Run Ever” di Peter Farrelly, il suo primo film da quando “Green Book” ha vinto il premio come miglior film. Inoltre, la società ha in cantiere una manciata di documentari, tra cui un documentario su Sidney Poitier ancora senza titolo di Reginald Hudlin, “Black & Blues: The Colorful Ballad of Louis Armstrong” di Sacha Jenkins e “The Sound of 007” di Mat Croce Bianca.

Ciò non conta le acquisizioni che potrebbero avvenire da Cannes, a meno di due settimane di distanza, e i festival cinematografici di Venezia, Telluride e Toronto all’orizzonte.

“Emancipation” è scritto da Bill Collage e ha come protagonista anche il contendente agli Emmy Ben Foster (“The Survivor”), e racconta la storia di uno schiavo in fuga che cerca di scappare dai suoi proprietari di piantagioni. I produttori sono anche Todd Black, Joey McFarland e Jon Mone.

Apple Original Films non ha rilasciato commenti.

Il meglio della varietà

Iscriversi per Newsletter di varietà. Per le ultime novità, seguici su Facebook, Twittere Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close