Are the Kids Alright?

‘Sig.ra. La star di Doubtfire Lisa Jacob rivela cosa ha fatto Robin Williams per lei

I bambini stanno bene? è una serie di interviste video di Yahoo Entertainment che esplora l’impatto del mondo dello spettacolo, dai trionfi ai traumi, sullo sviluppo e sul benessere degli ex bambini dell’intrattenimento.

<

Quando l’attrice Lisa Jacob aveva 14 anni, era già apparsa in film come 1992 matinée E la serie TV corte notturnaPoi si è trovata a girare un film con la co-protagonista Robin Williams. Come ricorda Jacob, una stella Mork e MindyE gancio E comunità dei poeti morti È passato un anno da quando Genie è stato doppiato al botteghino Aladino – Era caldo a Hollywood, ma amichevole come sempre con la giovane star che interpretava la figlia maggiore.

Jacob ha detto a Yahoo Entertainment: “Un giorno sul set, ero così sconvolto, perché ho ricevuto questa lettera dal mio liceo in cui si diceva che era difficile per loro lavorare con me su lunghe distanze e che non dovevo tornare al liceo. Stavo lavorando con un insegnante specifico.” E ha mandato il mio lavoro al liceo, ma per loro non ha più funzionato, quindi hanno rotto con me. gentile, mi ha contattato e ha detto: “Ehi, cosa sta succedendo?” Gli ho detto cosa è successo e ha scritto una lettera alla mia scuola chiedendo loro di riconsiderare. Lavoreranno con me cercando di bilanciare la mia istruzione con la mia carriera? Non pensava che fosse giusto”.

In effetti, il liceo di Toronto ha ricevuto la lettera che hanno incorniciato. Sfortunatamente, questo non li ha convinti.

Robin Williams ha scritto questa lettera alla sua scuola

Robin Williams ha scritto questa lettera alla compagna di scuola Lisa Jacob, “Mrs. Doubtfire”. (Foto: RealLisaJakub.com)

“Ma quello che amo di quella storia e quello che amo di Robin, è solo il fatto che lo farà per qualcuno, che si toglierà di mezzo e si prenderà il tempo per rendersi conto che questo è importerà”, dice Jacob. “E anche se non funzionava, qualcuno doveva alzarsi in piedi, e lui lo faceva per me. Non so se sapeva quanto fosse grande e quanto mi sentissi nel mio angolo. E quante cose ha cambiato le cose per me e mi ha fatto pensare: “Che impatto voglio avere nel mondo?”

Jacob, che ora ha 42 anni, ha smesso di recitare nel 2000. Oggi è un’allenatrice di salute mentale e autrice di diversi libri, tra cui: Non solo io: ansia, depressione e imparare ad abbracciare il tuo sconosciuto; Assomiglia a quella ragazza… un attore bambino che finalmente smette di fingere e cresce; E (No) Chiamami pazzo: 33 voti Inizia la conversazione sulla salute mentale. Si è allontanata dall’industria dell’intrattenimento nel 2000, dopo aver trascorso 15 anni buoni – la maggior parte della sua infanzia – lavorando in essa. La signora Doubtfire Si distingue come un punto luminoso. Oltre a Williams, che interpretava suo padre, i co-protagonisti erano Sally Field nei panni di sua madre sullo schermo, i suoi fratelli nei film, ed è stata interpretata da Matthew Lawrence e Mara Wilson.

lancio

Il cast di “Mrs. Doubtfire”, a sinistra, includeva Pierce Brosnan, Matthew Lawrence, Sally Field, Mara Wilson, Lisa Jacob e Robin Williams. (Foto: Gruppo Everett)

“A volte mi sono sentito protetto da alcune persone, ma poi in alcune riprese mi sono sentito molto non protetto. Mi sentivo come se fossi stato catapultato in un mondo molto adulto. Quindi è cambiato decisamente da gruppo a gruppo”, spiega Jakub. “La signora Doubtfire È stato uno dei gruppi che ha fatto bene. Robin e Sally sono stati fantastici per noi. Mara, Matt e io eravamo molto legati, quindi ci siamo sentiti tutti come una famiglia. Sally ha fatto un ottimo lavoro trattandoci come se fossimo bambini e trattandoci come se fossimo professionisti. Ci portava giocattoli, libri e cose per ricordarci, come: “Ehi, siamo bambini. Possiamo scherzare. Possiamo divertirci. Possiamo divertirci”. Ma siamo stati anche trattati con tale rispetto, che ci si aspettava che ci presentassimo in tempo, che fossimo pronti, che conoscessimo le nostre linee e che fossimo parte di questa situazione lavorativa pericolosa e intensa”.

Jacob nota che Williams, morta nell’agosto 2014, ha avuto alcune conversazioni molto personali con lei. Ha toccato il tema della dipendenza che ha sofferto, oltre al benessere mentale. Questo è stato più di due decenni prima che Williams si suicidasse. (La sua vedova, Susan Schneider-Williams, ha rivelato che gli erano stati diagnosticati i primi sintomi del morbo di Parkinson. Un’autopsia ha rilevato che aveva una condizione chiamata demenza da corpi di Lewy, che causa un progressivo deterioramento delle capacità mentali.)

“Robin era tutto ciò che vorresti che avesse, ed è stato molto aperto e onesto con me riguardo ai suoi problemi di ansia e depressione”, dice Jacob. “Sono stato in grado di condividere con lui che l’ansia era qualcosa che avevo e mi parlava di problemi di salute mentale in un modo in cui i quattordicenni non sono abituati ad essere davvero aperti su questo tipo di esperienze personali con loro .”

L’ha anche avvertita della droga.

“Quella è stata la strada che ha preso con la dipendenza ed è solo peggiorata”, dice Jacob. “E penso che, da giovane attore di 14 anni, avere una storia davvero bella, un messaggio che ha davvero bisogno di essere ascoltato, perché tende a essere un vecchio percorso per molti attori bambini”.

Jacob ha continuato a recitare per un po’ – ha fatto un’apparizione speciale nel 1996 Giorno dell’Indipendenza – Ma alla fine ha deciso che non era solo lei.

“Quando ho iniziato i miei vent’anni, penso che alcune realtà dell’industria cinematografica abbiano iniziato a colpirmi”, dice. “La superficialità, la competizione, la mancanza di privacy – tutte queste cose hanno iniziato a crescere per me e la mia ansia, la mia depressione erano praticamente fuori scala. E sono davvero arrivato al punto in cui penso a molti di noi colpito, dove un giorno ci alziamo e andiamo, “Cosa? Fare della mia vita?”

Jacob ha capito che voleva trovare qualcosa di più soddisfacente e ha optato per la salute mentale, che include la condivisione della sua storia.

“L’altra cosa che faccio è condurre seminari sulla salute mentale, la consapevolezza e i modi per usare lo yoga e la meditazione come strumenti per l’ansia e la depressione”, dice. “E sento che è uno dei modi in cui sto spingendo alcune delle cose che Robin mi ha insegnato essendo molto aperto”.

– Video prodotto da Jane Kochak e montato da Jon Santo

Per saperne di più su Yahoo Entertainment:

Leave a Comment