Art

Spremi due famiglie e due collezioni d’arte in un garage convertito di 90 mq

KEVIN STENT

<

“Trascorriamo molto tempo attorno a questo tavolo da pranzo”, dice Dee Johnston, che vive in un garage convertito a Wellington.

Dee Johnston è il fondatore di Plain and Simple, specializzato in abbigliamento per bambini, abbigliamento da casa e ceramiche certificate biologiche e merino prodotte in Nuova Zelanda. Vive a Wellington’s Mt Victoria con il suo partner, il fotografo Simon Devitt, le sue due figlie Margaux, 6 e Charlotte, 5, e il loro gatto, Maschka.

DEE JOHNSTON: Mi sono trasferito qui con le ragazze dopo essermi separato dal padre nel 2019. In realtà è un garage convertito in una casa con tre camere da letto più di 20 anni fa. Sono solo 90 mq, ma qualcuno è riuscito a sfruttare al meglio lo spazio. Le persone varcano la porta e sono sbalordite da quanto possiamo stare qui dentro.

Non dovevo farci niente. Fortunatamente, un precedente proprietario aveva dipinto le pareti di bianco e aggiunto assi del pavimento scure. Ci sono anche pareti in cemento a vista, che riflettono le sue origini come garage.

Combinare due famiglie e due collezioni d'arte,

KEVIN STENT/Roba

Combinare due famiglie e due collezioni d’arte, “è stata una sfida”, afferma Johnston, con il partner Simon Devitt.

Ho dovuto liberarmi di molte cose quando mi sono trasferito qui. Spostarmi da una grande villa in questo spazio significava che dovevo abbattere i beni senza scrupoli. Nella mia casa precedente, avevo un’intera parete di librerie a muro, ma qui ho solo due scaffali, quindi i libri di narrativa dovevano andare via tutti. Gli unici libri da cui non potevo separarmi erano i miei libri di cucina perché amo cucinare.

LEGGI DI PIÙ:
* Gli innamorati del liceo vendono la proprietà da 5,75 milioni di dollari che potrebbe stabilire il prezzo record della casa di Taranaki
* La casa che mi avevano avvertito di non comprare è la cosa migliore che abbia mai comprato
* La coppia abbraccia la spaziosità per rendere questa casa una casa

Sono riuscito a spremere tutte le mie opere d’arte. Colleziono principalmente arte neozelandese da più di 20 anni e ho trovato uno spazio per tutti loro. Simon si è trasferito da Auckland un anno fa, quindi unire due famiglie e due collezioni d’arte è stata una sfida. Anche quattro persone in questo spazio sono state interessanti e ora stiamo cercando una casa più grande.

La grande opera d’arte in bianco e nero dietro il letto è di Simon. È di Mary McIntyre, un regalo dell’artista a Simon, dopo che ha pubblicato un libro su di lei. Le opere in bianco e nero sono dell’artista di Auckland Andrew Steel, che mi ha presentato Simon. Li abbiamo acquistati durante l’estate.

L'artista Mary McIntyre ha regalato a Simon l'opera d'arte sopra il letto.  Le opere in bianco e nero, in alto a destra, sono dell'artista di Auckland Andrew Steel.

KEVIN STENT/Roba

L’artista Mary McIntyre ha regalato a Simon l’opera d’arte sopra il letto. Le opere in bianco e nero, in alto a destra, sono dell’artista di Auckland Andrew Steel.

Ho comprato il divano dal Bauhaus di Auckland. Un amico con cui ho frequentato il collegio ha avviato l’azienda e penso di essere stato uno dei suoi primi clienti. Ce l’ho da 10 anni ed era marrone, ma poi ho ottenuto delle copertine bianche lavabili, che sono fondamentali quando hai bambini e un gatto.

L’opera d’arte sopra il divano è di tutti gli artisti neozelandesi. Ho pezzi di Michael Parekōwhai, John Pule e il pezzo tiki di Robyn Kahukiwa, che è stato uno dei primi pezzi d’arte che abbia mai comprato. Avevo 19 anni e i miei amici compravano borse, ma ho risparmiato come un matto per comprare questo dipinto.

Ho portato il grande baule d’argento dalla mia vecchia casa. L’ho preso da Halo e offre un’eccellente conservazione in una casa senza molto. Il dipinto dei nudi sul muro dietro è dell’artista di Wellington Lucy McArthur. Ho trovato il globo in un negozio di spazzatura di Grey Lynn per $ 12.

Johnston colleziona principalmente opere d'arte neozelandesi da oltre 20 anni,

KEVIN STENT/Roba

Johnston colleziona principalmente opere d’arte neozelandesi da oltre 20 anni, “e ho trovato uno spazio per tutte”.

La scultura in osso sulla parete della galleria era un regalo di mio nonno. Me lo ha dato 25 anni fa ed è uno dei miei beni più preziosi.

La lampada Taccia era un regalo di compleanno di Simon. Lo desideravo da circa 15 anni. Proviene da ECC Lighting ed è il miglior regalo di compleanno di sempre. La lampada a candelabro e le lampade a globo sono di Simon James Design.

Passiamo molto tempo attorno a questo tavolo da pranzo. L’ho trovato su Trade Me e ho comprato le sedie da Corso De’ Fiori. Le ciotole kauri sono state regalate ai miei genitori per il loro matrimonio, hanno più di 40 anni. I miei genitori ora vivono a Whangārei, quindi ci mandano spesso scatole di avocado. Non siamo mai a corto di avocado in questa casa.

Johnston afferma che la lampada Taccia di Simon è stata

KEVIN STENT/Roba

Johnston afferma che la lampada Taccia di Simon è stata “il miglior regalo di compleanno di sempre”. La lampada a candelabro e la lampada a globo sono di Simon James Design.

Il dipinto in bianco e nero dietro il tavolo da pranzo è di Sam Mathers, un artista raglan. Simon ha scattato la foto in bianco e nero nell’attico della Caldwell House di Auckland. È uno dei suoi preferiti.

L’unità di bombardamento ospita le mie ceramiche preferite. Alcuni li vendiamo da Plain and Simple, ma c’è anche un pezzo John Parker e oggetti che abbiamo entrambi collezionato nel corso degli anni. Poiché non c’è molto spazio, dobbiamo stare attenti ad aggiungerne altro.

Ciò che sorprende gli ospiti è il pozzetto originale sotto il pavimento della sala da pranzo. È un altro promemoria che questo era una volta un garage. Ora lo usiamo per riporre valigie e altri oggetti di grandi dimensioni.

Le ragazze hanno bisogno di molto più spazio, quindi io e Simon stiamo cercando di acquistare la nostra prima casa insieme. Mi mancherà il Monte Vic e la sua vicinanza a tutto, ma vogliamo una proprietà nell’appartamento – da qualche parte vicino al mare e con spazio sufficiente per ospitare tutte le cose che io e Simon abbiamo raccolto nel corso degli anni.

Johnston dice che il trasferimento da una grande villa a uno spazio più piccolo significava che doveva essere spietata nell'abbattimento dei beni.

KEVIN STENT/Roba

Johnston dice che il trasferimento da una grande villa a uno spazio più piccolo significava che doveva essere spietata nell’abbattimento dei beni.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close