Movies

Perché “Doctor Strange 2” Showtimes ha dominato i cinema nel fine settimana di apertura

È maggio a New York City, e quale modo migliore per suonare nella stagione cinematografica estiva che avventurarsi nei teatri AMC di Times Square per la serata di apertura diIl dottor Strange nel multiverso della follia”?

<

Se tu e un amico volevate essere tra i primi a vedere l’ultimo film della Marvel, la proiezione delle 15:00 era la prima possibile. Ma diciamo che il tuo amico è arrivato un po’ in ritardo, quindi forse lo spettacolo delle 15:05 è stato migliore. Hai bisogno di un po’ più di tempo? Che ne dici delle 15:15? 15:20? Oops, si è scoperto che erano tutti esauriti… ma forse voi due sareste potuti entrare nello spettacolo delle 2 del mattino che è successo 11 ore e ben 45 proiezioni dopo.

AMC ha ospitato più di 60 esami di “Multiverse of Madness” giovedì scorso all’AMC Empire 25 di New York, con orari di programmazione end-to-end nell’arco di 12 ore. È solo uno dei numerosi multiplex di cui la Disney ha organizzato una vera e propria acquisizione per lanciare il sequel Marvel. Poiché i principali circuiti di tutto il paese hanno dedicato la maggior parte dei loro auditorium allo Stregone Supremo, altre uscite cinematografiche sono state messe in secondo piano con orari di programmazione limitati per 72 ore. “Multiverse of Madness” è stato proiettato in 4.534 sale durante il fine settimana, diventando così la settima uscita più ampia nella storia del botteghino nazionale.

Solo pochi eletti blockbuster ottengono quel tipo di trattamento. Un’attenzione simile è stata data a “Avengers: Endgame” del 2019 e “Spider-Man: No Way Home” del 2021, due precedenti puntate mattutine del Marvel Cinematic Universe che hanno visto grandi catene di teatri fare i bagagli negli orari degli spettacoli e mantenere i multiplex aperti tutta la notte fino a quando non si incontravano presto domanda. Quei film sono i più grandi e i secondi weekend di apertura nella storia del botteghino nazionale. Nel caso del seguito di “Strange”, il la strategia ha ripagato di nuovo, questa volta per un totale di 187 milioni di dollari nei primi tre giorni. Questo è considerato il più grande debutto nazionale del 2022, nonché l’undicesimo più alto di tutti i tempi.

Che la Marvel sia popolare al botteghino non è esattamente una novità. I fan si riversano nei multiplex il prima possibile per evitare la minaccia della cultura degli spoiler, catturando le puntate prima che cameo top secret o il destino dei personaggi possano essere rovinati online. Gli espositori tentano di saziare quel livello di eccitazione mettendo da parte la maggior parte degli schermi, che è il tipo di saturazione che consente a un film di raggiungere una cifra del weekend di apertura a nord di $ 150 milioni in primo luogo.

In un momento in cui sembra che i film di supereroi siano in competizione con se stessi per debutti supermassicci, il dominio multiplex è diventato una pratica standard del settore. Ma in che modo questa priorità estrema influisce sulle versioni più piccole? Può essere difficile quantificare l’impatto che viene fornito con un colosso al botteghino che risucchia proprietà immobiliari, ma, per una potenziale vittima, non guardare oltre un altro film multiverso.

A24Tutto ovunque tutto in una volta” ha beneficiato notevolmente del passaparola, incassando ben 41 milioni di dollari nel processo. Ora alla sua settima settimana di uscita (la maggior parte dei film di solito inizia a rallentare a questo punto, ma “Everything Everywhere” sta effettivamente guadagnando terreno), il veicolo Michelle Yeoh ha perso circa un terzo dei suoi schermi, il calo più grande di sempre. Non è possibile attribuire direttamente quel declino a “Doctor Strange”, ma non si può negare che il film Marvel fosse onnipresente durante il fine settimana.

Secondo Jeff Bock, un analista al botteghino di Exhibitor Relations, le pubblicazioni indipendenti hanno cercato a lungo di evitare i poli degli studi che inondavano i multiplex. I distributori punteranno a date di lancio molto al di fuori del raggio di esplosione dei grandi successi, poiché sanno che la maggior parte degli auditorium sarà dedicata a quei film per due o anche tre settimane.

“Le Indie hanno difficoltà a far rimanere i loro film nelle sale per più di tre o quattro settimane. Il fatto che ‘Everything Everywhere All at Once’ abbia suonato straordinariamente per sei — è un valore anomalo”, afferma Bock. “È molto difficile mantenere un qualsiasi tipo di slancio se non sei uno dei grandi studi”.

I principali studi detengono la maggior parte delle carte nella negoziazione di implementazioni teatrali con i proprietari dei teatri. Una maggiore partecipazione significa più vendite in concessione, che è la principale fonte di entrate che mantiene a galla i multiplex.

“Non ci sono negoziazioni con la Disney, di solito stabilisce i termini”, dice Bock. “Diranno qualcosa del tipo, ‘Ascolta, se non lo riproduci in 12 schermi per quattro settimane, non ti regaliamo nemmeno il nostro prossimo film'”.

Tuttavia, secondo Bock, è probabile che la decisione di mantenere il personale del teatro al lavoro durante le proiezioni 24 ore su 24 derivi da grandi catene di teatri come AMC e Regal. Certo, è uno che gli studios sono felici di vedere.

L’ultimo “Doctor Strange” arriva in un momento in cui i cinema sono affamati di un successo considerevole. Aprile ha visto solo un ampio rilascio, Paramount’s “Sonic il Riccio 2”, ha incassato più di 100 milioni di dollari dai cinema nordamericani. Altre offerte erano sottoperformanti (“Animali fantastici: I segreti di Silente”, “Morbius”) o bombe vere e proprie (“Ambulance”, “The Northman”). Non è stata esattamente una decisione difficile per i cinema dedicare tutti gli schermi e poi alcuni a “Strano”.

“È quando entriamo in giugno e luglio quando le trattative si faranno più accese. Ci sono molti film di successo che lottano per gli schermi”, ha detto Bock.

E con il botteghino totale del 2021 in calo del 60% rispetto ai numeri pre-pandemia del 2019, non è inaspettato che i cinema scommettano su una cosa sicura come la Marvel. Ma anche se la Disney e gli espositori celebrano l’enorme successo di “Strange”, i numeri sbilenco del botteghino del fine settimana rimangono una preoccupazione. Mentre la voce Marvel ha ottenuto $ 187 milioni, il secondo film più grande del fine settimana, il film d’animazione della Universal “I cattivi ragazzi”, ha attirato un misero $ 9 milioni, circa il cinque percento del bottino del miglior cane.

“È molto pesante”, dice Bock. “Se sei un proprietario di un teatro, potrebbe non piacerti personalmente, ma devi andare in quella direzione… Devono godersi l’attenzione dei media che l’industria teatrale riceve quando un film si apre in questo modo e la gente parla di nuovo dei cinema invece di parlando di streaming”.

Andare all-in sulle proiezioni di un’uscita tanto attesa non è solo un’opportunità per massimizzare le entrate, è un modo per gli espositori di riportare i riflettori sul grande schermo dopo che il COVID-19 ha tolto il vento alle loro vendite pandemiche. Durante questo periodo di potenziale ricrescita al botteghino, un megahit viene interpretato come un segno di vita, una promessa di potenziale valore a lungo termine per l’ecosistema teatrale, anche se solo uno studio sta facendo guadagni a breve termine. Rimane la domanda su come questa promessa possa essere estesa a versioni più modeste.

Nel frattempo, se hai voglia di vedere “Doctor Strange in the Multiverse of Madness”, AMC ti copre.

Leave a Comment