Books

The Children’s Book Shop, gioiello di Brookline che ha deliziato i giovani bibliofili, chiude i battenti

“Abbiamo avuto una corsa davvero incredibile”, ha detto Terri Schmitz, proprietaria del negozio dal 1985. “Ho trascorso 37 anni intorno ai libri che amo, ricevendo per conoscere una comunità meravigliosa. È triste dover andare, ma sono orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto”.

<

JoAnn Butler, a sinistra, ha abbracciato Terri Schmitz, proprietaria del negozio di libri per bambini a Brookline Village, Mass., dopo aver fatto i suoi acquisti sabato, l’ultimo giorno per l’amato negozio. Erin Clark/Lo staff del globo

Sabato, riconosciuto a livello nazionale come Independent Bookstore Day, l’influenza del negozio nella comunità è stata in piena luce. Gli scaffali un tempo traboccanti, sbiaditi dal tempo, si sono assottigliati rapidamente man mano che i clienti di lunga data si riempivano le braccia con tutti i libri che potevano trasportare. I bambini sedevano per terra, tenuti stretti dai genitori, ad ascoltare attentamente storie di finzione. Schmitz ha scambiato un abbraccio con un uomo che era cresciuto con condiscendenza nel negozio.

“Ogni volta che leggo a mia figlia”, ha detto, “penso a te”.

Sbirciando da uno scaffale pieno di libri illustrati di personaggi storici americani, gli occhi di JoAnn Butler si riempirono di lacrime. Era una frequentatrice abituale del negozio da quando ha lavorato presso la vicina Biblioteca pubblica di Brookline tra l’inizio degli anni ’80 e il 2000, fermandosi a scegliere libri per i suoi figli e nipoti. Non aveva idea che il negozio stesse chiudendo finché non ha visto un cartello sulla facciata del negozio mentre passeggiava sabato pomeriggio.

“Quando ho visto il segno, il mio cuore si è spezzato proprio lì”, ha detto Butler, che vive a Dorchester ma visita spesso Brookline. “E’ uno degli ultimi negozi di letteratura per bambini”. Non puoi nemmeno descrivere cosa significhi perdere un posto come questo.

Aria Seltzer si è appollaiata sugli scaffali dei libri mentre faceva acquisti con sua madre Elyse al The Children’s Book Shop sabato.Erin Clark/Lo staff del globo

Ha scambiato un lungo abbraccio con Schmitz prima di lasciare il negozio per l’ultima volta.

Prima che la pandemia colpisse, gli affari qui andavano bene, ha detto Schmitz. In un articolo del 2010, il Globe ha salutato il negozio come “un faro per i giovani lettori (e i loro insegnanti e genitori). Brillante, allegro e pieno di novità e classici”. Generazioni di genitori e figli hanno attraversato in bicicletta, incantati dal tocco personalizzato di Schmitz, che ha preso l’abitudine di ordinare libri personalizzati per ogni cliente che lo richiedesse.

Per circa 25 anni, il negozio ha sponsorizzato un concorso di poesia presso le Brookline Public Schools, mostrando i vincitori nella vetrina del negozio affinché i passanti potessero vederli.

Quando la pandemia ha colpito, il negozio ha temporaneamente chiuso, riaprendo i battenti sei mesi dopo con l’aiuto di $ 30.000 tramite GoFundMe. Ma il flusso costante di clienti abituali del negozio era stato abituato a non tornare mai più e le entrate erano basse senza una solida piattaforma di vendita di libri online. Alla fine, Schmitz ha detto: “Ho guardato i numeri ed era troppo ovvio. Non potevamo restare aperti così”.

In generale, le librerie indipendenti hanno prosperato durante la pandemia, facendo perno per integrare le vendite in negozio con l’e-commerce e capitalizzando un rinnovato interesse per la lettura, ha affermato Beth Ineson, direttore esecutivo della New England Independent Book Sellers Association. I negozi che si rivolgono a una nicchia, tuttavia, hanno lottato, ha detto.

Dan Seltzer ha letto a suo figlio Sam di 7 anni al The Children’s Book Shop di Brookline sabato.Erin Clark/Lo staff del globo

“Le librerie indipendenti stanno andando meglio ora di quanto non abbiano fatto da molto tempo”, ha affermato Ineson. “Ma in questa era di vendita al dettaglio online in cui puoi ottenere tutto ciò che desideri in qualsiasi momento, o in questa età di rivenditori di grandi dimensioni in cui puoi fare una sosta e ottenere tutto ciò di cui hai bisogno, avere un’attività specializzata è estremamente impegnativo. The Children’s Book Shop ha avuto una corsa straordinaria e sono stati in gran parte beneficiari di una comunità che amava quello che stavano facendo”.

In effetti, è stata la comunità che per decenni ha sostenuto questo amato negozio che sabato ha pianto la sua scomparsa.

Ann Abrams era andata lì in cerca di libri da quando si era trasferita al Brookline Village nel 1996. Sabato, mentre esaminava gli scaffali, si è lamentata della perdita di un gioiello che offriva un tocco personalizzato.

“Ho sempre pensato che l’acquisto di libri con copertina rigida fosse un investimento per i miei figli e anche per la nostra comunità”, ha affermato Abrams. “L’intelligenza, il calore, la cordialità e la conoscenza di un essere umano è sempre meglio di un algoritmo.”


Andrew Brinker può essere contattato all’indirizzo [email protected] Seguilo su Twitter all’indirizzo @andrewnbrinker.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close