Role Recall

Tim Robbins sul suo co-protagonista nel primo film Marvel, dove il personaggio “Bull Durham” è ora e l’unica cosa che ha ancora da “The Shawshank Redemption”

Per quanto riguarda i souvenir dei set cinematografici, un’urna piena di roccia potrebbe sembrare meno fantastica di una spada laser o di un’armatura direttamente dalla Terra di Mezzo. Ma per Tim Robbins è una proprietà preziosa, che gli è stata regalata un quarto di secolo fa dopo aver terminato le riprese. La redenzione di Shawshank. È un regalo che completa perfettamente il personaggio interpretato nell’amato adattamento del romanzo di Stephen King di Frank Darabont del 1994. Condannato all’ergastolo in una prigione onoraria per l’omicidio di sua moglie e del suo amante, Andy Dufresne di Robbins si fa strada verso la libertà attraverso muri fatiscenti nel corso di molti anni. Le prove sono nascoste sotto il naso del personale di Shawshank lanciando pietre da quel tunnel nel cortile. E ogni giorno ricorda quell’esperienza. “Nel mio ufficio, ho una ciotola di pietre da quel cortile che le comparse mi hanno dato”, ha rivelato Robbins nell’ultima versione di Yahoo Entertainment. chiamata di ruolo. (Guarda la nostra intervista sopra).

L’urna piena di roccia è solo uno degli inestimabili souvenir che l’attore e regista premio Oscar ha portato via dal suo film. Shawshank competenza. Robbins porta con sé anche una relazione permanente con Morgan Freeman, che interpreta l’amico e mentore di Andy in prigione, Reid. “Abbiamo fatto un bel barbecue e abbiamo scoperto la campagna dell’Ohio [together]. L’ho sempre rispettato come attore. Quando ero un ragazzino, l’ho visto in lui Società di elettricità, quindi ero tipo “Amico, non sai quanto è stato bello!” E lui era tipo “Sì, lo voglio”.

Tim Robbins e Morgan Freeman in The Shawshank Redemption (Foto: Columbia / cortesia Everett Collection)

Tim Robbins e Morgan Freeman in The Shawshank Redemption (Foto: Columbia / cortesia Everett Collection)

Shawshank Ha anche portato un immediato apprezzamento per Robbins in tutto il mondo. “Lo trovo davvero stimolante: un film che è stato sostanzialmente ignorato dal pubblico quando è stato proiettato è diventato un film popolare”, dice. “Sono in un film che molti considerano il loro film preferito in assoluto, ed è molto raro. Ovunque io vada, le persone si fermano e mi ringraziano per questo film. Mi ringraziano per aver toccato qualcosa in loro e aver cambiato qualcosa in loro”. Questa reazione, a sua volta, motiva Robbins a continuare i suoi sforzi per migliorare il sistema di giustizia penale in America, una missione che ha perseguito attraverso l’attivismo nella vita reale e ha diretto sforzi come il suo film del 1996, morto che camminaE il nuovo documentario 45 secondi di risate, che è stato recentemente proiettato al 57° New York Film Festival. “fatto che [Shawshank] Avere così tanto successo mi dà una grande speranza di fare un’enorme differenza nella riforma del sistema di giustizia penale”.

Continua a leggere per altri punti salienti dell’immersione profonda con Rubens.

Howard l’anatra (1986)

Howard the Duck e Tim Robbins (Foto: Lucasfilm)

Howard the Duck e Tim Robbins (Foto: Lucasfilm)

Molto prima di Iron Man di Robert Downey Jr., Daredevil di Ben Affleck o Spider-Man di Tobey Maguire, Howard the Duck ha cercato di portare un pezzo dell’universo Marvel Comics sul grande schermo. Sfortunatamente, il film prodotto da George Lucas è emerso come una leggendaria bomba piuttosto che come un franchise in corso. Tre decenni dopo, Howard l’anatra Ha nutrito una piccola ma fedele base di fan di ragazzi che ora sono cresciuti e l’ha visto nei cinema nel 1986, e essi I ragazzi che l’hanno visto più e più volte in DVD. “Ad essere onesto, penso che ci siano molte cose affascinanti in questo film”, dice ora Robbins, aggiungendo che è stata anche una bella festa durante le riprese. George Lucas aveva appena finito Guerre stellariEra un sacco di soldi, era nella location e penso che sia stato il primo film che l’Universo Marvel ha fatto. Quindi sulla carta, è stato davvero fantastico! “

Paolo Durham (1988)

Kevin Costner e Tim Robbins si affrontano

Kevin Costner e Tim Robbins si affrontano a Bull Durham. (Foto: MGM)

Anche con i fumetti preferiti degli anni ’80 come Sporchi bastardi marci E acchiappa fantasmi Riavviato o rimasterizzato, Ron Shelton si è fermamente rifiutato di aggiornare l’esilarante classico del baseball. Ma questo non ha impedito a Robbins di immaginare com’era stato un lanciatore dei Durham Bulls, “Nuke” LaLoosh, da quando il suo braccio da un milione di dollari gli ha segnato un biglietto per lo spettacolo… nonostante la sua testa da cinque centesimi. “Immagino sempre che nel sequel, Nuke firmerà autografi in qualche conferenza per ottenere dei soldi. [Then] È tornato con il calcio. È l’unica cosa che può lanciare e impara a lanciare un pallone da calcio malato che lo riporta alle major”. Stavamo pagando circa $ 1.000.000,05 per vedere questo film.

La scala di Giacobbe (1990)

Tim Robbins nel ruolo di Jacob's Ladder (Foto: Sony/TriStar)

Tim Robbins nel ruolo di Jacob’s Ladder (Foto: Sony/TriStar)

È difficile dire la verità dalle allucinazioni nel film horror cult di Adrian Lane con Robbins nei panni di un veterano del Vietnam che potrebbe essere morto o meno per tutto il film. Ma questa è una cosa certa No Vero: questo bagno ghiacciato in cui fu sommerso il povero Jacob era nel migliore dei casi un’immersione tiepida. “C’era del ghiaccio, ma la maggior parte era ghiaccio di plastica”, dice Robbins. “Quindi è recitare! Penso che metteresti un attore in ipotermia se lo mettessi in così tanto ghiaccio.”

giocatore (1992)

Tim Robbins in The Player (Foto: Fine Line/Warner Bros.)

Tim Robbins in The Player (Foto: Fine Line/Warner Bros.)

Se c’era un Mount Rushmore di filmati di tracciamento a scatto singolo, giocatoreLa sequenza di apertura di quasi otto minuti – orchestrata dal regista principale Robert Altman per aprirsi senza un solo taglio – sarà incisa nella pietra fianco a fianco. tocco di male E bravi compagni. “È stato un giorno per esercitarsi per la ripresa iniziale”, ricorda Robbins. “[Altman] Prendendosi il suo tempo voleva farlo bene. E l’altra cosa che ci ha detto, tipica di Altman, è stata: “Sappiamo dov’è la telecamera, ma non abbiamo idea di cosa dirà”. È davvero eccitante fare film del genere”.

Bob Roberts (1992)

Ispirato dall’aver visto lavorare Altman, Robbins si è spostato sulla sedia del regista quasi subito dopo essere stato coinvolto nelle riprese. giocatore. Ispirato anche dal clima politico prevalente Cinema di realtà Documentari come non guardare indietroHa creato un affascinante e complice candidato repubblicano al Senato che ha annunciato l’arrivo dei politici. “Volevo fare un film che seguisse un filtro che nasconde molte cose, ma la sua immagine è così affascinante e americana che nessuno guarda così in profondità nella sua identità. [The film] Ha un posto speciale nel mio cuore… e lo è davvero [about] Dove siamo ora “.

Agente Hudsucker (1994)

Paul Newman e Tim Robbins in The Hudsucker Proxy (Foto: Warner Bros.)

Paul Newman e Tim Robbins in The Hudsucker Proxy (Foto: Warner Bros.)

Certo, potresti essere in grado di accarezzarti la testa e strofinare lo stomaco allo stesso tempo, ma hai mai provato un hula hop mentre fai un monologo? Questa è l’abilità del trucco che Robbins ha dovuto padroneggiare per la tanto apprezzata satira di Joel ed Ethan Coen, in cui inventa questi dispositivi di tortura circolari… Ah, intendiamo, Giochi per bambini. “I colletti Hula sono davvero Difficileammette. “Per non parlare del dover ricordare un intero discorso e un hula hoop allo stesso tempo! Questa era la scena di cui ero terrorizzato. Ci lavoravo ogni giorno e non riuscivo a rialzarmi”. Alla fine, il suo insegnante di hula hoop (sì, aveva un insegnante di hula hop nel gruppo) ha trovato una soluzione: basta aggiungere sabbia. “Ha detto che avremmo potuto aggiungere un po’ di peso, ed è quello che sono stato in grado di capire”.

fiume misterioso (2003)

Pensi che lo stile di regia solista di Clint Eastwood sia solo una leggenda di Hollywood? Pensa di nuovo. “La maggior parte di quello che ci vedi fiume misterioso È il primo film”, conferma Robbins, che ha vinto l’Oscar come miglior attore non protagonista per il suo ruolo nel miglior film drammatico poliziesco del regista. “In rari casi, è consentita una seconda ripresa. Quando conosci le regole in vigore, sembri pronto per partire. Per questo motivo, abbiamo anche lavorato dalle 9:00 alle 14:00 tutti i giorni. Di solito i film richiedono dalle 12 alle 14 ore! “

Leggi di più da Yahoo Entertainment:

Leave a Comment