Celebrity

Sen. La mossa di Josh Hawley per rimuovere i diritti d’autore della Disney è stata definita “palesemente incostituzionale”

Sen. Josh Hawley ha presentato martedì un disegno di legge che mira a revocare Disneydiritti d’autore, poiché i repubblicani stanno cercando di superarsi a vicenda nell’attaccare la società “svegliata”.

<

Il disegno di legge di Hawley riscriverebbe la legge sul copyright degli Stati Uniti, abbreviando di diversi decenni il termine totale a disposizione di tutti i detentori del copyright. Cercherebbe anche di limitare retroattivamente i diritti d’autore della Disney, privando di fatto l’azienda di gran parte della sua proprietà intellettuale, in una mossa che incontrerebbe diversi ostacoli legali.

Altro da Varietà

“Questa è una presa di proprietà palesemente incostituzionale senza compenso”, ha affermato il prof. Paul Goldstein, esperto di proprietà intellettuale presso la Stanford Law School.

La mossa di Hawley arriva sulla scia del governatore. Ron De Santis, che firmato un disegno di legge il mese scorso che mira a dissolvere il Reedy Creek Improvement District, un’area di 40 miglia quadrate che la Disney controlla a Orlando. DeSantis ha intrapreso l’azione come rappresaglia per l’opposizione della Disney al disegno di legge sui diritti dei genitori nell’istruzione – soprannominato “Non dire gay” dai suoi oppositori – che limita la discussione in classe sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere.

Sia DeSantis che Hawley sono visti come potenziale contendenti per la nomina presidenziale repubblicana del 2024.

In un comunicato stampa annunciando la legislazione martedì, Hawley ha affermato che la Disney ha beneficiato di “monopoli di copyright inutilmente lunghi” e che è tempo di porre fine “all’era delle elemosine repubblicane alle grandi imprese”.

“Grazie alle speciali protezioni dei diritti d’autore del Congresso, aziende come la Disney hanno guadagnato miliardi mentre assecondavano il risveglio”, ha detto Hawley, una volta impiegato per il capo della giustizia John Roberts. “È ora di togliere i privilegi speciali della Disney e aprire una nuova era di creatività e innovazione”.

La disposizione retroattiva del disegno di legge si applica a qualsiasi società di intrattenimento con una capitalizzazione di mercato superiore a $ 150 miliardi. La capitalizzazione di mercato della Disney è di 196 miliardi di dollari.

Nel 1998, la Disney ha fatto forti pressioni per l’estensione del diritto d’autore per le opere realizzate su commissione, tali critici hanno soprannominato il disegno di legge Mickey Mouse Protection Act. Il personaggio è apparso per la prima volta in “Steamboat Willie” nel 1928 e doveva diventare di pubblico dominio nel 2003. L’atto ha esteso il termine da 75 a 95 anni. Il personaggio, almeno la versione originale in bianco e nero, è ora destinato a perdere la protezione del copyright a gennaio. 1, 2024. (La Disney lo farebbe conservano ancora i diritti d’autore alle versioni successive del mouse.) Non vi è alcuna indicazione che il Congresso sia interessato a estendere ulteriormente il copyright a questo punto.

Il disegno di legge di Hawley imporrebbe retroattivamente un termine di 56 anni a tutti i diritti d’autore della Disney. prof. Tyler Ochoa, un esperto di proprietà intellettuale presso la Santa Clara University School of Law, concorda con Goldstein che è probabilmente incostituzionale.

“La Corte Suprema ha ritenuto che il Congresso possa estendere il mandato”, ha detto Ochoa. “Ma se provi a togliere il termine, è quasi certamente una presa di proprietà.”

Il Copyright Act del 1909 ha stabilito un termine iniziale di copyright di 28 anni, con un’opzione per un rinnovo di altri 28 anni. Nel 1976, il Congresso ha esteso il termine alla vita dell’autore più 50 anni, successivamente esteso a 70 anni. Tale disposizione è necessaria per partecipare alla Convenzione di Berna, il trattato internazionale sui diritti d’autore. Se il Congresso tornasse a un massimo di 56 anni, violerebbe il trattato, incorrendo potenzialmente in sanzioni pecuniarie o commerciali.

Limitare i diritti d’autore a 56 anni probabilmente attirerebbe l’opposizione da ogni angolo del mondo creativo, non solo dalla Disney e da altre società di intrattenimento, ma da autori, compositori, cantautori e molti altri.

“Il diritto d’autore contribuisce con 1,5 trilioni di dollari all’economia degli Stati Uniti e dà lavoro a 5,7 milioni di americani”, ha affermato Keith Kupferschmid, CEO di Copyright Alliance, che rappresenta la legislazione sui titolari di copyright a Washington, DC “Ciò danneggerebbe quei milioni di americani di tutti i giorni in tutti i 50 stati che fanno affidamento sul diritto d’autore per il loro sostentamento nelle industrie creative dominate prevalentemente da piccole imprese e indipendenti”.

La Disney non ha risposto a una richiesta di commento.

Ochoa ha affermato che il Congresso ha il potere di limitare i termini del copyright in modo prospettico, ma non si aspetta che lo farà.

“Questo ha zero possibilità”, ha detto. “Sta facendo spettacolo.”

Il meglio della varietà

Iscriversi per Newsletter di varietà. Per le ultime novità, seguici su Facebook, Twittere Instagram.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

Leave a Comment