Music

Phish divampa nella prima performance di 4/20 dal 1994 per aprire MSG Run [Photos/Videos]

Circa quattro mesi dopo l’intenzione iniziale, pesce è salito sul palco per la sua 65a esibizione alla “The World’s Most Famous Arena”, Madison Square Garden. La storica sede di New York doveva ospitare la tradizionale corsa di Capodanno di quattro notti della band, ma, come molti dei migliori piani di dicembre 2021Omicron ha costretto Phish a posticipare i festeggiamenti.

<

Il rinvio, tuttavia, ha portato alla prima esibizione dei Phish il 20/4, la più sacra delle festività “alte”, dal 1994. Come se i fan dei Phish avessero bisogno di un motivo per festeggiare il 20/4.

La band è esplosa dal cancello con “Carini”, alimentando l’energia nell’arena prima di precipitarsi rapidamente in una lunga jam session esplorativa che scorreva attraverso una sezione buia e tesa prima di risolversi in uno spazio luminoso e pieno di speranza. Se mi avessi chiesto di chiamare l’apertura della corsa MSG, dubito che avrei previsto un “Carini di 19+ minuti”. E si parte!

batterista Jon Uomo Pesce ha portato l’energico seguito della band fuori dalla jam “Carini” e verso un “Possum” blues, che era pieno di assoli melodici, primo da Pagina McConnell sulla Yamaha, quindi Trey Anastasio alla chitarra. La canzone è stata suonata alla perfezione, anche se tradizionalmente, mantenendo alti i livelli di energia nella stanza.

Phish – “Carini” – 20/4/22

https://www.youtube.com/watch?v=MDsZobTce7M

Dopo una breve discussione, la band ha fatto esplodere un altro blues preferito dai fan, “The Moma Dance”. Questo è stato un “Moma” esteso con un lavoro eccezionale sul basso da Mike Gordon, che si è stabilizzato in una jam funky e leggera prima di svanire in “Leaves”. Il Oasi Sigma ballad è stato il primo riferimento della band a 4/20 del set.

Dopo un travolgente “Strange Design” guidato da Page, Phish ha continuato a stuzzicare le vacanze del 4/20 con interpretazioni divertenti e ben suonate di “Stash” e “Blaze On”. Lo “Stash” è stato evidenziato dal lavoro di chitarra jazz e melodico di Trey, con un tempo di registrazione di circa 13 minuti. Il “Blaze On” è stato breve e dolce, e alla fine ha posto fine a un primo set più breve del solito.

I Phish sono tornati dalla pausa dal set con “Sigma Oasis”, la title track dei suoi esordi uscita dell’album pandemico. La canzone edificante ha ospitato alcune brillanti chitarre di Trey, ma è stato Gordo a sfondare e ha inaugurato la jam nel funky “Down with Disease”. Questa è stata una versione lunga 22 minuti che ha attraversato una sezione fluttuante prima di irrompere in un frenetico rock n’roll che tornava indietro al tradizionale, non sempre suonato finale della canzone.

Phish – “Abbasso la malattia” – 20/4/22

https://www.youtube.com/watch?v=D3GE2oYs8eM

Mentre la polvere si posava su una “malattia” memorabile, Trey strimpellava gli accordi di apertura di “The Howling”, una canzone che ha debuttato durante il Soldato di fantascienza Spettacolo di Halloween 2021. Il numero funky a tema lupo è stato guidato da un’esecuzione di basso liscia e punteggiato da scambi melodici tra Trey e Page, risultando in un sprawl musicale simile a “Sand”.

Trey ha continuato a guidare i jam segue mentre portava il gruppo in “Twist”. Dopo le sezioni composte, Phish ha trascorso un po’ di tempo a jammare su temi funky e ritmati prima di finire nel riff di chiusura della canzone. Seguì la ballata “Mountains in the Mist”, un momento più lento prima di esplodere in “Reba”. I segmenti composti sono stati suonati bene e la band si è lanciata in un segmento di jam sognante prima di concludere la melodia classica.

A chiudere il set è stato “Drift While You’re Sleeping” di Trey’s Fantasmi della foresta progetto. La canzone ha lasciato ai fan un toccante messaggio di chiusura: “l’amore ci porterà attraverso”. Dopo che New York ha passato tutto con il COVID-19, dopo che questi spettacoli sono stati posticipati a causa dell’onda Omicron, l’amore e la dedizione per la musica hanno riportato tutti al Garden ancora una volta.

La band è tornata a suonare due canzoni dell’era 1.0 per il bis: “Gumbo” e “Slave to the Traffic Light”. Entrambi si sono comportati bene, chiudendo la serata di una delle quattro serate con dei veri e propri classici.

Nel complesso, uno spettacolo tranquillo con alcuni momenti musicali divertenti che servono a preparare il terreno per altre cose belle a venire. I Phish tornano al Madison Square Garden per altre tre serate di musica dal 21 al 23 aprile, incluso un nuovo capodanno in tre set il 22. Vedi la scaletta completa qui sotto. Scorri verso il basso per una galleria di immagini dello spettacolo di ieri sera per gentile concessione del fotografo Andrea Blackstein.

Scaletta [via phish.net]: Phish | Madison Square Garden | New York, NY | 20/4/22

Set uno: Carini -> Possum, The Moma Dance > Foglie, Strano disegno, Stash, Blaze On

Set due: Abbasso la malattia > The Howling -> Twist > Mountains in the Mist, Reba, Drift mentre dormi

Encore: Gumbo, schiavo del semaforo

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close