Entertainment Home

Oprah Winfrey dice che “letteralmente non ha lasciato la casa” per 322 giorni a causa del COVID

Il trailer ufficiale del documentario The Color of Care (2022) esplora come le persone di colore soffrono di un'assistenza sanitaria sistematicamente scadente negli Stati Uniti.

Il trailer ufficiale del documentario The Color of Care (2022) esplora come le persone di colore soffrono di un’assistenza sanitaria sistematicamente scadente negli Stati Uniti.

Canale Smithsonian

<

Oprah Winfrey sta condividendo i dettagli sulla sua risposta a COVID-19così come i suoi più grandi takeaway su ciò che la pandemia le ha insegnato sulla disuguaglianza sanitaria in America.

“Non sono uscito di casa per 322 giorni, letteralmente non sono uscito di casa”, ha detto l’icona televisiva, 68 anni Il Los Angeles Times mentre si discute del suo nuovo documentario Il colore della cura, che si concentra sulle disuguaglianze razziali nel sistema sanitario, in un’intervista pubblicata venerdì.

Dicendo che è stata “così attenta con se stessa che i suoi “propri amici la prendono in giro”, Winfrey ha notato che ciò che l’ha sorpresa di più nel vivere la pandemia “è quanto bene sono riuscita ad adattarmi all’isolamento e a non essere in giro. altre persone.”

IMPARENTATO: Come una tempesta di neve e un pigiama party hanno portato alla “bella” amicizia di 46 anni tra Oprah Winfrey e Gayle King

“Ricordo un punto [close friend Gayle King] disse: ‘Non ti manca stare con altre persone?’ Io dico, ‘Eh, non proprio.’ E penso che sia perché ogni giorno ero in un pubblico di 350 persone due volte al giorno [on The Oprah Winfrey Show]quindi ho avuto strette di mano, autografi e selfie, e molta attenzione ed esposizione al fatto di essere vicino a molte persone”, ha continuato.

“Sono riuscita a stare con me stessa in un modo che non riuscivo da anni, perché di solito, anche se mi prendo del tempo per me stessa, penso a quale sarà la prossima cosa a venire”, ha aggiunto. .

“Nel complesso, sono stato in grado di adattarmi perché ho le capacità [and] senso davvero forte di essere in questo momento presente e di vivere questo momento senza doversi preoccupare del prossimo”.

Non perdere mai una storia: iscriviti PERSONEla newsletter settimanale gratuita per ricevere le notizie più importanti della settimana nella tua casella di posta ogni venerdì.

“Puoi farlo quando non devi preoccuparti di dove verrà il tuo prossimo stipendio. Non dovevo preoccuparmi di: ‘Avrò l’affitto? Potrò procurarmi del cibo? Potrò tenere le luci accese e potrò prendermi cura dei miei figli?’ lei disse.

Quei pensieri, insieme a un articolo che ha letto sulla vittima del COVID-19 Gary Fowlersono ciò che ha spinto Winfrey a perseguire Il colore della cura, che individua come la pandemia ha portato alla ribalta le disuguaglianze presenti nel sistema sanitario per quanto riguarda il profilo razziale dei pazienti e il luogo in cui vivono.

Winfrey ha detto di essere “sconvolta” e “sbalordita” leggendo storie di persone di colore che hanno incontrato ostacoli che si sono presi cura del COVID-19 con conseguente morte.

IMPARENTATO: Oprah Winfrey afferma di avere solo 3 amici intimi: “Non ho molti amici”

Del bilancio più grande della pandemia, ha continuato: “Non riconosco un paese in cui hai perso quasi un milione di persone e non c’è stata una qualche forma di ricordo che sia significativa. Non all’inizio di un discorso o Menzione in uno Stato dell’Unione. Voglio dire che non c’è stato un incontro comunitario in cui ci sia il riconoscimento che questo è successo a noi. Chi siamo noi che non c’è un riconoscimento, profondamente, nella nostra società che abbiamo perso il nostro amato E a volte non siamo nemmeno in grado di seppellire i nostri morti. Chi siamo noi che non riconosciamo il significato di quel riconoscimento?”

“Penso che sia il mio più grande malinteso [before making the film] era che si trattava di un’assicurazione sanitaria, che si trattava di avere accesso finanziario e, se non avevi i soldi, non avresti potuto ottenere le cure di cui avevi bisogno”, ha detto Winfrey al LA Times. “Ciò che COVID ha messo a nudo è che le disuguaglianze in così tante altre aree della tua vita contribuiscono anche alla grande disparità quando si tratta di assistenza sanitaria”.

Il colore della cura debutterà domenica su Smithsonian Channel e sarà disponibile gratuitamente anche su Facebook e YouTube di Smithsonian Channel fino al 31 maggio.

Come informazioni sul pandemia di coronavirus cambia rapidamente, PEOPLE si impegna a fornire i dati più recenti nella nostra copertura. Alcune delle informazioni in questa storia potrebbero essere cambiate dopo la pubblicazione. Per le ultime notizie su COVID-19, i lettori sono incoraggiati a utilizzare le risorse online del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie, OMS e servizi sanitari pubblici locali.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close