TV

“Non puoi credere che abbia permesso a qualcuno di essere trattato in questo modo.”

Claire Foy interpreta Margaret, la duchessa di Argyll che si vergogna di fronte a Paul Bettany in Very British Scandal.  (Foto: Cristoforo Raffaele)

Claire Foy interpreta Margaret, Duchessa di Argyll al fianco di Paul Bettany Uno scandalo molto britannico. (Foto: Cristoforo Raffaele)

Piace la coronaLa regina Elisabetta II, Claire Foy, ha catturato l’incrollabile determinazione del monarca nel mantenere le norme sociali. Ma nel suo ultimo ruolo come la vera duchessa di Argyll su Amazon Uno scandalo molto britannicodue volte vincitrice di un Emmy Award, incarna una donna che si annusa il naso alle stesse convenzioni, solo per pagarne il prezzo attraverso un umiliante processo di divorzio.

Segui il premiato 2018 Uno scandalo molto inglese – Penso che Hugh Grant e Ben Whishaw abbiano una relazione che si trasforma in un tentativo di omicidio – trova Foy e Paul Bettany nei panni di Margaret e Ian Campbell, la cui violenta separazione nel 1963 porta il Duca a portare la moglie dai tacchi alti in tribunale per foto illecite di lei e una persona non identificata amante. Sebbene la serie di tre episodi si prenda alcune libertà artistiche, la vergogna per la Duchessa – un tempo considerata la novellina più in voga di Londra – è fin troppo reale. Come osserva lo spettacolo, il giudice che ha concesso a Campbell il divorzio ha trascorso più di tre ore a criticare Margaret, che suo marito ha accusato di avere fino a 88 amanti, definendola “completamente immorale” e “una donna totalmente depravata il cui appetito sessuale può solo essere soddisfatto con il numero degli uomini».

Parlando con Yahoo Entertainment, Foy ha detto di essere stata “davvero offesa” dalla storia di Margaret. Lo spettacolo non nasconde i difetti della duchessa – inclusa l’autoindulgenza e la volontà di imbrogliare – ma la diffamazione di lei come emarginata promiscua da parte di suo marito e dei media è stata orribile.

“Non puoi credere che avrebbe permesso a qualcuno di essere trattato in questo modo”, dice l’attrice britannica. “Non importa quanti privilegi abbiano, non importa quale sia il loro comportamento e qualunque scelta facciano nella loro vita, questo non giustifica il trattamento che hanno ricevuto”.

La scrittrice Sarah Phelps ha Ha detto nelle interviste Il fatto che abbia ricevuto il trattamento violento da parte dei media di un’altra duchessa, Meghan Markle, è stato fondamentale quando ha lavorato alla sceneggiatura. Foy non ha preso personalmente questo fidanzamento reale, ma è consapevole del desiderio generale di vedere personaggi pubblici cadere in disgrazia.

“Penso che sia davvero divertente abbattere le persone, godersi le persone che dovrebbero comportarsi incredibilmente bene, o agire in modo orribile, o giudicare gli altri e decidere di cancellare qualcuno come essere umano quando non li ho mai incontrati”, dice Foy . Questa è solo una parte della nostra cultura, in questo momento, in particolare; il fatto che ci possa essere una tale fretta di giudicare qualcuno. Penso che debba essere travolgente se sei alla fine. “

Mentre Margaret, morta quasi senza un soldo nel 1993, è stata diffamata dalla stampa, gli anni successivi hanno suscitato maggiore simpatia per la donna che si è rifiutata di fare marcia di fronte alle accuse del marito separato. Piuttosto che piegarsi alle richieste di Campbell e risolvere la questione in privato, ha combattuto il suo caso con aria di sfida. Allo stesso tempo, non ha mai nominato “l’uomo senza testa” che è stato fotografato con lei in foto provocatorie Polaroid, né ha rivelato che molti degli amanti che ha accusato di essere gay erano in realtà, e le loro apparizioni pubbliche li avrebbero causati problemi legali dato che all’epoca il coinvolgimento in pratiche omosessuali era un reato penale.

“Siamo fortunati che Margaret abbia continuato a portare avanti la causa del divorzio perché altrimenti la storia non sarebbe stata raccontata”, afferma Foy, che ha osservato che la duchessa è “convinta” che la corte ascolterà l’ingiustizia della causa di divorzio. “Penso davvero per tutto il tempo che ha saputo che qualcuno si sarebbe voltato e avrebbe detto: ‘Oh mio Dio, ci siamo appena resi conto che stiamo denigrando la persona sbagliata. Lui è un uomo terribile e lei è la donna offesa. “

The Leading Man Bettany è un film fantastico quanto il duca di Argyll, un prodigo che passa da affascinante a freddo a addirittura spietato. Tuttavia, nella vita reale, Foy descrive il suo compagno di recitazione come “pieno di vita e umorismo”.

“È così generoso ed è stato così gentile, e ci siamo davvero supportati a vicenda per tutto il tempo”, dice della sua co-protagonista.

Ma quando si tratta delle loro personalità, manca un po’ di amore. Mentre la Duchessa ha affermato per decenni di amare veramente Ian Campbell, nessuno è uscito da questo matrimonio completamente irreprensibile. Per Foy, era necessario dare vita agli spigoli vivi di Margaret per raccontare storie con precisione. Dopotutto, due cose possono essere giuste allo stesso tempo: una persona a volte può sbagliare e continuare a subire un torto.

“Era assurda, egoista e appagante”, dice di Margaret. “Quindi penso che se [the divorce trial] È andata per la sua strada, non avresti sentito la fine. Fondamentalmente, le sarebbe piaciuto perché era lei.

“Non ho mai voluto cercare di allontanarmi dalla realtà di questa donna e darle attributi diversi in modo che le persone seguissero la storia”, aggiunge. “Ho pensato che fosse davvero importante per le persone vederla davvero per quello che è – o almeno per aspetti della sua personalità – e sperimentare davvero il pubblico per essere ancora in grado di entrare in empatia con lei, questa persona altamente discutibile”.

Uno scandalo molto britannico Premiere venerdì 22 aprile in poi Amazon Prime.

Leave a Comment